Russia e Ucraina sull’orlo del conflitto mentre gli USA installano missili nucleari

analisi di Luciano Lago

Si avvicina una nuova crisi dei missili come quella di Cuba nel 1962? Fu allora che il mondo si salvò da una guerra nucleare con intense consultazioni che avvennero fra il presidente USA, John Kennedy, e il suo omologo dell’URSS Nikita Krusciov.
Adesso sembra che, dopo quasi 60 anni, si ritorni in quella stessa situazione a parti inverse. In Ucraina le forze USA hanno iniziato ad installare missili termonucleari puntati contro la Russia, vettori che possono raggiungere in pochi minuti obiettivi sul territorio russo, incluse le città come Mosca e San Pietroburgo.

Le basi missilistiche si trovano alla frontiera stessa della Federazione Russa, minacciando gli obiettivi sensibili e questo si prevede che produrrà una forte reazione da parte di Mosca che avverte della minaccia incombente. Questa nuova mossa degli USA si somma alle manovre nel Mar Nero della flotta della Nato ed alla concentrazione di truppe NATO in Ucraina, con le continue provocazioni alle frontiere della Federazione Russa.
Lo stesso governo di Kiev sta esortando gli USA a stazionare le sue truppe e sistemi missilistici in Ucraina ed a installare basi militari a pochi Km. dalla frontiera. Si può indovinare cone reagiranno i russi e questo di sicuro andrà ad incrementare le tensioni già molto alte con l’Ucraina.

Lo sviluppo degli avvenimenti inevitabilmente rende sempre più imminente il momento di confronto fra gli USA e la Russia e questo accade nello stesso momento in cui si stanno effettuando grandi esercitazioni militari russo cinesi in Asia, nel territorio della Cina, da cui viene inviato il messaggio a Washington del blocco consolidato di alleanza militare fra le due superpotenze euroasiatiche.
Il fatto che gli USA installino adesso basi militari e missilistiche in Ucraina non passerà inosservato da parte di Mosca ed analisti militari prevedono che questa potrebbe essere la spinta decisiva per Putin per rompere gli indugi e invadere parte dell’Ucraina per disattivare il pericolo prima che diventi definitivo, con un grande rischio di conflitto generale.
In alternativa la Russia potrebbe rispondere riconoscendo l’indipendenza delle due repubbliche del Donbass e inviando proprie truppe e attrezzature militari in aiuto dei secessionisti. Questo renderebbe definitiva la spartizione dell’Ucraina e annullerebbe qualsiasi possibilità di accordi futuri sulla base di quelli raggiunti a Minsk, che l’Ucraina ha sempre rigettato.

Missili USA in Ucraina
Rampe missili USA in Ucraina

Un’altra opzione per Mosca potrebbe essere quella di far installare a sua volta missili nucleari in Venezuela, a poca distanza dalle coste della Florida, ripagando Washington con la stessa moneta e minacciando gli obiettivi sul territorio nord americano. Sarebbe un braccio di ferro dagli esiti incerti ma potenzialmente esplosivi.

Il comportamento avventato della dirigenza ucraina non si spiega se non con il fatto che Zelensky e compagnia si sono cullati nell’illusione che i problemi dell’Ucraina (perdita dei territori, crisi economica, perdita del gas russo) sarebbero stati rapidamente risolti dagli USA e dall’Occidente con la sua guerra di sanzioni che avrebbe piegato la Russia e l’avrebbe costretta restituire la Crimea ed a riconoscere la sovranità sul Donbass, rinunciare al Nord Stream 2 e sovvenzionare Kiev per il passaggio del gas. Illusioni infantili che non hanno tenuto conto della realtà per cui il loro paese viene usato da Washington in funzione antirussa ma che sarà inevitabilmente scaricato quando non servirà più ai loro fini. Gli Stati Uniti guardano esclusivamente ai loro interessi e le ultime vicende dell’Afghanistan (così come quelle precedenti della Libia, dell’Iraq o del Vietnam) dovrebbero insegnare qualche cosa in proposito.


Una cosa è certa: con le sue pro offerte agli Stati Uniti di utilizzare il proprio territorio per un attacco alla Russia, il presidente Zelensky, si sta sparando da solo un colpo sui piedi e le conseguenze potrebbero essere quelle della sparizione dell’Ucraina come Stato autonomo.

Gli avvertimenti che Putin aveva lanciato alla governance ucraina non sono stati ascoltati e questo farà ricadere la responsabilità dei prossimi eventi direttamente sulla testa dei politici ucraini, in primis dello stesso Zelensky che su tale questione si gioca tutto.
Come dicevano saggiamenti i latini, “quisque faber fortunae suae”.

14 Commenti
  • Dolphin
    Inserito alle 16:36h, 12 Agosto Rispondi

    Potrebbe essere una guerra per salvare il Deep State dalla sconfitta.

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 17:02h, 12 Agosto Rispondi

    credevo di stare leggendo un articolo di marzo invece ho visto che la data è di oggi anche se il contenuto è lo stesso di quello che veniva scritto in primavera, stesse ipotesi, stessi suggerimenti, stessi proclami

    • atlas
      Inserito alle 01:02h, 13 Agosto Rispondi

      il tuo è uno spirito di chi non vede da tempo una patata. Se non ti piace il sito perchè non te ne vai a guardare la tivvù. E magari portati dietro anche l’altro troll democratico giudeo, chissà che tu non riesca a schiodarlo, sei un’asso a prendere per il kulo. In tv il tuo amico Gasparri di destra, centro-destra…ha appena detto che la Cina è lontana dagli ‘standard’ di democrazia. E Gasparri da giovane faceva il saluto romano eh. Ora da Roma ti saluta con l’ombrello facendo il gesto anche se ci sono 40 gradi all’ombra. Perchè parlamenta mica aggratis, per 20.000€ al mese. Succhiati a chi si alza o si è alzato presto al mattino per sgobbare. MA CHE SCHIFO CHE FAI

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 09:27h, 13 Agosto Rispondi

        io me ne posso anche andare, ma posso anche restare qui fino a quando ho un collegamento internet e la possibilità di scrivere.
        e continuo a leggere sempre le solite cose che ciclicamente dovrebbero accadere : la russia fa la guerra con l’ucraina, israele attacca l’Iran, gli usa attaccano la cina
        e questa sarebbe “controinformazione” ?
        .
        gasparri è un cogl°one, ma in fondo mica ha poi detto una cosa tanto assurda, sono o non sono i cinesi che ci hanno appestato col virus ? E per caso ha letto cosa han detto quelli del pcc che tanto osannate qua dentro ? che siamo stati noi ad appestare il mondo, si rende conto della faccia da c°°o che hanno ? si rende conto finalmente lei e tutti quelli che la osannano quanto sono figli di buona donna ?
        .
        la filippica sui parlamentari se la poteva anche risparmiare detta da uno che vive di non so quale pensione e che quotidianamente sputa pure nel piatto dove ha mangiato.
        Lei si alza alle 5:00 di mattina probabilmente per “andare in spiaggia a Gallipoli”, non per portare a casa la pagnotta come fa tanta brava gente che manda avanti questo PAESE che lei tanto odia.
        .
        quindi tra me e le quello che fa SCHIFO non sono di sicuro io, omm’e mmerd

        • atlas
          Inserito alle 10:08h, 14 Agosto Rispondi

          se tu sei stato con il capo chinato sui macchinari della ferrotubi di Arconate a servire la democrazia per una vita io non ci posso fare niente, è il tuo destino della maggior parte degli itali ani del nord, quelli che impiccarono Mussolini. Se ti fossi trovato nell’italia del sud, a Roma, magari ti saresti dato da fare diversamente, la democrazia crea gli opportunisti, lo Stato delle Due Sicilie e il suo FLN è un’altra cosa. Io è vero che ho passato 7 anni sacrificati nei carabinieri, l’ho scritto io, al servizio dell’italia, ma è cmq stata una esperienza militare e di polizia formativa, in cui feci guerra, per le mie idee, sempre le stesse, a dei giganti, nulla da farmi schifo. E’ anche vero che poi sono finito rinchiuso, per altri 7 anni, sempre dai democratici, e anche questo l’ho scritto sempre io, ma anche lì, persino lì, ne ho tratto del formativo. Proprio NULLA da farmi schifo. Ma dal ’98 in poi è vero anche che la vita me la sono goduta, ma VERAMENTE. E me la sto godendo ancora (ho conosciuto una bulgara di 30 anni con un culetto morbidissimo. Facendo sempre le mie Orazioni Islamiche, il Ramadhan e andando alla Mekka. Io, anche ora, posso crepare tranquillo. Leggendoti, tu NO. Hai il terrore di morire più di quanto il terrore democratico che tu stesso sublimi pervada il mondo intero. Rifletti bene prima di scrivere e, magari guardandoti allo specchio, sputargli addosso senza romperlo. Non si rompono le cose utili, non si rompe uno specchio, da democratico quale sei vorresti attirarti ancora più disgrazie di quelle ricevute una vita intera ? Se poi sei stato un piccolo imprenditore da strapazzo e non un manovale non cambia nulla. Leggi il troll democratico giudeo per es. Pensi che lui non faccia avanti e indietro col carrello elevatore tutto il giorno per campare, nonostante la sua preparazione ? E’ anche lui un’itali ano, è anche per lui questo il suo destino. Potete anche incontrarvi e conoscervi di persona, siete uno specchio l’uno dell’altro. Sapete già cosa dovete fare. Io sono speciale, di un’altra razza, è come se vivessi su un’altro pianeta. Sicuramente in un’altra dimensione.

  • luther
    Inserito alle 18:53h, 12 Agosto Rispondi

    Non credo che questa ennesima provocazione americana porterà ad esiti infausti, almeno a breve termine. Certo è però che gli stati uniti stanno continuando con il loro progetto di accerchiamento alla Russia per piegarla, demoralizzarla , o distruggerla con una mossa a sorpresa probabilmente , tutte le opzioni sono aperte a questo punto. Nel medio termine qulcosa succederà questo è certo, credo che gli americani siano convinti in questo modo di ottenere la posizione che permetta un blitz tale da annichilire velocemente le difese russe altrimenti impossibili da affrontare vittoriosamente. Si, qualcosa di brutto succederà, speriamo che non sarà la fine, oppure speriamo di si, così finalmente avrà una fine questo delirio…

  • eusebio
    Inserito alle 19:01h, 12 Agosto Rispondi

    Negli ultimi giorni si stanno intensificando i bombardamenti ucraini sul Donbass, mentre anche nel Pacifico la situazione peggiora, dato che Biden ha convocato per i primi di dicembre una videoconferenza delle “democrazie” a cui dovrebbe partecipare pure Taiwan, fatto che secondo il Global Times equivarrebbe ad un casus velli, con l’invio degli aerei cinesi sul territorio taiwanese per ribadire la sovranità cinese sull’isola, in caso di attacco missilistico taiwanese agli aerei cinesi immediatamente scatterebbero il bombardamento dell’isola e lo sbarco delle divisioni di marines cinesi.
    Da notare la catastrofica situazione della Lituania, da cui la Cina ha ritirato l’ambasciatore perchè starebbe per scambiarsi ambasciate ufficiali con Taiwan, i cinesi avrebbero invitato la Russia ad azioni punitive comuni contro il piccolo stato baltico, dove le Big Pharma ad azionariato giudeo avrebbero imposto la vaccinazione obbligatoria dei bambini sopra i due anni.
    Evidentemente l’oligarchia giudaica che governa l’occidente da per persa la piccola repubblica baltica e vuole guadagnarci sopra con i vaccini, eliminando un pò di goym cristiani in fasce.
    Io quando ai primi anni novanta,, da matricola universitaria di scienze politiche filopalestinese anche se da una prospettiva di destra ,vidi per la prima volta in videocassetta I predatori dell’arca perduta, film ebraico con produttori, regista e protagonista ebrei,, e vidi la scena dell’arca che inceneriva i nazist,i pensai subito che gli ebrei ci avvisavano che ci avrebbero puniti per il presunto olocausto.
    E il film era del 1981.

  • antonio
    Inserito alle 23:26h, 12 Agosto Rispondi

    i russi con i cinesi a fianco hanno missili nucleari ipersonici puntati su mezza Europa ed USA, aerei supersonici stealt con missili nucleari, sottomarini nucleari invisibili, e in caso di attacco hanno un esercito che in 4 giorni può occupare tutta l’ Europa
    yankee-jew go home

  • atlas
    Inserito alle 01:04h, 13 Agosto Rispondi

    tu la Russia non la devi nemmeno nominare. Troll figlio di una troll

  • rossi
    Inserito alle 09:52h, 13 Agosto Rispondi

    da, da, vainà, vainà…… hahahahahah…………….. Дебалцеве!!! Ma questa volta non si fermeranno!!!! Schifosi affittatori di uteri, la vostra sconfitta è vicina.

  • Mauriz
    Inserito alle 12:56h, 13 Agosto Rispondi

    Non si capisce dall’articolo su i missili termonucleari sono già stati installati o stanno solo pensando di farlo.

    • Hannibal7
      Inserito alle 01:17h, 14 Agosto Rispondi

      MAURIZ concordo con lei
      Notizia buttata lì tanto per…a mio avviso
      Tra l’altro, che tipo di missili hanno già installato o intalleranno gli americ-ani???
      Se così fosse Putin, che io ho sempre e ripetutamente stimato,sarebbe ora che si svegliasse…e rispondesse a dovere
      Saluti egregio

  • Sda slt
    Inserito alle 15:04h, 13 Agosto Rispondi

    Coje si dice in inglese “tit for tat” oppure “occhio per occhio e dente per dente” la Russia dovrebbe velocemente schierare missili nuclearinin Venezuela pronti a colpire il cuore del grande satana. Un messaggio più chiaro di così?
    I Russi non dovrebbero esitare di rispondere alla effrontatezza dei figli …di uncle sam!

  • VECCHIO STORICO
    Inserito alle 22:49h, 04 Settembre Rispondi

    E’ tutto molto più semplice. Non appena i servizi segreti russi avranno localizzato le rampe dei missili americani le distruggeranno e senza tanti complimenti. L’Occidente starnazzerà per qualche giorno e tutto finirà con Zelensky ancora più in difficoltà e forse spodestato da qualche sommossa.
    Le rampe puntate su Mosca fanno parte della LINEA ROSSA che Putin ha descritto alla stampa nel mese di maggio.
    Qualora le navi USA-GB del Mar Nero dovessero accennare a qualche manovra diversiva od offensiva sarebbero affondate nel giro di pochi minuti.

Inserisci un Commento