Russia: Israele Deve Fermare Gli Attacchi “Spontanei” sulla Siria


La Russia ha esortato Israele a fermare i suoi attacchi aerei “spontanei” sulla Siria, pochi giorni dopo che i militari israeliani hanno effettuato tali nuovi attacchi contro obiettivi vicino alla capitale siriana, Damasco.

Israele ha ripetutamente attaccato le posizioni del governo siriano con il pretesto di colpire i consiglieri militari iraniani, che si trovano nel paese su richiesta del presidente Bashar al-Assad per assistere l’esercito siriano nella loro lotta contro i terroristi sostenuti dall’estero.

“La pratica dei bombardamenti spontanei sul territorio di uno stato sovrano, in questo caso la Siria, deve finire”, ha detto mercoledì la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, secondo l’agenzia di stampa statale russa TASS.

La Zakharova (nella foto sotto) ha detto che le mosse di Tel Aviv hanno alimentato le tensioni nella regione e danneggiato gli interessi a lungo termine di tutti gli attori regionali, inclusa Israele stessa.

“Dovremmo evitare di trasformare la Siria, che ha sofferto negli ultimi anni del conflitto armato, in uno scenario di confronto per gli obiettivi geopolitici delle potenze occidentali”, ha aggiunto. “E invitiamo tutti a pensare alle possibili conseguenze del causare ancora più caos in Medio Oriente”.

Maria Zakarowa

Domenica scorsa, l’agenzia di stampa statale SANA della Siria ha citato un anonimo funzionario militare dicendo che le difese aeree del paese erano riuscite a “contrastare” un attacco missilistico diurno da aerei israeliani contro alcune località di Damasco e dintorni, incluso un aeroporto.

Israele ha montato un’altra aggressione aerea nelle prime ore del lunedì che, come la SANA ha riferito, ha incluso “attacchi aerei a distanza … attraverso successive ondate di missili guidati”.

La rete di difesa aerea siriana è stata prontamente attivata e abbattuto “la maggior parte” dei proiettili “ostili” prima di raggiungere gli obiettivi prefissati, secondo il rapporto.

La Siria ha scritto lettere all’ONU, avvertendo che potrebbe usare il suo diritto di rispondere in autodifesa colpendo l’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv a meno che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite non intervenga per fermare l’aggressione del regime di Tel Aviv.

Situazione in ‘deterioramento’ Idlib

Zakharova ha anche espresso preoccupazione per il crescente numero di violazioni di un cessate il fuoco in corso nella provincia occidentale di Idlib, in Siria, che è stata oggetto di accordo tra Russia e Turchia a settembre.

“Il numero delle violazioni del cessate il fuoco sta aumentando. Da quando il memorandum russo-turco è stato firmato il 17 settembre, più di mille di questi casi sono stati registrati con 65 morti e oltre 200 feriti. Trenta violazioni del cessate il fuoco sono state registrate negli ultimi quattro giorni “, ha detto.

Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo turco Recep Tayyip Erdoğan hanno annunciato a Sochi, il 17 settembre, che avevano concordato di creare una zona tampone smilitarizzata a Idlib, che sarebbe stata protetta da soldati turchi e russi.

In base all’accordo, la Russia è stata incaricata di adottare le misure necessarie per escludere la necessità di un attacco a Idlib da parte del governo siriano, mentre la Turchia si è impegnata a rimuovere i gruppi militanti anti-governativi dalla zona smilitarizzata che stava per essere istituita.

Il territorio è ora quasi completamente sotto il controllo del gruppo terroristico Jabhat Fateh al-Sham Takfiri, precedentemente noto come Fronte al-Nusra, ha avvertito Zakharova.

“Le continue provocazioni rappresentano una minaccia per i civili, il personale militare siriano e la base aerea russa di Khmeymim”, ha detto, riferendosi alla base militare russa nella vicina provincia di Latakia. 

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • contadino
    24 Gennaio 2019

    Caro Puitin, fino non terrai conto delle parole del Tuo Generale Asapov, che nell’Agosto 2017 ti inviò questo comunicato: ” Fino a che Israele non verrà ritenuto parte belligerante nella guerra in Siria, non ne verremo mai a capo”? Questo da Deir Ez Zor Agosto 2017. Qualche giorno dopo, il Tuo Generale, era al mondo dei più speditovi dai tagliagole con UN SOLO COLPO DI MORTAIO: Ma che bravi! Indovina da chi questi criminali avevano avuto le GIUSTE coordinate per uccidere il Tuo Generale? Da colui che li ha partoriti equipaggiati armati e pagati curati, che tanti favori gli han reso gli rendono e purtroppo gli renderanno perchè ancora sono vivi e vegeti! Ma i tuoi sistemi antimissile infallibili che dovevano proteggere la Siria da questi criminali, che fine hanno fatto?

Inserisci un Commento

*

code