RUSSIA E SIRIA DANNO IL VIA AD UN’ESERCITAZIONE MILITARE CONGIUNTA IN MEZZO ALLA MINACCIA DI INVASIONE ISRAELIANA

In Siria è iniziata un’esercitazione congiunta russo-siriana per esercitarsi nella difesa dell'”integrità territoriale” del Paese arabo, ha annunciato il 5 giugno il vice capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti opposte in Siria, una divisione del Ministero della Difesa russo.

“Un’esercitazione congiunta russo-siriana, volta a praticare operazioni per la difesa dell’integrità territoriale del Paese dalle minacce interne ed esterne, è iniziata nello spazio aereo della Repubblica araba siriana, in alcuni dei suoi territori e nella parte orientale del Mar Mediterraneo, ” Ha detto il maggiore generale Yury Popov.

Non sono stati forniti ulteriori dettagli sull’esercizio. Tuttavia, le riprese video pubblicate sui social network hanno mostrato due aerei da combattimento Su-35S completamente armati delle forze aerospaziali russe che sorvolavano quello che sembra essere un campo di addestramento nella regione centrale della Siria, il che indica che l’esercitazione includerà lo spiegamento di armi avanzate e possibilmente azioni a fuoco vivo.

Le forze russe sono state schierate per la prima volta in Siria nel 2015 per aiutare il paese nella lotta contro l’ISIS e altri gruppi terroristici. Oggi, un grande gruppo militare russo è schierato in una base aerea e in una base navale sulla costa siriana, oltre a dozzine di postazioni più piccole in tutto il paese.

L’esercitazione congiunta avviene in un momento di forte tensione in Medio Oriente per la guerra israeliana in corso contro l’enclave palestinese della Striscia di Gaza, scoppiata dopo l’attacco a sorpresa guidato da Hamas il 7 ottobre.

Forze russe in Siria

La guerra ha scatenato scontri tra Israele e Hezbollah in Libano e ha portato a un aumento degli attacchi israeliani contro obiettivi legati al Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane e ai suoi affiliati sul territorio siriano. Ci sono stati anche diversi attacchi missilistici dalla Siria meridionale sulle alture di Golan occupate da Israele.

Per prevenire un’ulteriore escalation sul fronte del Golan, l’esercito russo ha istituito una rete di posti di osservazione e ha iniziato a condurre pattugliamenti aerei lì pochi mesi dopo lo scoppio della guerra a Gaza.

Nonostante queste misure, la minaccia di un’invasione israeliana a sorpresa nel sud della Siria rimane insolitamente alta. Di fronte al fallimento contro Hamas a Gaza e temendo una guerra rischiosa con Hezbollah pesantemente armato in Libano, Israele potrebbe vedere la possibilità di ottenere una facile vittoria in una Siria devastata dalla guerra.

Ci sono anche diversi indizi diretti di una possibile invasione. Israele ha già accumulato una grande forza nella sua regione settentrionale e negli ultimi mesi ha lavorato per ripulire tutti i campi minati sui fronti del Golan.

Inoltre, dopo lo scoppio della guerra a Gaza, Israele ha inviato diverse minacce alla Siria, arrivando al punto di promettere di rovesciare il governo di Damasco se il paese fosse coinvolto.

Esercito siriano

Il principale alleato di Israele, gli Stati Uniti, potrebbero sostenere un’invasione della Siria poiché è in linea con il loro piano per un cambio di regime nel paese e potrebbero distrarre la Russia dall’operazione militare speciale in corso in Ucraina.

L’esercitazione militare congiunta russo-siriana ha molto probabilmente lo scopo di scoraggiare Israele e prevenire un’ulteriore escalation nel paese, che sta già affrontando una crisi umanitaria dovuta alla guerra ed alle sanzioni occidentali.

Fonte: South Front Press

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “RUSSIA E SIRIA DANNO IL VIA AD UN’ESERCITAZIONE MILITARE CONGIUNTA IN MEZZO ALLA MINACCIA DI INVASIONE ISRAELIANA

  1. Ho visto diverse grandi manovre Siriano-Russe in zone pianeggianti e montagnose della Siria. La potenza di fuoco era notevole, cacciabombardieri, elicotteri, carri armati, missili termobarici, ecc. . Nell’ultima esercitazione che ho visto, essa era un’operazione NOTTURNA, di lancio di paracadutisti da elicotteri Siriani, mentre i caccia Russi proteggevano dall’alto. E’ stata una cosa mai vista. I paracadutisti avevano dei visori per il buio, erano dotati di alcune piccole luci di posizione.
    La Siria, la parte ricca e popolosa, (escludendo una parte di Aleppo e Idlib) è sempre stata sotto il controllo dell’EST, ed è una potenza regionale, molto ben armata. Gli americani fessacchiotti e c. non hanno mai avuto la minima possibilità di sconfiggerla, neanche nei sogni.

  2. Putin ha scatenato le sue forze. L’ Svo procede con successo, sta’ inviando una flotta navale nei Caraibi, alza gli scudi in Siria. La Russia sta’ proteggendo i suoi alleati come aveva promesso. A livello mondiale! Ed ancora non siamo a niente. Fatti non parole, una risposta definitiva a chi lo taccia di subire e basta o di trastullarsi. Darei uno sguardo alle mutande dei digli di Davide, o stelle e strisce.

    1. Hai ragione LOLLO73 ! Penso proprio che il governo e lo stato maggiore russo abbiano detto: BASTA ! Ora si fa sul serio ! Per fermare i criminali, imperialisti e guerrafondai USA-UK-UE-NATO-Sionisti, ci vogliono le maniere “forti” ! La resa dei conti si avvicina, e non sarà indolore per l’occidente, come è giusto che sia !

  3. Angelo P
    E’ ora di farla finita una volta per tutte contro l’arroganza deliquenziale americana l’ONU da tempo ha detto che la presenza americana E’illegale inoltre RUBA il petrolio siriano BASTA!! Hanno E vivono con la rapina Come i loro antenati e Sodali Inglesi Annientati i Capo banda anche i Sionisti Spariscono
    CHi diede una bella legnata agli inglesi Furono solo gli Antichi Romani e portarono loro la Civilta’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM