Russia: “La Nato guadagna enormemente dal conflitto, mentre gli ucraini muoiono in massa sul campo di battaglia”


Invece di consentire all’Ucraina di accettare una coesistenza pacifica con la Russia, i paesi della NATO hanno deciso di armarla “nella folle speranza che potesse sconfiggere” il paese eurasiatico, afferma il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite.
Rifornendo l’Ucraina di armi, l’Occidente “finanzia ‘segretamente’ le sue corporazioni militari/industriali e realizza profitti favolosi”, e non si preoccupa che le perdite di Kiev raggiungano le decine di migliaia e che non ci siano “abbastanza posti rimasti nei cimiteri ucraini”, ha dichiarato questo giovedì il rappresentante permanente della Russia all’ONU, Vasily Nebenzia.

Nel suo intervento davanti al Consiglio di Sicurezza, Nebenzia ha affermato che, in un contesto in cui i Paesi occidentali cercano di incolpare la Russia per il conflitto ucraino, le minacce legate alla fornitura di armi al regime di Kiev “continuano a crescere e moltiplicarsi”.

“È cinico e sinistro che si permetta che questi attacchi suicidi continuino”: il corrispondente di RT valuta la controffensiva ucraina davanti all’Onu
“Enorme profitto” per le società occidentali
Ha osservato che mentre l’Occidente “è determinato a far dimenticare alla comunità internazionale” che la crisi ucraina, come le consegne di armi, è iniziata molto prima del 2022, grazie alle rivelazioni di vari politici, tra cui l’ex presidente francese François Hollande e l’ex cancelliere tedesco Angela Merkel, il mondo sa che ” il sistematico ‘pompaggio’ di armi in Ucraina e i suoi preparativi per la guerra con la Russia per tutti questi anni sono avvenuti ‘dietro gli schermi’ degli accordi di Minsk” .

Secondo il diplomatico russo, ora gli alleati di Kiev stanno cercando di “presentare la questione in modo tale da aver iniziato ad armarla” solo dall’anno scorso “per respingere l’aggressione russa”. “Questo schema in un anno e mezzo si è trasformato in una specie di compagnia militare privata ‘Ucraina’: i paesi della NATO forniscono armi, principalmente riciclando i loro vecchi arsenali, finanziano ‘segretamente’ le loro corporazioni militari, realizzando enormi profitti, mentre gli ucraini combattono e morendo a decine di migliaia sul campo di battaglia”, ha spiegato.

Rapp.te russo all’ONU

L’Occidente è parte del conflitto
Nebenzia ha anche ricordato che i Paesi occidentali ora “non solo pompano armi in modo incontrollabile nel regime di Kiev, ma addestrano anche le Forze armate ucraine e i battaglioni nazionalisti sui loro territori”, tra l’altro, assicurandosi che non siano coinvolti nel conflitto con Russia. “In altre parole, sembra che siano neutrali. Tuttavia, il diritto internazionale, comprese le disposizioni delle Convenzioni dell’Aia del 1907 e il diritto internazionale consuetudinario, proibisce inequivocabilmente agli stati neutrali di intraprendere tale azione. Se lo facessero, perderebbero la loro neutralità e diventerebbero parte di un conflitto armato”, ha detto.

Inoltre, riferendosi alle dichiarazioni dei leader occidentali secondo cui il loro obiettivo è infliggere alla Russia una “sconfitta strategica sul campo di battaglia”, ha sottolineato che “avendo perso completamente il contatto con la realtà, l‘Occidente sta deliberatamente provocando uno scontro diretto tra le potenze nucleari ” . .
“Non ci sono più posti sufficienti nei cimiteri ucraini”

Secondo l’alto funzionario, invece di consentire all’Ucraina di accettare una pacifica convivenza con la Russia durante i colloqui di pace tenutisi nella città turca di Istanbul nel marzo 2022, hanno deciso di armarla “nella folle speranza che possa sconfiggere” il Paese eurasiatico. . Allo stesso tempo, Nebenzia ha sottolineato che “l’equilibrio di potere non sarà sconvolto da alcuna fornitura di armi, e la maggior parte degli esperti militari indipendenti ammette già apertamente che la sconfitta del regime di Kiev è solo una questione di tempo “.

Carri armati occidentali distrutti

Ha affermato che l’Ucraina non ha più armi proprie, perché l’equipaggiamento occidentale consegnato “viene bruciato” , mentre anche l’equipaggiamento ucraino e altri vecchi sovietici sono quasi scomparsi. “Tuttavia, ci sono ancora ucraini che vengono mandati al massacro nel quadro della cosiddetta ‘controffensiva delle forze armate ucraine’. […] La riserva di mobilitazione del regime di Kiev non è ancora stata esaurita, sebbene tutto si sta dirigendo verso di questo, ma – tale situazione è estremamente triste – non ci sono più posti sufficienti nei cimiteri ucraini” , ha dichiarato.

Nebenzia ha sottolineato che “solo i propagandisti occidentali promuovono slogan senza senso e vuoti che l’Ucraina può vincere”, sottolineando che alla fine tutto ciò che gli interessa è “indebolire la Russia il più possibile”. “Continuare a fornire armi occidentali non porterà al risultato desiderato dall’Occidente: sconfiggere la Russia sul campo di battaglia e infliggerle una sconfitta strategica. Vorrei che i nostri colleghi occidentali se ne rendessero conto il prima possibile”, ha concluso.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su “Russia: “La Nato guadagna enormemente dal conflitto, mentre gli ucraini muoiono in massa sul campo di battaglia”

  1. USA-UK-UE-NATO stanno minacciando la Cina sia militarmente e cercano di rovinarla pure economicamente !
    La Cina che ora vuole vendicarsi !
    Tra poco arriveranno in Russia 60 mila Droni Cinesi Kamikaze e di altro tipo a lungo raggio che distruggeranno tutti i lanciarazzi dei sistemi HIMARS e tutti i siti militari Ucraini con precisione millimetrica !
    USA e NATO possono fornire tutte le armi che vogliono agli Ucraini tanto verranno distrutte tutte !

  2. Cosa ha detto questo Signore all’onu (diminutivo voluto) Noi gente comune lo abbiamo capito da un anno ad oggi. E lo sanno anche i nostri politici “zerbini u.s.a.”Mi fa impressione il presidente Tedesco e la caciottara nazionale comunamente chiamata pesciarola.Macron almeno ha tentato di farsi invitare in Sud Africa al convegno BRICS. Poveri Noi.

  3. i peggiori? NATO RAI NEWS che diffonde bufale sui bambini di kramatorsk , youtube dove sono bandaiti le tv e i canali russofoni e gli stronzi funzionali di ANSA .it testata governativa di zecche radical chic fuffari e climatechange activist….

  4. concordo con la sostanza di quanto scrivete, a me appare sia in corso un conflitto/guerra, Russia/USA, CON UNA SORTA DI FRENO RAPPRESENTATO DALLO SPAURACCHIO NUCLEARE, in questo contesto gli USA sono completamente indenni, in caso di guerra nucleare non lo sarebbero, in questo modo gli USA potrebbero continuare lungamente sia militarmente che soprattutto politicamente (senza doversi sottoporre al giudizio interno), una guerra che mette in discussione la loro sicurezza, li farebbe riflettere sul proprio operato. SPERIAMO NON SI CONCRETIZZI QUESTO PENSIERO.

  5. La cricca di Zelensky non accetterà mai una tregua o pace. Stanno ricevendo troppi soldi che non rendicontano e armi. L’ Ucraina sarà in mano ai signori della guerra per decenni, come è successo nei Balcani. La guerra tiene in piedi sia Putin che Zelensky. Biden voleva fare il Comandante in capo ma è un ridicolo demente. Meglio a questo punto il ritorno dei due blocchi come ai tempi della guerra fredda. L’ America dove tornare a fare il faro della Democrazia. Adesso è solo un gruppo di banditi gestiti da poteri forti.

  6. Fornire armi all’Ucraina indebolisce questo Stato fallito ma arricchisce l’apparato industriale militare Usa-Ue-Uk.
    La Russia, nonostante tutti gli sforzi occidentali, vincerà questa guerra.
    Purtroppo è sempre valido il detto:
    “La guerra non è fatta per essere vinta. E’ fatta per non finire mai”
    George Orwell – 1984
    George Orwell – “1984”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus