"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ron Paul, ex senatore USA: Gli USA combattono contro l’ISIS ed allo stesso tempo lo aiutano

L’ex senatore e candidato del Partito Repubblicano alla Casa Bianca ,Ron Paul, accusa Washington di fornire aiuto al gruppo terrorista dell’ISIS (Daesh in arabo).
“”La nostra posizione è alquanto strana, perchè in un dato momento stiamo contro l’ISIS, nel successivo momento facciamo azioni che realmente aiutano l’ISIS”, ha denunciato l’ex congressista statunitense in una intervista concessa al network russo RT e pubblicata Venerdì.

Nel riferirsi alle recenti offensive della denominata coalizione anti Daesh, diretta dagli USA contro le truppe siriane, che hanno lasciato anche molte vittime fra la popolazione civile, Paul ha messo in evidenza che tali misure belligeranti da parte del paese nordamericano  stanno contraddicendo al loro principale obiettivo nella lotta contro il terrorismo.

Ribadendo che questi attacchi in realtà hanno aiutato il Daesh, il politico USA ha sottolineato che questa “pessima politica” di Washington non risulta fruttifera per la sitruazione in Siria.
Allo stesso modo, in altra parte delle sue dichiarazioni, il congressista ha sottolineato che, a differenza degli USA, che operano senza un permesso del Governo di Damasco in territorio della Siria, la Russia si basa sul diritto internazionale, visto che, ha argomentato, lavora con i governi della Siria, dell’Iran e della Turchia per creare zone ufficiali di esclusione.

Ron Paul

“Stiamo operando al di fuori del diritto internazionale”, ha affermato Paul per poi segnalare che l’ONU non appoggia gli interventi unilaterali degli USA, fatto che, a suo avviso, non serve agli interessi della sicurezza nazionale degli USA.
Ron Paul ha sostenuto che occorre la necessità di una cooperazione tra Washinbgton e Mosca per risolvere la crisi in Siria, che da più di sei anni soffre di una ondata di attacchi terroristici.

La denominata coalizione anti Daesh, diretta dagli USA, ha realizzato il Giovedì 8 Giuugno una incursione aerea contro le forze armate siriane in una zona vicina al passo di frontiera di Al-Tanf, ubicato nel sud est della provincia di Homs, tra il territorio siriano e quello iracheno. Si tratta del terzo attacco della coalizione nelle ultime settimane contro le forze siriane e i loro alleati nella stessa area.
Secondo tutte le informazioni locali, esiste il pericolo che si arrivi ad una confrontazione diretta tra gli USA e l’Esercito siriano ed il suo alleato, la Russia, come conseguenza dei recenti attacchi della coalizione USA contro le truppe siriane.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: J. Manuel De Silva

*

code

  1. lister 4 mesi fa

    E costui se ne accorge adesso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 4 mesi fa

      S’, è stato in ferie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele Simonazzi 4 mesi fa

    Mi spiegate com’e’ che si fa per I piace e non mi piace .Avendo solo un cell da 10 euro non sono pratico di internet .Un video bello con Ron Paul digitate:” from freedom to fascism ita” di Aaron russo che prima di morire ci ha voluto illuminare un po’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 mesi fa

      dove cè il “mi piace” in rosso si avvicina il mouse e si clicca sopra. Spesso io clicco ma non esce nulla. Quando riesce compare la scritta rossa “grazie di aver votato”.
      fa caldo lì, immagino ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele Simonazzi 4 mesi fa

    Allora ,io ho solo una scritta rossa “rispndi” ,di computer non ne ho “aborro” LA tecnologia pero’ devo pur leggere I libri italiani qui non ne esistono.Qui e’ sempre caldo ma adesso e’ LA stag. delle pioggie .Se viene Mardunolbo o chiunque del blog offro io one trip free around island e un tom yam kung con una singha in the beach ,alla faccia del vacchi e del vieri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Idea3online 4 mesi fa

    Esiste il pericolo che si arrivi ad un confronto geopolitico diretto tra gli USA e la Russia in Libia, e di conseguenza stravolgere la politica estera dell’Italia. Ed la Russia così potrà raggiungere due scopi con una sola azione. Se gli USA interferiranno oltre misura in Siria, la Russia interferirà oltre misura in Libia. Qualsiasi mossa degli USA avrà sempre una reazione russa-cinese. Difficile è iniziare per rompere il ghiaccio, ed la Russia ha rotto la Storia Unipolare nel 2014.

    Rispondi Mi piace Non mi piace