"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ron Paul: “si avvicina la fine dell’Impero USA

Mentre Donald Trump sottolinea il suo successo nell’assicurare la stabilità finanziaria, in realtà avviene che il debito fuori controllo e le spese militari dell’America finiranno per far sì che il sistema si arresti e bruci come avvenne negli ultimi giorni dell’Unione Sovietica, ha avvertito Ron Paul, ex congressista statunitense.

Il presidente Trump si è vantato da tempo di portare il suo senso degli affari nel suo ruolo di gestione e di guida negli Stati Uniti d’America, ma nemmeno lui può fermare un imminente tracollo economico, lo ha dichiarato a RT, Ron Paul, ex deputato e candidato alla presidenza USA.

“Il modo in cui lo vedo è in termini economici”, ha detto Paul. “La mia interpretazione è che non è stato il nostro accumulo militare negli Stati Uniti che ha fatto collassare il sistema sovietico. Quello che è successo è stato che i sovietici stavano lavorando con un sistema che noi, persone nei mercati liberi, abbiamo visto come assolutamente non fattibile “.

Parlando delle sue convinzioni nell’economia austriaca, Paul ha detto che il comunismo, insieme al fascismo, al socialismo e persino al keynesianismo (una forma di economia popolare dopo la seconda guerra mondiale) non erano sistemi vitali e alla fine sono falliti, e lo stesso potrebbe accadere con gli Stati Uniti e con il militarismo .

Andremo verso un’improvvisa fase finale catastrofica che è quello che è accaduto al sistema sovietico. Non sarà una fase identica, nel caso dell’URSS c’è stato un movimento di successione e alcuni di questi paesi hanno lasciato il sistema sovietico. I nostri stati probabilmente non si separeranno, ma credo sinceramente che non potremo più permetterci il nostro impero in tutto il mondo”.

Il nostro impero, sebbene non ne rivendichiamo la proprietà, consiste in un enorme base finanziaria ed una enorme influenza, e noi minacciamo con le armi e utilizziamo le sanzioni per tenere unito il nostro impero, [ma] ritengo che questo stia per terminare.

Fonte: RT.com

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Backward 3 mesi fa

    “…Paul ha detto che il comunismo, insieme al fascismo, al socialismo e persino al keynesianismo (una forma di economia popolare dopo la seconda guerra mondiale) non erano sistemi vitali e alla fine sono falliti…”

    E questo basta a qualificare Ron Paul: la finta opposizione americana che lavora per il capitalismo mentre butta un po’ di fumo negli occhi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      backward, ti leggo anche da Maurizio Blondet e vedo che sei solo contro Putin. Se da una parte i giudei askhenaziti, quelli del PR usa, i sionisti, e quelli sefarditi, quelli del PD usa, stiano giocando a distruggere il mondo per poi ritirarsi in Patagonia a vivere come topi sottoterra, ma eletti come unica razza ‘umana’ (?) con diritto di abitarvi, appoggiando e avendo favorito la rinascita della Russia allo scopo…sì, è possibile. Sempre giudei sono, sono sempre stati in america e sono sempre stati in Russia; come anche in Germania: hanno confezionato loro l’ideologia Nazionalsocialista ? Per rientrare in Palestina ? Può anche essere. Ma cmq non hanno fatto i conti con la Cina, gog e magog che romperanno il muro e alla fine invaderanno tutto. E cmq nel dubbio io sto con Putin

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Backward 3 mesi fa

        Caro Atlas, lo sai che Il governatore della Banca Centrale Cinese, Zhou Xiaochuan, in carica dal 2002, faceva parte del consiglio direttivo della Banca per i Regolamenti Internazionali (BIS), apice del potere globalista?
        Lo sai che il primo seggio dello Shanghai Gold Exchange è stato assegnato al gruppo Rothschild, che peraltro commercia oro con la Cina dagli anni ’70?
        Se l’argomento ti interessa, ti invito ad approfondirlo. Oppure puoi fare il tifo per la mano destra dei banchieri o quella sinistra, che è più facile e riempie di (false) speranze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 3 mesi fa

          oggi da solo non puoi stare. Ma neanche ieri. Il Regno delle Due Sicilie ad es. venne invaso da piemontesi e massoneria inglese Rothchild proprio perché se ne stava tranquillo a prosperare nell’oro che gli venne rapinato. Fu annesso e annullato. Fiore e Adinolfi sempre ad es. hanno perso punti con la presa di posizione a favore di pravy sektor e svoboda in Ukraina. Perchè ? Perché quel ‘nazionalismo’ li porta praticamente nella nato, che del nazionalismo ne è il principale nemico. A che gioco giochiamo ? Per fare progredire dinamiche Nazionali all’interno di un sistema internazionale ci vuole molta diplomazia, abilità e pazienza, attenzione ai sabotatori interni ed esterni e a volte sopportazione, ma alla fine se si persevera si costruirà qualcosa di alternativo all’intelligenza eletta. Dove vedo violenza, proclami forti e sfascismo ci vedo sempre la mano loro, degli strateghi della provocazione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio 3 mesi fa

    Questo è un figlio di puttana che dimentica come il fascismo avesse conquistato l’europa attraverso l’esempio e che non sia MAI fallito ma distrutto militarmente dai servi dei giudei perchè faceva gli interessi del popolo, anzi, dei popoli..non c’è bisogno che io, in questo contesto, ricordi i fatti, i partiti e i politici che in occidente governavano al tempo e che venivano in italia a studiare le riforme sociali e non solo, roba impensabile ed inaccettabile per chi è al servizio dei ratti giudei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lister 3 mesi fa

      Non solo l’Europa fu conquistata dal Fascismo, Claudio.
      Le Falangi Fasciste conquistarono consensi in Sudamerica, negli Stati Uniti, in Canada, in Egitto, in Siria, in Irak e persino in Giappone.
      Il Fascismo, come giustamente afferma lei, crollò per volere della lobby ebraica che aveva dichiarato guerra al Fascismo, facendo intervenire i “gendarmi della democrazia” quando, ormai, sarebbe bastato qualche altro viaggetto di V2 su Londra e gli Inglesi avrebbero capitolato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 3 mesi fa

        Uno dei grandi errori di Hitler fu quello di permettere la ritirata di 358mila inglesi a Dunkerque, il Fuhrer fermò gli stukas che avrebbero affondato l’esercito di straccioni inglesi e traditori francesi tra cui de gaulle imbarcati su certe bagnarole che non ce l’hanno manco i clandestini.. era convinto di poter ottenere una resa e si comportò cavallerescamente, Hitler come Mussolini amava la vita, non poteva comportarsi da giudeo.. poi certo, avesse continuato a bombardare londra avrebbe vinto ed ottenuto la pace che cercava.. siamo stati sfigati… vorrei aggiungere anche altri partiti fascisti nel mondo, america first del trasvolatore charles lindberg al quale per fermarlo rapirono il figlio in fasce ( le indagini portano ai soliti ratti giudei ) e edward mosley in inghilterra, non ttalasciando l’amicizia e l’ammirazione del re d’inghilterra giorgio VIII il quale stranamente abdicò..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alessandro 3 mesi fa

      Assolutamente d’accordo con te, le idee fasciste spaventatono il mondo della finanza internazionale.
      Un pease che cresceva il 7% del pil annuale, che costruiva infrastrutture in ogni dove e sopratutto aveva il bilancio in attivo, il peccato dei peccati.
      MALEDETTI USURAI !!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Backward 3 mesi fa

      Precisamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gino 3 mesi fa

    paul è un “libertarian”, ovvero “anarco-capitalista”. la sua è una posizione volta al liberismo estremo, zero stato (o minimissimo).
    ma essendo liberismo estremo, comprende anche la libertà di ogni comunità diversa dalla sua a darsi il sistema politico-economico che più la aggrada.
    per questo è anti interventista in politica estera-militare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Anonimo 3 mesi fa

    Le considerazioni sulle ideologie se le tenga per lui ( non ha titoli per farlo). Sul fatto che gli stati rimarranno coesi non ne sarei tanto sicuro, come non e’ escluso un rovinoso conflitto etnico che sempre ha covato nella struttura sociale americana. La perdita del potere imperialistico e’ il loro ultimo problema

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Renè 3 mesi fa

    Seguo Ron Paul da decenni, lo ritengo persona, pacifista, intellettualmente onesta, purtroppo in perfetta onestà non ha l’intelligenza per capire che il “sistema austriaco” è un’idiozia criminale, una stupidaggine deflazionistica partorita da menti chiuse ed afflitte da complesso di superiorità quali sono gli austriaci.
    Questa demenza austriaca viene smentita ogni giorno da ciò che fanno le banche centrali giapponesi, cinesi, inglesi ammerikane e pure dalla bce… etc… stampano denaro senza inflazione, anzi la deflazione persiste alla faccia delle “previsoni” di quei cretini della “scuola austriaca”
    Purtroppo gli ammerikani sono una massa d’idioti e lo sono perchè fin da bambini vengono educati a prendere per Verità anche le idiozie religiose più dementi ed a “rispettare” chi crede a cretinerie più enormi di quelle a cui già credono loro…
    Così negano il metodo scientifico e qualunque favola che poi incontrano durante la loro vita (dal “Maine” fino all’11Settembre) vengono prese per vere, anche senza nessuna prova.
    L’economia austriaca è ciò che sta strangolando l’Italia ma Ron Paul è troppo ammerikano (boccalone) per capirlo, eppure non sarebbe difficile:
    com’è possibile che il “DEBITO” italiano, ovvero BOT e cct che per la MAGGIORANZA sono il RISPARMIO degli italiani, diventi un problema ?!
    Il “DEBITO PUBBLICO” non è un debito ma un CREDITO che lo Stato deve agli italiani, com’è possibile che “NOI CREDITORI” veniamo dissanguati per ripagarci i nostri stessi soldi?!
    … che lo Stato (compagnista-stupidista) strangoli il popolo per pagargli gl’interessi sui soldi che il popolo ha prestato allo Stato?!
    Il “debito pubblico” italiano è IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI E NON E’ UN PROBLEMA e la piccola parte di debito pubblico italiano in mani (o nasoni) esteri è riacquistabile senza dissanguarsi così il “problema” del “debito pubblico” svanirebbe come neve al Sole.
    Ma poi… chi lo racconterebbe agl’italiani che 15 anni di rapine fiscali erano ingiustificati?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gino 3 mesi fa

      l’economia austriaca è solo un’opera di ingegneria ideologica al soldo della piccola borghesia imprenditoriale e professionista
      che semplicemente non vuole pagare tasse.
      e a tal fine ultimo hanno addirittura inventato un’antropologia (soprattutto rothabard)

      Rispondi Mi piace Non mi piace