Russia: il Venezuela ha un Parlamento “legittimo” dopo le elezioni

Dopo le elezioni parlamentari in Venezuela, il capo degli osservatori russi ha elogiato il processo elettorale nel Paese sudamericano e ha sottolineato la legittimità della nuova Assemblea.

” Il risultato più importante di queste elezioni è che il Venezuela dispone ora di un’Assemblea nazionale legittima “, ha detto lunedì all’agenzia di stampa Sputnik il capo della delegazione di osservatori della Federazione Russa, Igor Ananskij .

All’inizio di questo lunedì, il Consiglio elettorale nazionale (CNE) ha annunciato la vittoria della coalizione di governo Gran Polo Patriótico (GPP), con il 67,6% dei 5,2 milioni di voti.
Ananskij, anche vicepresidente della Duma di Stato (Camera bassa del parlamento russo), ha sottolineato che queste elezioni si sono svolte entro il periodo costituzionale stabilito, senza complicazioni, motivo per cui “tutto era legittimo”.
Tuttavia, dopo aver descritto come “previsto” il fatto che il partito al governo abbia ottenuto la maggioranza dei seggi, il rappresentante russo ha sperato che, con il buon esito di tali elezioni, “la crisi politica finirà” in Venezuela, e che si possa “pensare allo sviluppo economico della repubblica”.

Lo stesso Ananskij ha anche ricordato che nella nuova Assemblea Costituente si sono ottenuti il numero di voti necessario per l’opposizione, in modo che questa “possa presentare le sue iniziative, esprimere il suo punto di vista”, che, a suo avviso, “è molto importante per lo sviluppo democratico del Venezuela”.

Seggio elettorale in Venezuela
Manifestazione popolare di sostegno alle elezioni

Nonostante gli appelli al boicottaggio lanciati dall’opposizione e dal governo interventista degli Stati Uniti, il popolo venezuelano si è recato nei seggi elettorali per eleggere i 277 deputati del Parlamento per il periodo 2021-2026 su un totale di 14.400 candidati, di maggioranza e di opposizione.
Il processo elettorale si è svolto in modo pacifico e con una partecipazione del 31%, come confermato dalle autorità ufficiali.
La nuova Assemblea parlamentare del Venezuela dovrà varare i decreti previsti per lo sviluppo economico del paese, messo sotto sanzioni ed embargo dagli Stati Uniti e da alcuni paesi della UE che hanno cercato di boicottare in tutti i modi le elezioni.

Militanti socialiste bolivariane con Chavez


Il consigliere per la sicurezza del Venezuela, Josè Manuel Quintero ha dichiarato che “la repubblica Bolivariana non accetta lezioni di democrazia nè dagli USA nè dall’Unione Europea, visto che le elezioni si sono svolte in modo libero e democratico con la partecipazione di molti osservatori internazionali. Un processo aperto e garantito che ha dato i suoi risultati, al contrario di quanto accaduto in paesi che credono di essere il “tempio” della democrazia e che oggi dimostrano di essere soggetti al caos ed ai brogli (allusione agli USA)”.
Le provocazioni e gli atti di sabotaggio di taluni elementi a libro paga della CIA e di altri organismi statunitensi, sono state individuate per tempo e i mercenari sono stati tutti arrestati e messi in condizione di non nuocere, ha aggiunto.

Venezuela Fuerza Armada Nacional Bolivariana (FANB)


Le Forze Armate Nazionali Bolivariane e la Guardia Nacional rimarranno in stato di allerta per prevenire eventuali altre infiltrazioni, principalmente dalla Colombia dove gli USA hanno allestito campi di addestramento per mercenari, oltre che tentativi di sbarco come quelli avvenuti in passato. “
“No paseran y el pueblo y su fuerza armada siempre estaran listos para rechazar los mercenarios del Imperio. Viva la Revolucion y viva el comandante Chavez!” , ha concluso Quintero.
Consiglieri militari russi e cubani assistono le forze armate del Venezuela nella difesa del paese.

Fonti: Hispan TvTelesur

Traduzione: Luciano Lago

11 Commenti
  • giorgio
    Inserito alle 18:44h, 07 Dicembre Rispondi

    Non ci sarà un altro Guaidò nel nuovo parlamento, ma per evitare complicazioni in modo definitivo e togliere il terreno sotto i piedi ai lacchè degli Usa sarebbe meglio nazionalizzare i settori chiave dell’economia venezuelana e rinforzare il più possibile le milizie popolari amalgamandole con l’esercito regolare, lasciando da parte illusioni democratico parlamentari.
    Potere ai militanti socialisti bolivariani …. W Chavez

    • atlas
      Inserito alle 00:47h, 08 Dicembre Rispondi

      concordo caro Giorgio, c’è un vizio di fondo: se è Socialismo Nazionale non si deve dare conto a nessuno di democrazia internazionale (quella che arma e istiga legioni straniere in paesi stranieri contro la Nazione)

      • atlas
        Inserito alle 00:52h, 08 Dicembre Rispondi

        e c’è un’altro vizio di fondo: il permettere di rimanere in vita a sovversivi democratici. Lo fece Il Governo Fascista mettendo in carcere o esilio o confino i giuli. Gravi errori, il serpente si riforma a meno che non gli si stacchi la testa

        si parla tanto di riduzione della popolazione, la soluzione c’è

  • rossi
    Inserito alle 20:48h, 07 Dicembre Rispondi

    Venezuela…. un paese sicuramente più sorridente dell’italia….. in italia molti con le tasche pieni di soldi ma con la tristezza nel cuore, in Venezuela le forze armate sanno di lavorare per la propria nazione, in italia le forze armate sono mercenari al servizio di stranieri……. che lo sconto del 10% sui pagamenti con carta che se li ficchino su per il c…, ora come ora più fortunati i poveri venezuelani che i benestanti (ancora per poco tempo ) italiani…..

  • Mardunolbo
    Inserito alle 00:22h, 08 Dicembre Rispondi

    Ah,ah,ah ! Tutti a lodare il Venezuela ed il suo marxismo che affama la popolazione. Nessuno che si interroghi sul fatto che il software Dominion fu usato anche in Venezuela per le elezioni di Chavez…
    NOOOO ! Ma che orrore ! Ma cosa oso dire mai ? Ma scherziamo ?
    meglio continuare a coltivarsi ideali su nazioni ideali pur chè siano….sluuurp,sluurp,slurp !
    Ma, si potrà comunicare che 400 milioni di dollari sono passati dalla Cina, tramite Banca Usb, alla Dominion ?
    Ma NOOO ! Ma che cacchio si scrive ? Tutte menzogne per screditare il glorioso governo della Cina Popolare (Liberal-Comunista)

    • atlas
      Inserito alle 20:17h, 08 Dicembre Rispondi

      dove lo vedi il marxismo in Venezuela. E’ una Nazione di cristiani, cattolici in gran parte. E Chavez buonanima aveva grande stima di Mussolini (che a suo tempo fece erigere una statua a Simon Bolivar. C’è ancora, a Roma)

  • Mardunolbo
    Inserito alle 01:56h, 08 Dicembre Rispondi

    Ecco qui un bell’articolo di “Saker, la prospettiva del falco” (che non si può tacciare di fascista o di nazista). Parla di Trump e della “sinistra”
    http://sakeritalia.it/america-del-nord/la-neo-sinistra-fascista-e-il-fattore-trump/

    • Nessuno
      Inserito alle 19:26h, 08 Dicembre Rispondi

      Mardunó… Leggi leggi ma non capisci un kaiser, l’articolo l’ho letto anche io e si parla di sinistra “Liberal” dei Clinton e dei Binden, non mi pare proprio che si riferisse al marxismo (che tu ignori totalmente)

      • atlas
        Inserito alle 20:13h, 08 Dicembre Rispondi

        beh non è un delitto ignorare il marxismo, specialmente per un religioso; sicuramente un pregio.

  • giorgio
    Inserito alle 10:04h, 08 Dicembre Rispondi

    Concordo Atlas sulla tua precisazione: il Socialismo nazionale non deve rendere conto alle istituzioni internazionali (per di più controllate dal nemico) e non deve lasciare in vita i sovversivi al soldo degli anglo americani.
    Poi non vale la pena di rispondere a Mardunolbo sul marxismo che affamerebbe la popolazione venezuelana ….. lo so che nella periferia di Caracas non si naviga nell’oro …. ma perchè nel Bronx si vive negli agi ? Con la differenza che il Venezuela non esporta il suo modello di società a differenza degli Usa …….
    Suggerirei a Mardunolbo e a tutti i filo americani come lui di andare a fare commenti sui quotidiani di regime anzichè in questo sito, c’è solo l’imbarazzo della scelta …… Corriere della Sera, Repubblica, la Stampa …..

  • Teoclimeno
    Inserito alle 13:02h, 08 Dicembre Rispondi

    Se fossi Guaidò incomincerei a preoccuparmi. Niente di più facile che diventi “cagionevole di salute”. I traditori sono come i maiali: non si butta niente. Non è servito da vivo e potrebbe essere utile da morto.

Inserisci un Commento