Russia e Cina intensificano la cooperazione su tutti i livelli

placeholder


L’estensione del trattato di vicinato Russia-Cina ha lanciato un segnale per gli Stati Uniti

L’annuncio dell’estensione dell’accordo è un evento naturale dopo l’incontro di Joe Biden e Vladimir Putin a Ginevra”, ha detto al quotidiano VZGLYAD il sinologo Nikolai Vavilov, commentando la decisione dei leader di Russia e Cina di annunciare l’estensione dell’accordo. L’accordo riguarda il trattato di buon vicinato, amicizia e cooperazione.
“Questo è un segnale per gli Stati Uniti che la Russia mantiene relazioni di partenariato con la Cina e non cambierà la sua politica estera sotto la pressione di Washington”, è convinto il sinologo Nikolai Vavilov.

“Ma la Cina è ancora più interessata a questo. Xi Jinping ha insistito per un video incontro proprio ora per dimostrare a Washington che la partnership strategica tra Mosca e Pechino è mantenuta. Questo è un evento naturale dopo l’incontro tra Joe Biden e Vladimir Putin a Ginevra “, ha affermato l’esperto.

L’interlocutore ha anche richiamato l’attenzione sulle parole di Putin secondo cui il confine russo-cinese diventerà “una cintura di pace e amicizia eterne”. “Alla vigilia dell’estensione del trattato, Pechino intendeva apportare cambiamenti epocali che hanno riguardato la creazione di una cintura di sicurezza comune al confine tra Russia e Cina, oltre che ai confini degli Stati confinanti. Non è stato detto in una conferenza aperta, ma è ovvio che le parti stanno lavorando per approfondire ulteriormente il contenuto di questo accordo”, ha affermato la fonte.

“Purtroppo, finora conosciamo pochi dettagli di questo incontro. È noto che la parte cinese sei mesi fa ha insistito attivamente per emendare questo trattato, avvicinandolo in profondità a un’alleanza difensiva. Ma dalla parte aperta dei colloqui, vediamo che Xi Jinping ha chiamato Vladimir Putin suo amico. Per quanto riguarda i leader di altri Stati, il leader cinese non usa tali formulazioni. Questo è anche abbastanza significativo “, ha aggiunto l’esperto.

Allo stesso tempo, Andrei Kortunov, direttore generale del Consiglio russo per gli affari internazionali, ha definito una formalità l’estensione dell’accordo. “Era chiaro che l’accordo soddisfa entrambe le parti, ha superato la prova del tempo ed è improbabile che possa essere significativamente rivisto”, ha detto e ha esortato “a non cercare un intrigo astuto in questo”.

“Quanto a possibili segnali da Mosca e Pechino a Washington sullo sfondo del recente incontro di Vladimir Putin e Joe Biden, non scopriremo presto fino a che punto il tema della Cina è stato sollevato a Ginevra. Se è stato menzionato dalla parte americana, l’estensione del trattato è un’altra risposta ai tentativi di interferire in qualche modo con la cooperazione russo-cinese. La decisione sulla proroga dei tempi è stata presa anche tenendo conto degli ultimi avvenimenti internazionali”, è convinto l’interlocutore.

Lunedì, il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping, durante una videoconferenza, hanno annunciato ufficialmente l’estensione del trattato russo-cinese di buon vicinato, amicizia e cooperazione.

Guardia d’onore cinese per Putin

“Questo documento sancisce accordi fondamentali come il sostegno reciproco nella protezione dell’unità statale e dell’integrità territoriale, il rifiuto del primo uso di armi nucleari e il reciproco targeting di missili strategici (tali accordi sono di grande importanza nel mondo moderno), il rispetto del diritto sovrano scegliere una struttura sociale, modalità di sviluppo, non interferenza negli affari interni ” , ha detto Putin.

“È importante che si sia registrata l’assenza di reciproche rivendicazioni territoriali e la determinazione dei due Paesi a trasformare il comune confine in una cintura di pace e di amicizia eterne. Abbiamo fatto molto per questo e abbiamo fatto molto, compreso il lavoro al confine, per anni ci abbiamo lavorato – noi e le nostre squadre – e abbiamo raggiunto il risultato di cui avevamo bisogno, accettabile sia per la Cina che per la Russia “, ha aggiunto il presidente.

Ad oggi, seguendo la lettera e lo spirito del trattato, siamo riusciti a portare le relazioni russo-cinesi a livelli senza precedenti, rendendole un esempio di cooperazione interstatale nel 21° secolo”, ha affermato Putin.
In precedenza, il quotidiano VZGLYAD aveva scritto in dettaglio su come Biden stia tentando di creare un cuneo tra Russia e Cina.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM