"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Salvini blocca le navi delle ONG prima dell’arrivo. Forte attacco dagli organismi mondialisti

Il comunicato che non era stato mai emesso dalle  autorità italiane è stato oggi pronunciato dal  nuovo ministro degli interni Salvini: “Porti chiusi per fermare gli arrivi”

Si tratta di una svolta senza precedenti da parte del ministro Matteo Salvini che vuole mettere  fine al traffico di migranti sulla rotta Libia-Sicilia.
Si profila un braccio di ferro  inusitato dal momento che Salvini ha esplicitamente dichiarato di voler chiudere i porti italiani  per bloccare gli arrivi.  In questo caso lo stop scatterà se Malta dovesse rifiutarsi di  far approdare a La Valletta la nave Aquarius con 629 migranti a bordo.

“Quello per noi è il porto più sicuro”, ha dichiarato il vicepremier che ha inviato comunicazione  urgente alle autorità maltesi. L’imbarcazione non ha infatti ricevuto l’approvazione per raggiungere le coste italiane. Un portavoce del governo maltese ha però risposto: “Non abbiamo competenze sul caso Aquarius”.
La decisione di chiudere i porti è stata adottata d’intesa dai ministri dell’Interno Salvini e delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Una scelta senza precedenti destinata a suscitare non poche polemiche.

Le organizzazioni internazionali hanno già iniziato a criticare fortemente la decisione del Governo italiano e forti pressioni sono in atto sul Ministero per consentire l’attracco della nave Aquarius, una della tante ONG impegnate a traghettare i migranti dalle coste libiche.

La minaccia di Salvini di bloccare il traffico sta innervosendo le centrali che dirigono il traffico e le varie mafie che sono nel business del traghettamento e dell’accoglienza. Il pericolo di perdere il lucroso business sta inducendo i mafiosi a fare pressioni sulle varie organizzazioni che sono impegnate in questo affare. Prima fra tutte la Open Society di Soros che finanzia direttamente le ONG e le mafie che trasferiscono gli africani dai loro paesi verso la Libia. Ultimamente queste organizzazioni avevano finanziato l’acquisto di nuovi mezzi per far trasferire i migranti in Libia.

Si prevedono fortissime pressioni anche dall’ONU e dalle organizzazioni collegate per influire sulle decisioni del Governo italiano. Seguirà aggiornamento.

*

code

  1. Rabdomante 1 settimana fa

    Era ora, se li prendano un po’ anche gli altri.Gli spagnoli li cannoneggiano e nessuno ha avuto da ridire.
    Stà di fatto che in Spagna non si dirigono più. E’ ora di iniziare a far intendere che la cosa ha da finire, in primis a soLos

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. michy 1 settimana fa

    ma và………come al solito si farà qualche cosa di reale e tangibile quando le vacche saranno tutte scappate dalla stalla………………………………..
    fatti reali non chiacchere,sono 70 anni che ce la menano da destra a sinistra a centro……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. michy 1 settimana fa

    poi saremo troppo impegnati a scannarci tra noi e gli extra…per un tozzo di pane………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Geometrio 1 settimana fa

    Sono clandestini. Niente altro che clandestini, come tutti quelli arrivati fino ad ora, chiamiamoli per quello che sono CLandestini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Silvia 1 settimana fa

    Non devono andare ne’ in Italia, ne’ in Spagna, ne’ a Malta. Devono ritornare in Africa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bertolini 1 settimana fa

    C’è stato un aumento degli sbarchi non appena si è insediato il nuovo
    governo con Salvini come ministro. E’ chiaro che cercano di mettere in
    difficoltà il nuovo esecutivo, iniziando una campagna mediatica che
    dispiegherà tutte le sue forze (giornalisti, attori, cantanti….).
    L’obiettivo sarà quello di far accogliere lo stesso i clandestini e così
    dimostrare l’incapacità del governo di rispettare le promesse elettorali.
    Due piccioni con una fava….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Renato 1 settimana fa

    Se Salvini cede ora, è finita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. amadeus 1 settimana fa

    Finalmente qualcosa si muove, speriamo che tengano duro e che non sia un fuoco di paglia, siamo disposti a tutto pur di liberarci da questa invasione architettata da criminali a danno dell’Italia. Avanti tutta a muso duro, non mollate !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. giovanni 1 settimana fa

    era ora che le si bloccasse…basta farsi prendere per il culo da francia, germania ecc ecc e farsi ricattare dai paesi nord africani. Matteo…non mollare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. animaligebbia 1 settimana fa

    E’ sufficiente vedere il titolo di repubblica di oggi per capire quello che pensano i venduti traditori del proprio sangue;”629 persone ostaggio di Salvini”,ecco spiegato perche’ questo giornaletto vende ormai quasi nulla.Di qualche ora fa la dichiarazione di un commissario belga di cui non ricordo il nome;se Italia e Malta rifiutano l’attracco bisognera’ studiare un modo per esaminarli in Libia,Cioe’ quello che si chiedeva a gran voce da anni.Se dovessero arrivare,sequestrare le navi definitivamente,rendere troppo costoso il traffico.Ci sono 800.000 africani in Libia pronti a partire e se verranno respinti non ne verra’ uno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace