Rivelati i dettagli dell’aereo spia abbattuto ad Aleppo, in Siria

Fonti militari affermano che l’aereo spia abbattuto lunedì dalla difesa aerea siriana nel sud di Aleppo appartiene agli Stati Uniti.

Nello specificare i dettagli di questo mercoledì sull’abbattimento dell’aereo spia avvenuto nei pressi dell’area di Azan, situata nel sud della provincia di Aleppo , nel nord del Paese arabo, le fonti hanno indicato che si tratta di un drone spia. 4A Global Hawk che è stato abbattuto dal sistema di difesa aerea siriano. Come risulta dalle informazioni fornite dall’account Twitter “Terror Alarm”, il drone del valore di circa $ 200 milioni è stato distrutto con l’aiuto del sistema di difesa aerea Buk-M2E. L’abbattimento è avvenuto nell’area della città siriana di Aleppo.

Le fonti hanno anche evidenziato che il drone statunitense è decollato dalla base aerea di Al-Azraq, nel nord della Giordania , un complesso militare molto attivo dall’inizio delle offensive aeree statunitensi nella regione.

Come riportato dall’agenzia di stampa libanese Al-Khanadeq , l’immediata reazione della difesa aerea siriana ha fermato il tentativo di Washington di invadere lo spazio aereo del Paese arabo.
L’evento è accaduto ad Aleppo, in ottemperanza a un ordine del presidente siriano Bashar al-Asad, che aveva precedentemente autorizzato le sue forze ad abbattere qualsiasi caccia nemico che tentasse di invadere il territorio siriano.

Difesa aerea siriana


Di recente, la difesa aerea siriana si è impegnata con più forza contro obiettivi ostili nello spazio aereo del Paese. Il 25 luglio, il contrammiraglio Vadim Kulit, capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, ha dichiarato che le unità di difesa aerea del Paese arabo avevano intercettato e distrutto due missili guidati israeliani alla periferia di Damasco , la capitale.

Secondo le fonti russe, i missili sono stati lanciati da due caccia F-16 israeliani, spingendo l’esercito siriano a respingere entrambi i proiettili in aria sopra la città di Sayida Zainab, che si trova a circa 10 chilometri a sud di Damasco. .
Dallo scoppio del conflitto in Siria nel 2011, Israele ha più volte attaccato obiettivi militari o civili nel Paese levantino per rallentare la rapida avanzata dell’esercito verso i covi di bande radicali; tuttavia, nella maggior parte dei casi, le unità di difesa aerea siriane hanno sventato tali offensive.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM