"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Rivelazioni da ribelli siriani addestrati in Siria: ufficiali USA vendono armi all’ISIS tramite intermediari

I ribelli addestrati ed armati dagli istruttori militari americani nella base di At-Tanf , nel sud della Siria, al confine con l’Iraq, hanno rivelato che ufficiali USA vendono armi statunitensi ai terroristi dello “Stato Islamico”, l’informazione è stata confermata anche dall’ex capo delle forze di sicurezza della base, Muhammad Assalam.

Secondo le informazioni, soltanto nell’ultima settimana 40 miliziani sono fuggiti dalla base di Al Tanf disertando dall’Esercito Siriano Libero che viene addestrato dagli USA: parte di questi ex militanti si trovano adesso in un campo vicino Damasco e fra questi c’è sanche questo Asaad Assalem che era stato il capo della sicurezza nel campo. Assalem ha dichiarato che lui ed i suoi miliziani volevano combattere contro lo Stato Islamico ma che si sono resi conto che i militari USA avevano altri obiettivi.

“Il sostegno occultato all’ISIS si esprimeva tramite la vendita di armi fatta da ufficiali USA. Quando lo abbiamo scoperto, lo abbiamo riferito alla direzione USA del campo. Ma a loro volta questi ufficiali della direzione hanno iniziato a dare maggiore supporto al comandante Mugannat Attal, che ricopriva il ruolo di intermediario e faceva affari con l’ISIS. Venivano vendute armi di fabbricazione americana, auto a metano, fucili M-16 in gran numero, mitragliatori e munizioni”- ha detto a RIA Novosti Assalam.

Campo di addestramento terorristi in Siria

Secondo l’interlocutore dell’agenzia, nella base di At-Tanf ci sono siriani pronti a combattere contro l’ISIS, ma questi venivano utilizzati per affrontare l’Esercito siriano con il placet dei militari americani.

Parlando del sostegno della popolazione civile, Assalam ha detto che i militari americani non hanno mostrato alcun interesse ad assistere la popolazione civile, nonostante i campi profughi si trovino a meno di 20 Km. dalla base di At-Tanf. I militari USA erano soltanto intenti a curare i propri interessi ed a realizzare una presenza di truppe USA nel sud della Siria. In generale, ha aggiunto Assalem, loro si comportavano come invasori.

I miliziani addestrati dagli USA e scappati dalla base, hanno riferito in concreto che, durante tutto il tempo della poro permanenza, non è mai stato realizzato alcun attacco contro l’ISIS mentre sono stati effettuati almeno tre volte attacchi contro l’Esercito siriano.

“Nessuna assistenza umanitaria, medica e nessuna protezione dei civili”, ha sottolineato.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione e sintesi: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Giorgio 4 mesi fa

    Quando si parla con le armi in pugno qualsiasi nefandezza è possibile. Logicamente nel torbido ognuno può pescare con la convinzione di essere impunito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace