Rivelato il senso della battuta del boss della NATO Stoltenberg


di Martin Jay
Il fatto che l’Ucraina diventi un membro della NATO in qualsiasi momento, indica uno scenario della terza guerra mondiale, scrive Martin Jay.

Il fatto che l’Ucraina diventi un membro della NATO in qualsiasi momento, indica uno scenario della terza guerra mondiale. Il capo della NATO ha perso la testa o il piano degli americani sta uscendo dai binari?

Quindi la NATO ora sta progettando di far diventare membro l’Ucraina, o almeno questa è la retorica del suo segretario generale che lo ha recentemente annunciato. Dato che l’essenza stessa di ciò che riguarda la guerra in Ucraina è l’appartenenza a questa organizzazione di difesa di 31 membri, sembrerebbe inopportuno che Stoltenberg faccia un simile annuncio, soprattutto considerando che l’Ungheria avrebbe comunque sempre posto il veto a tale idea.

Allora cosa c’è davvero dietro quest’ultima ‘notizia’? Ecco i cinque modi di interpretare il tema dell’adesione dell’Ucraina alla NATO. Allaccia le cinture.

Notizie da non prendere sul serio . Stoltenberg potrebbe semplicemente bluffare? È del tutto possibile, data la mancanza di progressi o vittorie in battaglia da parte dell’Ucraina, che sia preoccupato per la tregua della copertura mediatica e abbia bisogno di dare ai giornalisti un osso da masticare, per distrarli dal riferire “L’Ucraina sta perdendo la guerra”. E questo soggetto membro della NATO lo farebbe certamente per un paio di settimane mentre le truppe ucraine cedono la sconfitta a Bakhmut che viene lentamente presa dalla Russia. Sebbene questa città non sia considerata un ‘premio’ da entrambe le parti, è comunque una schiacciante per il morale delle forze ucraine che hanno subito pesanti perdite e sarà sempre un argomento di discussione negativo per i giornalisti occidentali – o per i pochi che almeno decidono di rapporto sulla perdita dell’Ucraina lì.

Preparazione per le truppe della NATO a combattere in Ucraina.È del tutto possibile che i membri della NATO e il suo capo siano in preda al panico ora che ben oltre 100 miliardi di dollari dati agli ucraini nell’ultimo anno sembrano essere svaniti in termini di hardware del campo di battaglia senza alcun reale progresso in loco; e anche che l’offensiva di primavera che l’Ucraina sta preparando – che probabilmente prenderebbe di mira il ponte di Crimea e città strategiche come Mariupol – è in fase di preparazione ma è altamente rischiosa.
Affinché l’Ucraina possa fare progressi, l’offensiva deve essere audace e questo piano di gioco tutto o niente preoccupa la NATO poiché, in caso di pesanti perdite, spingerà l’Occidente in un angolo nel modo in cui lo spiegano ai propri elettori (soprattutto con la campagna elettorale statunitense che dovrebbe iniziare alla fine dell’estate). Le cose sono così disperate che il piano B di Stoltenberg è che le truppe della NATO – probabilmente dai paesi dell’Europa orientale che hanno più da perdere – vengano inviate in Ucraina? E che questa storia di adesione alla NATO è uno stratagemma per preparare l’occidente a questo scenario, come se la NATO facesse immediatamente parte dell’Ucraina, quindi, in teoria, si applicherebbe l’articolo 5 e sarebbe un processo automatico inviare lì altre truppe della NATO?

Mercenari polacchi

Preparazione per l’invio di mercenari di gruppi neonazisti in Europa . Questa idea potrebbe benissimo essere il compromesso per andare a tutto gas sull’adesione alla NATO e inviare truppe in Ucraina. Invece, i paesi occidentali prenderebbero in considerazione l’idea di esaminare i propri gruppi neonazisti e di inviarli su base informale con la massima plausibile negazione che si tratti di una politica ufficiale? Questo non è così inverosimile come sembra. Nel Regno Unito nel 2011, i servizi di sicurezza hanno dato pieno supporto ai giovani libici per viaggiare lì e combattere con i gruppi di Al Qaeda contro Gheddafi, quindi perché non dovrebbero permettere agli skinhead di recarsi in Ucraina in gran numero per combattere i russi mantenendo la loro sicurezza sociale? benefici a casa?

Garantire che nessun negoziato per la pace possa aver luogo . Uno degli scenari da incubo per l’Occidente, in particolare per gli Stati Uniti, è che Zelenskyj non possa mantenere la sua parte dell’accordo e cerchi di porre fine alla guerra. La NATO e gli Stati Uniti vorrebbero chiaramente escluderlo e quindi come farlo senza causare troppe ricadute? Annunciare l’adesione alla NATO come incentivo per quando la guerra sarà finita. Ma questa narrazione è troppo difficile da digerire per il presidente ucraino, viste le perdite che sta subendo quotidianamente e perché le promesse fatte affinché l’hardware militare dia i suoi frutti e nel tempo. Sembra un modo pulito, rapido e intelligente per escludere qualsiasi colloquio di pace anche tra Stati Uniti e Russia. Un colpo netto.

Biden con Zelensky

Panico dopo che Zelenskyj ha contattato la Cina per mediare la pace. Il problema con il primo piano per garantire che i colloqui di pace tra Stati Uniti e Russia siano bloccati è ovviamente che punta i riflettori su altre superpotenze, o su quella principale, in effetti, la Cina a farsi avanti. Deve essere incredibilmente frustrante per l’amministrazione Biden e il capo della NATO leggere sul giornale alla fine di febbraio che Zelensky sta chiedendo apertamente al premier cinese di venire in Ucraina e di “chiamarlo”. Non ci possono essere aree grigie qui con questo appello. Zelensky vuole che la Cina faccia da mediatore per un accordo di pace poiché sa che è impossibile per i suoi stessi sponsor e i cosiddetti alleati farlo.
Questo, di per sé, potrebbe ben spiegare una certa reazione di panico da parte degli Stati Uniti che è stata avvertita anche dal capo della NATO ed entrambi questi campi stanno guardando a scenari “quando la merda colpisce il ventilatore” di stivali sul terreno.

Fonte: Strategic Culture Foundation.

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM