"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Salvini: “Italia pronta a dire dei no, follia sanzioni alla Russia”

ROMA – “L’Europa che poteva essere un’opportunità in questo momento su tanti fronti è un problema, pensiamo a migranti, banche, politica agricola, sanzioni alla Russia”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini a margine dell’inaugurazione della nuova Questura di Fermo.

“A Bruxelles hanno capito che finalmente in Italia c’è un governo disposto a tutto pur di difendere l’interesse nazionale – ha aggiunto -, se per il bene del Paese dovremo dire dei no, siamo pronti a farlo”. Il ministro che ha definito “una buona notizia” il disgelo tra USA e Russia, vorrebbe ospitare il prossimo vertice Trump-Putin “in Italia” e spera che riprendano le vendite delle eccellenze italiane, e marchigiane, in Russia, dopo le “sanzioni senza senso” che hanno portato “un danno economico non indifferente. Una follia chiudere mercati che amano il Made in Italy. Anche perché per assurdo l’Italia è quella che ci ha smenato di più mentre Usa, Germania e Francia hanno aumentato il loro business. C’è qualcosa che non torna”. (Fonte: Pars Today)

Nota: Salvini finalmente inizia a parlare chiaro ed a affrontare i nodi che scottano, come le sanzioni alla Russia e lo strapotere della tecnoburocrazia europea.

Prevediamo un prossimo attacco concentrico contro il ministro dell’Interno proveniente dai grandi media, magistratura, alta burocrazia di Stato e settori vari del fronte schierato a difesa delle oligarchie globaliste.

Possiamo soltanto dare un consiglio a Salvini, quello di stare molto all’erta e di guardarsi le spalle.

Luciano Lago

*

code

  1. Ubaldo Croce 4 settimane fa

    Eh si. Salvini deve guardarsi le spalle.
    Bonanno insegna….La mafia khazara-globalista non
    perdona

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. atlas 4 settimane fa

    Berlusconi e Martina (il cancro dell’umanità) alla fine dicono le stesse cose; ma più di uno qui era scettico sulla mia avversione totale ed assoluta al cav. del lavoro (altrui). Compresa la redazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nexus 4 settimane fa

    La Germania per mezzo dell’Unione Europea sfrutta gli altri paesi comunitari (soprattutto l’Italia) scaricando su di loro il costo della moneta unica che avvantaggia le esportazioni tedesche ostacolando quelle italiane e causando la deindustrializzazione dell’Italia.
    La Francia invece sfrutta l’Italia e gli altri paesi dell’Unione scaricando su di essi le ondate migratorie che essa ha prodotto attraverso le sue politiche neocolonialiste e guerrafondaie in Africa ed in Libia (paese a cui ha fatto la guerra per prendersi il petrolio e le infrastrutture che l’Italia si era già assicurata pacificamente).
    La Francia e la Germania scaricano sull’Italia le conseguenze negative delle loro politiche cioè del colonialismo militare la prima, dell’imperialismo commerciale e finanziario la seconda.
    Inoltre approfittando della debolezza finanziaria e politica dell’Italia, queste nazioni (fino ad oggi) si sono spartite le migliori aziende italiane rilevandole a basso prezzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Brancaleone 4 settimane fa

    L’avvertimento e’ piu’ che sensato, vista la fine che ha fatto chiunque abbia cercato di ridare dignita’ a questa povera Patria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. keki 4 settimane fa

    In qualche articolo fa , lei aveva sostenuto che questo governo e salvini avevano confermato il rinnovo delle sanzioni alla russia. Come mai ha fornito una notizia non vera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. salviiiniii, nella migliore delle ipotesi, è un cameriere dei banchieri.
    Quello che racconta è pura retorica e pure da quattro soldi.

    Se così non fosse le sue parole verrebbero seguite dai FATTI e invece gli immigrati continuano a fioccare come se fossero neve

    Rispondi Mi piace Non mi piace