Russia, Cina e Iran rispondono alle provocazioni USA nell’area del Golfo Persico

Prevista esercitazione navale congiunta Iran-Cina-Russia.
Le forze navali della Repubblica islamica dell’Iran, della Russia e della Cina stanno pianificando manovre marittime su larga scala che coinvolgono varie divisioni delle loro forze militari nelle acque del Golfo Persico.

Il comandante della marina iraniana, il contrammiraglio Shahram Irani, ha dichiarato venerdì sera al canale ufficiale di notizie della Repubblica islamica dell’Iran (IRINN) che le forze iraniane, cinesi e russe terranno manovre congiunte durante l’esercitazione navale della cintura di sicurezza marittima del 2024.

Sono stati invitati a partecipare alle esercitazioni in qualità di osservatori anche delegati provenienti dal Pakistan, dal Brasile, dal Sultanato dell’Oman, dall’India, dal Sud Africa e da alcuni stati che si affacciano sul Mar Caspio.

Le forze navali iraniane e le loro controparti cinesi e russe hanno tenuto diverse esercitazioni militari congiunte negli ultimi anni per rafforzare la sicurezza del commercio marittimo internazionale, combattere la pirateria e il terrorismo marittimo, condividere informazioni sulle operazioni di salvataggio e soccorso navale e scambiare le loro esperienze operative e tattiche.

Le nuove unità navali iraniane, tra cui il cacciatorpediniere Daylaman

Il contrammiraglio Irani ha aggiunto che la fase principale dell’esercitazione si svolgerà nella città portuale di Jask, nel sud-est dell’Iran, durante il decennio delle celebrazioni dell’alba nel febbraio 2024, in occasione del 46° anniversario della vittoria della Rivoluzione Islamica.

Le navi da carico pesante saranno impiegate nella zona marittima entro la fine dell’anno solare iraniano, che termina il 20 marzo 2024.

” Dato l’aumento del numero di navi da trasporto pesante che operano nel paese, abbiamo in programma di istituire una zona marittima molto più ampia a Konarak, nella provincia sud-orientale del Sistan e del Baluchistan “, ha sottolineato il comandante della marina iraniana.

Il contrammiraglio Irani ha anche descritto come “positive” le reazioni degli stati litorali del Caspio all’aggiunta, lunedì, del Deylaman, il nuovo cacciatorpediniere di fabbricazione iraniana, alla flotta della Marina iraniana nel Mar Caspio.

Forza navale Iraniana

La nave da guerra, il cui numero di identificazione dello scafo è 78, è entrata ufficialmente in servizio durante una cerimonia nella città portuale settentrionale di Bandar-e Anzali.

Il capo di stato maggiore delle forze armate iraniane, il maggiore generale Mohammad Hossein Baqeri, il comandante dell’esercito, il maggiore generale Abdolrahim Mousavi e il comandante della marina, contrammiraglio Shahram Irani, hanno partecipato alla cerimonia di varo della nuova nave nel porto di Anzali.

Con un peso di 1.500 tonnellate, il Deylaman è stato progettato e prodotto dal Ministero della Difesa sotto gli auspici della Marina iraniana. È conosciuta come la versione più avanzata delle navi della classe Jamaran.

Riferendosi al volume delle transazioni commerciali nel Mar Caspio e al cambiamento di atteggiamento nei confronti dell’economia marittima e dei trasporti nelle acque interne, egli spera che il cacciatorpediniere Deylaman possa rilanciare il settore commerciale dell’Iran.

” Se noi (l’Iran) possiamo costruire un cacciatorpediniere, allora non ci saranno certamente difficoltà nello sviluppare una nave commerciale [locale] “, ha osservato.

Esperti e tecnici militari iraniani hanno sviluppato negli ultimi anni un’ampia gamma di equipaggiamenti militari, rendendo le forze armate autosufficienti.

L’Iran dispone di diverse unità militari con l’obiettivo di testare la sua prontezza al combattimento contro possibili minacce.

Funzionari iraniani hanno più volte sottolineato che la Repubblica islamica non esiterà a rafforzare le proprie capacità di difesa, sottolineando che esse sono interamente difensive e non saranno mai soggette a negoziati.

Fonte: PressTV

Traduzione: Gerard Trousson

3 commenti su “Russia, Cina e Iran rispondono alle provocazioni USA nell’area del Golfo Persico

  1. In questi anni è cresciuta la produzione navale militare cinese che comprende grandi fregate, nella realtà incrociatori con stazza superiore agli incrociatori usa classe Ticonderoga, portaelicotteri, portaerei (come la Shandong) e sottomarini , questo per fronteggiare nel Pacifico e nelMar della Cina meridonale la famigerata aukus, cioè la nato asiatica, formata dagli usa con la perfida albione e l’australia (che ultima si metterà nei guai).

    Cari saluti

  2. La Cina ” comunista ” ha costruito a Gennaio 2020 dal ” nulla in soli 15 giorni un ospedale attrezzato di tutto con 1000 posti letto con polmoni artificiali !
    In Italia paese Capitalista Fascista Filo-USA con un regime totalitario democratico che si auto-definisce di eccellenza durante l” emergenza influenzale covid19 nel 2020 non è riuscito nemmeno a RIAPRIRE gli Ospedali Italiani che aveva chiuso per poter finanziare le guerre di invasione USA & NATO !
    Gli Ospedali Italiani erano già attrezzati quasi di tutto e potevano essere RIAPERTI e messi in Funzione con una spesa irrisoria di poche migliaia di euro !
    Durante tutta la epidemia influenzale italiana Covid19 tutte le persone immunodepresse comprese le migliaia di cittadini italiani PRO-VAX (vaccinati contro il covid19 ) che moribonde sono finite in ospedale ammalate di Covid19 NON TROVAVANO POSTO NEGLI OSPEDALI ITALIANI PERFINO DOPO DUE ANNI DI EPIDEMIA COVID19 quando ormai stava per finire NATURALMENTE senza bisogno di inutili è mortali vaccinazioni obbligatorie !
    Mi ricordo che qui in Italia ad Ottobre 2021 finivano in coma ammalati di covid19 solo coloro che si erano VACCINATI ANCHE TRE QUATTRO VOLTE contro il Covid19 !
    Tutti i miei coetanei ultra cinquantenni PRO-VAX che si erano vaccinati morivano di infarto o di una morte innaturale non ben specificata anche se erano SANI e senza tare EREDITARIE oppure morivano di COVID19 dopo essere finiti in coma a causa di problemi respiratori poiché non c” erano posti letto venivano lasciati morire nei corridoi degli Ospedali !
    Poi sui giornali e sulle tv Italiane MAFIOSE Pro-VAX dicevano BALLE che erano tutti i NO -VAX a morire !

    1. Caro GRILLO PARLANTE … Sottoscrivo il tuo commento parola per parola ! E’ andata proprio cosi … e le morti “sospette” stanno ancora continuando !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus