Russia: le forze armate statunitensi provocano tensioni nell’Artico


La Russia afferma che le sue attività nell’Artico non rappresentano una minaccia per nessun paese e che l’esercito degli Stati Uniti sta intensificando le tensioni nella regione ricca di risorse conducendo provocazioni.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha fatto le osservazioni in una conferenza stampa venerdì, in risposta ai recenti rapporti statunitensi sulla “potenza militare senza precedenti della Russia nell’Artico”.

“La Russia non fa nulla nell’Artico che possa contraddire il diritto internazionale o costituire una minaccia per altri paesi. Se parliamo di possibili fonti delle crescenti tensioni regionali, sarebbe logico dire che questa è l’attività militare degli Stati Uniti e i loro alleati nell’Artico, il che è accompagnato da una retorica bellicosa “, ha detto Zakharova.

“La NATO e i suoi stati membri, comprese le nazioni non artiche, mettono in scena provocazioni nella regione artica, e ciò accade su base sempre più regolare”, ha aggiunto.

Il portavoce del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti John F. Kirby ha detto lunedì che il Pentagono sta monitorando da vicino le attività russe nella piattaforma artica, indicando che gli Stati Uniti erano ansiosi di aumentare la presenza USA nella regione.

Kirby ha detto che gli Stati Uniti hanno capito che la regione artica stava diventando “vulnerabile a una concorrenza allargata”. Il segretario stampa del Pentagono ha sottolineato che l’esercito americano avrebbe protetto i suoi “interessi nazionali” nell’Artico.
Gli Stati Uniti, il Canada, la Danimarca e la Norvegia sono stati tutti in competizione con la Russia per affermare la giurisdizione su parti dell’Artico, poiché lo scioglimento del ghiaccio artico apre nuove opportunità per attingere risorse e nuove rotte marittime.

Artico Soldati russi

Il Pentagono aveva precedentemente affermato che “i concorrenti strategici possono intraprendere attività maligne (sic) o coercitive nell’Artico al fine di portare avanti i loro obiettivi per queste regioni” e ha sottolineato che il Dipartimento della Difesa “deve essere preparato” e intraprendere “azioni appropriate” nell’Artico .

La Russia ha investito pesantemente nell’esplorazione e nello sviluppo dell’Artico negli ultimi anni, poiché lo scioglimento dei ghiacci apre rotte di navigazione e rivela incredibili ricchezze.

L’attuale corsa per aumentare la presenza nella regione arriva quando il Polo Nord è afflitto da un’ondata di caldo senza precedenti che minaccia un innalzamento globale del livello del mare.


Nota: La Russia dispone della parte più estesa dell’Artico con il 40% circa dell’area che si trova nella zona delle acque territoriali della costa russa e di conseguenza ha predisposto le difese di questa zona prospicente al proprio territorio per evitare intromissioni di altre potenze.

Fonte: Press Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM