"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Russia: la strategia egemonica di Washington minaccia la stabilità mondiale

La Russia critica l’attuale strategia di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti che minaccia di fatto la stabilità mondiale e persegue una propria egemonia unipolare nel mondo.
“Adesso il mondo è cambiato e gli statunitensi cercno di inclinare di nuovo la bilancia a loro favore”, così ha affermato il Lunedì il capo del Comitato delle Relazioni Internazionali del Consiglio della Federazione della Russia, Konstantín Kosachev.

Con queste parole il deputato russo si riferiva alla nuova strategia di sicurezza Nazionale presentata ufficialmente lo stesso lunedì dalla Casa Bianca, in cui si certifica l’utilizzo della forza per conservare la pace e aumentare l’influenza di Washington, e nello stesso documento si indicano la Russia e la Cina come i supremi nemici, visto che “sfidano il potere, l’influenza e gli interessi” degli Stati Uniti. Vedi: Trump, nuova strategia sulla sicurezza: “Cina e Russia rivali degli Stati Uniti

Secondo il senatore russo, con questo nuovo piano, Washington petende di rinforzare il fianco orientale della NATO, poco importa che tale misura violi le “restrizioni ed i trattati che impediscono di schierare importanti contingenti militari in europa dell’Est”, uno dei fattori questo con cui “gli USA minacciano tutto il mondo”.
Kosachev ha segnalato che la nuova strategia dimostra che i cambiamenti accaduti nel mondo negli ultimi anni non sono stati graditi dagli USA, così che cercano di ristabilire la mal denominata “Pax americana” (il dominio militare e economico di Washington) come un “ordine mondiale” che si presume giusto per gli interessi di Washington.
A sua volta il capo del Comitato delle Questioni Internazionali della Duma Statale di Russia, Leonid Slutski, ha spiegato che gli USA pretendono di “rivivere l’egemonia degli USA e costruire un mondo unipolare”.

La nuova strategia si basa su quattro pilastri: preservare la pace mediante l’uso della forza (sic) , aumentare l’influenza di Washington, proteggere la patria e lo stile di vita statunitense e promuoverne la prosperità.
In un discorso offerto per la presentazione del documento, Trump, inoltre , è tornato a denunciare l’accordo sul nucleare sottoscrittto nel 2015 tra l’Iran ed i gruppo dei 5+1 (USA, Regno Unito, Francia, Russia e Cina, più Germania) ed ha qualificato la Corea del Nord come una “minaccia” reale.

US air Forces

Nota: qualcuno potrebbe scegliere un termine diverso per definire il documento della strategia USA, rispetto a quello di volontà di dominio imperiale? Crediamo di no ma bisogna essere consapevoli delle conseguenze di questo dominio che una volta si mascherava dietro la propaganda del  “portare la democrazia” o difendere i “diritti umani” che l’apparato dei media atlantisti pompava massicciamente per convincere che gli USA rappresentavano il “bene assoluto” ed avevano il diritto di esercitare il loro ruolo di “poliziotto del mondo”.

Oggi, dopo le tante guerre americane, l’appoggio manifesto ai gruppi terroristi islamici e la destabilizziano provocata dalle tante guerre USA condotte con risibili pretesti (le armi di distuzione di massa, destituire malvagi dittatori, ecc..), la maschera è caduta e l’Impero appare per quello che è: un enorme apparato industriale miltare finanziario che si alimenta con le guerre in sequenza che si combinano e si sovrappongono a programmi mondiali di assassinii politici più o meno nascosti. Il programma di egemonia mondiale pubblicato dall’Amministrazione Trump ha di sicuro un precedente illustre: quello della Germania nazista di Hadolf Hitler. Somiglianze anche negli slogans: “American the first” è molto simile al “Deutschland über alles”.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. MauriZIO 1 mese fa

    “American the first” versus “Deutschland über alles” = hahah haha hahhah hhaha
    (nel senso che tra il dire e il fare ……….. ecc ecc)
    Mai sommare le pere con le mele, sono due cose diverse!!!
    P.S.: da qui in poi chi ha orecchie per intendere intenda (se non fossero chiari i miei commenti rivolgersi qui : happydoc@email.it)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Stefano 1 mese fa

    Penso che un altro Vietnam non lo vuole più nessuno e neppure un clamoroso disastro come la vicenda Siriana, e che come prevedono gli analisiti, la Russia sarà dominante entro il 2030. E’ una partita a scacchi dove la Russia, per ora – vince.
    Ormai è così preponderante in termini di minaccia militare che non è più contenibile con la Guerra Fredda, e con alle spalle la Cina…non gli rimane che rimboccarsi le mani per una prossima e ventura nuova generazione alla ribalta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 1 mese fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio 1 mese fa

    Che idiozie che devo leggere… luciano, cortesemente fai da censore a certi idioti, paragonare gli americani, servi dei giudei, ad Adolf Hitler non si può sentire.. è come paragonare la merda al cioccolato. Sti cazzo di comunisti hanno leccato per troppi anni il culo ai giudei per rendersi conto della realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kim 1 mese fa

      Concordo… Ben detto Claudio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GRAF 1 mese fa

    LA Russia e’il nemico immaginario LA China il serbatoio di schiavi LA ricetta semplice sfornata dalla CUCINA ESTER da SECOLI di cui NE vanno ghiotte le masse acefale ,ligi a ogni imbeccata del padrone pronti a ripetere tutti gli slogan che il padrone ebreo gli mette in bocca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Silvia 1 mese fa

    Non so che cosa fare. Certi articoli di questo sito li trovo interessanti, ma poi certi commenti nazistoidi, favorevoli a Hitler & c. mi fanno passare la voglia di leggerlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Woland 1 mese fa

      Dubito che conosca qualcosa di Hitler e della storia della Germania, ma mi incuriosisce chi sarebbero & c.?
      Perché dal punto di vista materiale il programma delle devianze esoteriche e parascientifiche (soc. thule, eugenetica, programmazione delle masse etc) si è spostato negli USA.
      Invece l’erede politico più perfetto dei nazional socialisti, che gli somiglia come una goccia d’acqua ma più nera, è il Likud di Netanyahu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Silvia 1 mese fa

        Per & c. intendevo vari collaboratori di Hitler. Non sono d’accordo su un giudizio cosi’ totalmente negativo sul governo israeliano (a meno che Lei mi spieghi il perche’). Che poi ora parte dell'”elite” occidentale (leggi americana) abbia delle idee criminogene che si avvicinano a quelle naziste sono d’accordo. Ma questo non giustifica Hitler. ‘)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Brancaleone 1 mese fa

    Gli americani spostano l’ambasciata a Gerusalemme come atto di supremazia dopo le rovinose mosse in medio oriente, credo sia un altro autogol, Putin festeggia e un motivo lo avra’.
    Lo SCO che solo vederlo sulla cartina geopolitica mette paura, rispetto al NWO (e’ di fatto la stessa cosa) appare piu’ dimesso, con apparenti problemi di coesione ma la sua potenzialita’ e’ indiscutibile e gli schiamazzi yankee forse tradiscono paura e senso di irrimediabile declino.
    . Quando si vogliono imtimorire le belve che girano intorno si fa fracasso ma bastera’?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GRAF 1 mese fa

    LA verita fa male ,comunque non so cosa sia meglio oggi tra nazistoidi o sinistroidi , NON MI SEMBRA UNA DIVINA DELIZIA CHE TUTTA L’EUROPA DIVENTI NERA ,O POI OGNI TESTA FA TRIBUNA PER ME POTETE ANCHE DIVENTARE ZULU ,HO ALTRI PROBLEMI CON I KHMER

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. max tuanton 1 mese fa

    Ha ragione LA Silvia ,Hitler e il Duce 2MOSTRI ,Israele e gli USA ma gli ebrei sopratutto dei benefattori sempre Democratici UMANITARI con tutti i popoli ,I palestinesi SONO felicissimi DI VIVERE SOTTO GLI EBREI ,SONO sempre coccolati e aiutati in tutti I modi ,ISRAELE IL SALE DELLA TERRA IL FARO DEL MONDO TERRA DI DEMOCRAZIA.A LEGGERE CERTI COMMENTI MI CADE LA COCOLLA !!! POVERA ITALIA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. atlas 1 mese fa

    MAI STATO DEMOCRATICO

    Rispondi Mi piace Non mi piace