Salvini avrà compreso il messaggio del suo “Russia Gate”?

di Luciano Lago

Prima o poi doveva accadere: la campagna di delegittimazione contro la Lega di Salvini, focalizzata sulle presunte tangenti dalla Russia, dimostra che un messaggio importante è arrivato al governo giallo/verde da oltre oceano e non è privo di significato.
Chiaramente tutto il fronte della sinistra globalista e liberal è salita sul carro della campagna propagandistica per mettere sotto accusa la Lega e Salvini per fatti in realtà inesistenti.

Non è questo però il problema ma bensì il fatto che, ancora una volta, i rapporti internazionali rientrano di prepotenza nella politica italiana e sbattono la Lega di Salvini in una posizione di completo isolamento.
Potrebbe sembrare strano ma Salvini è riuscito in una sola volta a crearsi, come era logico, l’ostilità dei nuovi e vecchi oligarchi di Bruxelles per i suoi attacchi alla UE, nello stesso tempo ha raccolto una forma di diffidenza dall’Amministrazione di Washington che non ha “gradito” certe uscite del governo per i rapporti con la Cina e la posizione preannunciata per le sanzioni con la Russia.
Come se non bastasse, Salvini è riuscito ad “irritare” anche la Russia di Putin nellla sua ultima svolta filo atlantista di sostegno alla politica di Trump, fatta in occasione della sua visita a Washington, con cui si è di fatto rimangiato la promessa di adoperarsi contro le sanzioni della UE verso Mosca.
In pratica Salvini si è ficcato in un grosso pasticcio per la sua approssimazione e per la sua tendenza a tenere il piede in più scarpe, secondo la vecchia abitudine della politica estera italiana di ondeggiare e fare il gioco di sponda. Per ignoranza o non conoscenza dei meccanismi della geopolitica, Salvini pensava che fosse sufficiente fare qualche affermazione da una parte o dall’altra, per ottenere il gradimento da russi e americani, lisciare Trump per avere il suo appoggio e fare salamelecchi verso Israele per ottenerne i favori.

Salvini con segretrio USA M. Pompeo


In realtà, con la sua approssimazione è riuscito ad isolarsi da tutti ed anzi ad essere additato come “personaggio pericoloso”. Non c’è che dire, un bel risultato.
La campagna che adesso arriva a screditare Salvini e la Lega, a prescindere che sia basata su notizie farlocche, rappresenta un possibile messaggio dei servizi di intelligence (al 90%americani ) manovrati dall’esterno che, così come a suo tempo riuscirono a disarcionare Berlusconi e Craxi per motivi molto più seri, adesso prendono di mira Salvini.
Sarà un caso o i poteri d’oltre oceano vogliono impedire l’ascesa elettorale della Lega e una eventuale investitura di Salvini quale premier di un nuovo governo? La domada se la deve porre in modo concreto Matteo Salvini prima che sia troppo tardi; se vuole dimostrarsi un abile statista deve decifrare il messaggio e prendere le sue contro misure. Nell’attuale quadro internazionale non c’è molto da scherzare : o si sta da una parte o dall’altra e bisogna poi essere coerenti con le proprie scelte, si rischia anche la pelle.

11 Commenti

  • Sed Vaste
    14 Luglio 2019

    Beh la denuncia la spiata viene dal giornale L’espresso dell’ebreo De Benedetti noto Ebreo sionista razzista Pappone massone intrallazzatore che come tutti gli appartenenti alla sua razza di circoncisi depravati che hanno la bugia nel DNA e che sono Pure dei mentitori seriali abituali D’altronde sono nipoti Di Giuda hanno la menzogna come unico Dio dopo il Denaro Tra l’altro De benedetti e’ la prima tessera del Pd e’ lui che finanzia tutti quei morti di fame Del PD fancazzisti tests di Caz… Alla orfini del Rio fratoianni boldrini ecc che siedono in parlamento e che hanno come unico compito Curare gli interessi di israele e riempire l’italia di Derelitti negroidi che vengono portati in Italia come carne da macello senza documenti senza soldiers senza lavoro ecc Salvini promette querele che non mettono paura a nessuno visto che I signori del denaro ne hanno di soldi a strafottere , e’ stato I’ll gruppo l’espresso LA Repubblica dell’ebreo De Maledetti a fare LA Spiata ,LA soffiata LA sputtanata viene da loro sono loro che eseguono gli ordini del Padrone Ebreo De Benedetti sono loro a mettere sotto gogna mediatica chiunque , i giornalisti sionisti come Travaglio oltre ad avere gia’ LA verita in tasca hanno in tasca anche LA grana di De Benedetti con LA grana gli Ebrei corrompono tutti

    • atlas
      14 Luglio 2019

      e allora aboliamo il denaro, PORCO GIUDA !

      (De Maledetti, hahaha, mi hai fatto ridere)

      • atlas
        14 Luglio 2019

        P.S. non vedo l’ora che venga Ramadan prossimo, così che me ne vengo a passarlo in Thailandia, tra ragazze che sorridono e mi massaggiano dalla sera alla mattina

        e VAFFANCULO all’italia e a tutti i Duo Siciliani e le Duo Siciliane omologati al sistema democratico. Ignoranti che non capiscono un cazzo. Buoni solo a prenderlo in culo da chiesa e ameri cani, pronti a bersi tutto, dal femminismo all’omosessualità passando per fare entrare tutti qui

        basta, questo è un bordello, almeno me ne andrò per un po’ in uno vero e bello

        solo i vecchi qui hanno ancora un po’ di valori morali e di umanità

  • Silvia
    14 Luglio 2019

    Probabilmente Salvini a Washington e’ stato COSTRETTO a rimangiarsi le promesse di adoperarsi contro le sanzioni alla Russia. Non e’ per difenderlo, ma come fa il governo di un Paese sotto occupazione militare a decidere coerentemente da che parte stare? Magari, se fossimo un popolo unito e deciso a lottare, e se la Russia fosse un po’ piu’ potente, ma mi sembra che entrambe le condizioni non esistano.

    • atlas
      14 Luglio 2019

      le Due Sicilie da sempre nella storia hanno avuto un rapporto privilegiato con la Russia. Abbiamo pure San Nicola

      ecco, la Russia potrebbe finanziare un’ ‘operazione San Nicola’ (prima che paramilitare dovrebbe essere scientifica: svitare i crani dei tanti pusillanimi cittadini e pulire bene all’interno tutte le incrostazioni)

      e ridi che oggi è Domenica. Che se no il sangue si fa acido

    • robyt
      14 Luglio 2019

      appunto, l’italia è di fatto come il 5antennesimo stato non federato di Porto Rico, quindi inutile voler pensare di dettare le regole al congresso, visto che non abbiamo seggi. In teoria doveva essere trump a togliere le sanzioni, poi sarebbero stati gli altri a seguire l’esempio. Ma visto che trump non l’ha fatto, non saremo di certo noi per primi. Poi in europa, essendo una unione doganale di fatto, non è possibile che un paese tolga un dazio e ne metta un altro, perché la dogana è unica (quando una merce entra nel mercato unico, la dogana è unica, e il dazio / bollo è lo stesso da qualsiasi parte entri), quindi su questa cosa l’italia non può decidere in modo unilaterale.

  • Eugenio Orso
    14 Luglio 2019

    Ci si dovrebbe chiedere , prima di tutto, perché è “passato” il governicchio giallo-verde ….
    E’ evidente che in un paese occupato come l’Italia se gli occupatori avessero fatto muro – nonostante la farsa a uso popolare delle elezioni democratiche – questo governicchio lo scorso anno non si sarebbe insediato.
    Si è insediato con due minisrri chiave di Mattarella in pancia, perché il basista istituzionale alla presidenza della repubblica ha messo dei paletti per conto dell’élite, garantendola sull’economia e sugli esteri (tria e moavero).
    Poi le sparate elettotali giallo-verdi sono state pesantemente ridimensionate: falsi cento punti ma con “platea” ridotta e sussidio di povertà/”reddito di cittadinanza” ridotto all’osso e ridimensionato, come ha voluto latroika, rispetto del rapporto-capestro deficit-pil, fedeltà alla nato, permanenza nell’euro, sostegno a israele, condanna del Venezuela e dell’Iran, eccetera.
    Salvini ha avuto un avvertimento, ma il governicchio cadrà quando l’élite che controlla l’Italia avrà preparato un'”alternitiva di governo” affidabile …

    Cari saluti

  • Gaetano
    14 Luglio 2019

    Ho la vaga impressione che anche gli USA di trump abbia scaricato Salvini e la lega a favore del m5*. per motivi che mi sono oscuri visto l’appecoronamento del nutella a USA e Sion.
    Una cosa invece, mi è chiara, noi sovranisti, anti UE, anti il turboliberismo, anti immigrazionisti, al momento siamo spacciati.
    Satana sta vincendo su tutti i fronti.

  • namelda
    14 Luglio 2019

    votare per il governo nazionale è come votare per il sindaco di un comune che poi deve fare i conti con un governo provinciale o regionale i quali a loro volta devono fare i conti con il governo centrale di Roma.
    noi votiamo (e …scegliamo)un governo governato dall’€U che a sua volta DEVE obbedire alla OTANATO sottomessa al governo USA guidato dal deep state e da Israhell.
    non vedo eroi politici all’orizzonte che mettano la testa sul ceppo per rompere l’infernale catena
    e liberare gli italiani(ammesso che vogliano esser liberati…)
    al massimo si mettono in testa la kippà come segno di obbedienza e di appartenenza alle lobby
    internazionali.

  • Monk
    14 Luglio 2019

    Continuate a non capire un cazzo: nutella, setta casaleggiese e tutti gli altri sono marionette animate dai giudeus massoni mafiosi e gli elettori sono dei coglioni. Volete cambiare le cose? Muovete il culo che le votazioni politiche servono a un casso

Inserisci un Commento

*

code