Roma e il Vaticano come un luogo ideale per incontrare il presidente della Russia

L’ucraino Zelensky non si è coordinato con il Vaticano sulla proposta di incontrare il presidente russo Putin.
In precedenza, il leader ucraino in un’intervista al quotidiano La Repubblica ha descritto il Vaticano come un luogo ideale per incontrare il presidente della Russia.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky non si è messo d’accordo con il Vaticano circa la sua proposta di organizzare un possibile incontro con il leader russo Vladimir Putin nella città-stato papale. Zelensky ha fatto tutto da solo. Il corrispondente della TASS ha saputo di questo mercoledì da fonti diplomatiche vaticane informate.

“Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, non ha coordinato la sua proposta con il Vaticano, e questa è stata una sorta di sorpresa per il servizio diplomatico vaticano”, ha detto la fonte. Ha anche ricordato il ruolo di mediazione della Santa Sede nella risoluzione dei conflitti.

In un’intervista pubblicata mercoledì su La Repubblica, Zelenskiy ha definito il Vaticano “un luogo ideale per il dialogo [con il presidente russo Vladimir Putin] sulla pace nel Donbass”.
Il Vaticano non ha ancora risposto ufficialmente alla corrispondente richiesta (TASS)

.
Papa Francesco ha più volte affrontato il problema del conflitto nell’Ucraina orientale, esortando le parti ad abbandonare l’escalation di violenza. In particolare, nelle ultime settimane, il pontefice ha espresso preoccupazione per la crescente tensione nella regione.

Zelensky con Putin incontro a Roma /Vaticano ?


Nota: Non è chiaro se Putin potrà accettare l’incontro, visto l’atteggiamento ambiguo e contraddittorio del presidente Zelensky e delle autorità ucraine che, da un lato manifestano intenzioni aggressive per risolvere il problema del Donbass, dall’altro comunicano di essere disponibili al dialogo, rifiutando però di incontrare le controparti, ovvero i rappresentanti delle Repubbliche del Donbass.
Putin potrebbe rispondere che un dialogo con Zelensky è perfettamente inutile senza la presenza dei suoi padroni di Washington da cui notoriamente Zelensky prende ordini. Il presidente ucraino da solo non può decidere nulla ma, da buon comico, può promuovere sceneggiate e Roma e il Vaticano possono essere un ambiente adatto per un effetto teatrale.


Fonte: New Front
Traduzione e nota: Luciano Lago


5 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 20:12h, 28 Aprile Rispondi

    no non fidarti Putin, i vaticani sono CIA-NATO-Pinochet-Videla-Kissinger-Pavelic-Franco-Hitler
    son serpenti, non entrare sul suolo maledetto
    quelli sono avezzi all’ omicidio a tradimento
    non andare a casa di Satana

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:20h, 30 Aprile Rispondi

    Propongo al presidente Z un viaggio a Lourdes o San Giovanni Rotondo….magari si riprende…ma ziofa’

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:24h, 30 Aprile Rispondi

    Propongo al presidente Z un viaggio a Lourdes o San Giovanni Rotondo…magari si riprende…ma ziofa’

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 19:34h, 30 Aprile Rispondi

    Sarebbe meglio mandare l’attoruncolo da strapazzo Zelenskj, “prestato” alla poltica atlantista e elitista, nel paese dei suoi padroni, in usa, (il sogno amerikano!) ma durante disordini razziali o sparatorie con decine di morti nei supermercati …
    Chissà che finalmente non ci resti?

    Cari saluti

Inserisci un Commento