APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Salvini “stoppato” dall’ala pro migrazionista del Governo, Istituzioni e magistratura

di  Luciano Lago

La vicenda ultima della nave Diciotti della Guardia Costiera che, dopo un lungo braccio di ferro, ha dovuto far sbarcare i 67 migranti fra i quali i due elementi sotto inchiesta per minacce e tentato sequestro della nave segna una svolta nei rapporti fra le varie anime del Governo Conte.
L’ordine sembra sia arrivato attraverso il premioer Conte che a sua volta aveva ricevuto una richiesta direttamente dal presidente Mattarella e indirette pressioni dal ministro della Difesa Elisabetta Trenta (5 Stelle) che nei giorni scorsi aveva manifestato la sua contrarietà alla politica intransigente di Salvini contro gli sbarchi.

L’intervento di Mattarella è stato decisivo per sbloccare la questione dove si intrecciavano competenze sovrapposte degli Interni, della Difesa, del Ministero delle Infrastrutture, della Procura della Repubblica di Trapani e chissà di quanti altri.


Quello che emerge con evidenza è il fatto che il fronte “pro migrazionista” all’interno del Governo e delle Istituzioni ha avuto la meglio ed ha imposto la soluzione della vicenda con grande soddisfazione manifestata dai giornali e dalle Tv della sinistra mondialista che hanno applaudito all’intervento di Mattarella che “mette fine ad un atto barbaro” di Salvini. “Uno schiaffo contro Salvini”, hanno titolato alcuni media.
Salvini se lo doveva aspettare che questo fronte interno pro migrazionista avrebbe messo i bastoni fra le ruote alla sua politica intransigente verso le migrazioni che danneggia molti interessi collegati con queste e ha l’effetto di rallentare i guadagni milionari delle mafie dei trafficanti, degli scafisti, delle organizzazione per l’accoglienza, delle Coop e rischia di rallentare il processo di entrata della mano d’opera di riserva per le mafie, per le multinazionali e per la nuova base di consenso della sinistra.

Le centrali transnazionali che soprassiedono e favoriscono il traffico dei migranti hanno evidentemente dato l’ordine di passare alla controffensiva contro l’ala anti migrazionista del governo, contando sui loro personaggi di fiducia annidiati dentro le il Governo e le Istituzioni. L’occasione non è mancata e la nave Diciotti è stata utilizzata in questo senso.
Questo spiega i messaggi lanciati in precedenza da Roberto Fico, presidente dellla Camera dei Deputati, che si era recato in Sicilia per ribadire il suo favore per una politica dei porti aperti e la sua ammirazione per le ONG che “salvano i migranti” nel Mediterraneo. Di seguito la ministra della Difesa Trenta (5 Stelle)che anche lei, nel corso di una intervista, si era dichiarata a favore dell’accoglienza e su posizioni quasi opposte a quelle del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che non veniva però mai nominato nell’intervista. Secondo laTrenta:

«Il Mediterraneo è sempre stato un mare aperto e continuerà ad esserlo. L’apertura è la sua ricchezza. La strada è regolamentare, non chiudere. La parola accoglienza è bella, la parola respingimenti è brutta. Poi accogliere si può declinare in mille maniere. E si può, anzi si deve, legare accoglienza a legalità.»
Con riferimento alle ONG che operano nel Mediterraneo davanti alle coste della Libia, si era espressa dicendo:
«Dico basta a una eccessiva demonizzazione che non mi convince e non mi piace. C’è una maggioranza di organizzazioni luminose. Poi c’è anche qualche mela marcia che sfrutta l’emergenza migranti per fare business. La sfida – lo ripeto – è coniugare accoglienza e rigore. E capire che a volte si agisce per il bene e non sempre si arriva al bene. Soprattutto se manca un’azione coordinata»

In modo piuttosto chiaro, nonostante le rassicurazioni date da Di Maio, è emersa quindi l’anima mondialista dei 5 Stelle in contrasto con la linea intransigente di Salvini e della Lega. Un contrasto che coinvolge massime Istituzioni della Repubblica, ministri dello stesso Governo, oltre alla Magistratura che non trova mai reati commessi dai migranti che ne richiedano l’arresto immediato (neppure per minacce intimidazioni e tentato dirottamento di una nave). Tutti settori dello Stato che remano contro Salvini ed a favore delle migrazioni.
Non c’è da meravigliarsi e tutto lascia presagire che ne vedremo delle belle e non si può escludere che nelle prossime settimane assisteremo anche ad altri episodi buoni per creare una forte campagna di “indignazione” contro i provvedimenti del Minstro dell’Interno, tipo naufragi con relativi affogamenti di migranti da sbattere in faccia a Salvini ed al suo governo tanto da creare una “crisi di coscienza” negli esponenti governativi dei 5 Stelle ed una possibile frattura e crisi della compagine di Governo.

Qualcuno dall’esterno sta iniziando a scrivere il programma sull’agenda delle forze mondialiste ed in cima alla lista deve esserci scritto “neutraalizzare Salvini ed il fronte sovranista”.

*

code

  1. songanddanceman 2 mesi fa

    Salvini deve capire che :
    a) deve far saltare il banco e chiedere nuove elezioni .
    b) deve decidersi di tagliare la catena/interessi di Berlusconi (FI) .
    c) deve allearsi solo con F.lli di I. ( e possibilmente anche con Lista del Popolo & Casa Pound )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anonimo 2 mesi fa

      realisticamente, la la B e la C non hanno molto senso. Salvini ora è il capo della coalizione di CDX, ovvero è già alleato di FDI e FI (per Casa Pound e compagnia, non mi pare che siano neppure entrati in parlamento…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 2 mesi fa

    Il fronte pseudo-sovranista italiano al governo, ostracizzato dai media servi dei Mercati & Investitori, per un po’ di tempo potrà, invece, essere utile ai mercati e agli investitori stessi …
    Ci si azzanni sui migranti, si taglino di un pelino i vitalizi – che però restano e ancora abbastanza grassocci – e si mettano in ombra lavoro, disoccupazione, redditi popolari in picchiata, sussidio di povertà che ancora manca, eccetera …
    Anzi, se si reintroducono i voucher in paio di settori (almeno per ora) ancora meglio!
    Sarà un governo balneare, il giallo-verde?
    Forse durerà più a lungo dell’estate in corso, ma non certo per l’intera legislatura.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. redfifer 2 mesi fa

    Presidente che Lei ci creda o no, le ricordo che Lei è ospite al Quirinale come lo sono gli immigrati in Italia. Per cui abbassi la cresta e gradisca il volere del Popolo italiano, che non ha avuto modo né di sceglierLa né di votarLa e di cui in molti me compreso non la considerano il “mio” presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. redfifer 2 mesi fa

      Segnalo il bellissimo intervento del Prof. Sinagra Professore ordinario di diritto delle Comunità europee presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luca 2 mesi fa

    Traditori maledetti voi e le vostre famiglie fino
    All’ultima generazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. amadeus 2 mesi fa

    Il Ministro Salvini oltre che rappresentare se stesso, rappresenta milioni di italiani che non vogliono stare al gioco dei mondialisti e non vogliono vedere la loro terra destabilizzata per i turpi interessi dei pochi, loro non hanno le loro donne violentate o fatte a pezzi, il popolo invece si , queste “risorse” ce le ritroviamo tutti i giorni per la strada a spacciare droga ai ns. figli o ai semafori a rompere i co………..ni per lavare i vetri a quei poveracci che hanno la necessità di fare tutti i giorni quelle strada e a mettere in moto i tergicristalli a ogni semaforo, non ne possiamo più, il popolo italiano non li vuole e non saranno i pochi a imporcelo. Forza Salvini, nuove elezioni subito!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. MONDO FALSO 2 mesi fa

    Il potere sionista che ci comanda ha deciso da tempo che Italia ed Europa devono essere invase , Salvini può soltanto ritardare un po’ e allungare i tempi ma l’immigrazione andrà avanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. amadeus 2 mesi fa

      Ricordati che nessuna fortezza é espugnabile senza i traditori, se non ci fossero traditori, ora saremmo felici a pensare al futuro dei ns. figli, invece grazie a loro il futuro é nero come la pece!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mario Rossi 2 mesi fa

    un consiglio a Salvini: Guarda che devi picchiare duro non puoi certo pensare che questi cederanno l’osso così senza farti la guerra. Devi fare 2 cose: 1_ fatti un servizio di polizia segreta a difesa tua e formata da gente adatta ad ammazzare perchè ne dovrai fare fuori tanti, non pensare che lo stato ti difenderà perchè più della metà dei funzionari sono corrotti e traditori; 2_ dici le cose come stanno vai per la tua strada, parla alla gente anche sputtanando le istituzioni che tanto devono morire per rinascere, non farti problemi a chiedere appoggio a putin e alla cina, tanto sono loro il nostro futuro, vedrai che più della metà del popolo italiano sarà con te. E poi se guerra civile deve essere con i mantenuti servi vermi luridissimi schiavi del sistema guerra sarà!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. robyt 2 mesi fa

    Pazzesco, questa è la Total, o meglio Macron, che sta cercando in tutti I modi di far cadere il governo. Se le ONG non basteranno sono pronti a richiamare anche qualsiasi nave possono, pur di destabilizzare il nostro paese. Ma non è una novità.

    Il quirinale è tutt’ora in mano a 2 traditori, Mattarella e l’altro nascosto come emerito. Ma gli infiltrate stanno anche nelle istituzioni, la marina che per così tanto tempo ha contribuito ad autoinvadere il paese, pare non voglia fermarsi qua.

    Ma il loro piano quale sarebbe ? Far cadere il governo ? E poi ? Altre elezioni, credono davvero di tornare a vincere ? No, non sono così stupidi, sanno anche loro che ormai non rivedranno più determinate poltrona, quindi cercano ogni mezzo, per rubare il potere esecutivo al governo democraticamente eletto dal popolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. non esiste alcun fronte sovranista, SONO TUTTI IMMIGRAZIONISTI.
    salviiiniii compreso.
    Per quanto riguarda il 5s sostengo a gran voce dal 2011 che trattasi di una formazione liberal progressista alla pannella ma non ho avuto ascolto.
    @Eugenio Orso
    per me l’esecutivo durerà fino a fine legislatura senza incontrare grossi problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. giannetto 2 mesi fa

    Come ho già detto a proposito di “Liberiamoci dall’Eurogendfor””… oramai siamo “fuori tempo massimo”. Al governo continuano a sedere venduti e traditori, che fingendo amore “ecumenico” rimpinguano i propri affari e le proprie tasche. Mai in vita mia ho visto un falso ideologico di tali dimensioni. Fin quando potrà resistere Salvini alla cooperazione internazionale di mondialisti geopolitici e finanza globale? e a quella nazionale di “buonisti” e mafiosi, che sono i loro agenti in loco? Solo una rivolta di popolo potrebbe limitare i danni, ma, da queste parti…. campa cavallo!
    PS. E’ ben comprensibile il timore segnalato da Della Luna in caso di siluramento di Salvini. Dovremo aspettarci un golpe ue-mondialista, più o meno hard o più o meno soft… chi lo sa.
    PS.2. – D’altronde cosa c’era da aspettarsi dalle 5 Stalle del mondialismo, per lo più una massa da piddini riciclatidi , di matrice catto-comunista?

    Rispondi Mi piace Non mi piace