Ritorno alle basi fondamentali


di Patrice Raimond .

“I combattimenti che si svolgono in Ucraina sono in definitiva di poca importanza. La guerra, quella vera, è tra Occidente e Russia, e finirà quando una parte crollerà. Questo è esattamente ciò che accadde durante la prima guerra mondiale, quando le potenze centrali crollarono, a causa dell’economia, non perché fossero state sconfitte sul campo di battaglia.

Non è stato così, i combattimenti hanno continuato a svolgersi al di fuori dei loro confini. Furono sconfitti quando, in seguito al blocco attuato dalla marina inglese, diverse centinaia di migliaia di civili tedeschi morirono di fame. La popolazione ha quindi chiesto la fine dei combattimenti, anche se ciò significava accettare la sconfitta.

I russi producono grano, gas, petrolio, fertilizzanti, al di là del loro fabbisogno. Carenze, per loro, significa sostituire le loro BMW con Lada. Questo non tocca il russo medio, che guida una Lada e non prende l’aereo”.
Puoi aggiungere:
“Con noi, è qualcos’altro, e lo vedremo presto. La Gran Bretagna importa metà del suo cibo. A causa della carenza di fertilizzanti, le rese agricole crolleranno e lo sentiremo già nel 2023”.

Questa è la prospettiva di Deagel, con significative riduzioni della popolazione. I paesi occidentali possono solo stampare denaro e sognare.

In effetti, gli imperi centrali sono crollati militarmente. Il primo Paese a chiedere l’armistizio fu la Bulgaria, di fronte allo sfondamento franco-serbo, poi l’Impero Ottomano, ridotto all’Anatolia, minacciato militarmente dallo sfondamento su Istanbul, infine, l’Austria-Ungheria, minacciato dallo stesso sfondamento franco-serba , il fronte italiano era stato frantumato e l’Austria industriale aveva esaurito le scorte di prodotti agricoli che l’Ungheria si riservava.

L’alleanza “tedesco-turaniana” è crollata nel Turan.

Infatti l’unico fronte ancora molto fragile era quello occidentale, ma l’offensiva preparata per il 14 novembre 1918 avrebbe sicuramente risolto il problema vista la sproporzione delle forze presenti in Lorena (6 divisioni contro una cinquantina). Il problema per gli alleati era che la pace sarebbe stata una “pace francese”.

Il grosso problema per la Germania durante questa guerra era stata la sua dipendenza alimentare dalle importazioni, forte prima della guerra, la mancanza di mezzi di trasporto, di fronte alle potenze marittime. Fondamentalmente, era la differenza tra trasporto marittimo e trasporto terrestre che era decisiva. Trasportiamo meno merci con le ferrovie che con una nave. I magazzini dell’esercito tedesco erano pieni di munizioni e armi, e i mezzi per trasportarli erano insufficienti. E i mezzi di trasporto erano anche responsabili dell’approvvigionamento delle popolazioni e dell’industria. Dopo 4 anni, è chiaro che l’equipaggiamento ferroviario era molto invecchiato, era già insufficiente PRIMA della guerra e ancor di più durante di quella. Allo stesso modo, la rete era sovraccaricata.

Per l’Impero Ottomano, la carenza era ancora peggiore e le ferrovie, di scarsa capacità, che portavano a enormi perdite umane, più per carestie ed epidemie che per combattimenti. I soldati ottomani stavano morendo di fame e disertando in massa. L’attacco al Canale di Suez poteva essere effettuato solo con 20.000 uomini.

Come quello, per intraprendere una guerra, ci vogliono grandi scorte e molti margini sui mezzi. Vediamo che gli occidentali non hanno nessuno dei due per l’Ucraina. Solo un’astuzia e una folle presunzione…

Durante questo periodo, i depositi francesi, profondamente mentalmente carenti oltre che incurabili, si concentrano su “che tornino in Africa”. Un altro modo per riconoscere che per gli antirazzisti e le persone svegliate, il continente è un buco di merda. Per l’Europa di merda, ci vuole solo il 2023.

Possiamo anche pensare con ragione che questi “migranti” siano anche profondamente mentalmente carenti e inguaribili. Per precipitarsi in un continente che rischia carestie, pandemie e che morirà di freddo, bisogna farlo stupidamente.

“Se la Russia tiene in Ucraina, il sistema imperiale degli Stati Uniti crolla. »

Per il saggista, con un deficit di 1000 miliardi di dollari sullo scambio di merci e i molteplici segni di stallo sia industriale che militare, l’America oggi detiene il mondo “per simboli” che mascherano la realtà, oltre che per il dominio del dollaro, il suo sistema finanziario, Internet e la lingua inglese. Se la Russia sopravvivesse alle sanzioni, la dimostrazione sarebbe fatta della fine della sua capacità di controllo e costrizione. Le debolezze dell’impero sarebbero smascherate”.

fonte: La chute.over

Traduzione: Gerard Trousson

11 Commenti
  • frankovicz
    Inserito alle 09:25h, 06 Novembre Rispondi

    Le basi fondamentali sono ripristinare la verità e la realtà di cio’ che ci sta accadendo a noi popolo , soggiogato dalla propaganda guerrafondaia dei nato scam fake news outlets : chi vince e chi perde . ecco vorremmo sapere come stanno le cose . Denazificata andata a pvttane?

    • Milan
      Inserito alle 23:08h, 06 Novembre Rispondi

      Le fonti di informazione Russe anche se fanno un po di propaganda PRO-RUSSIA tutto sommato sono oneste è corrette e diffondono notizie reali con dati reali sulla guerra tra Russia e Ucraina ! !
      Mentre le fonti di informazione USA-UK-UE diffondono solamente bufale- invenzioni – favolette per bimbi scemi -notizie spudoratamente false condite di strepitose vittorie Ucraine e di tante altre scemenze !
      Se vuoi avere informazioni vere o comunque attendibili sulla guerra in corso devi informarti da fonti Russe .
      Oppure ti devi informare tramite agenzie giornalistiche ufficiali di paesi liberi e neutrali PRC-Cuba -Venezuela -Brasile-Iran -Nord Corea -Argentina -eccetera ! .
      Ogni agenzia giornalistica ufficiale ha le sue fonti di informazione abbastanza attendibili !
      Anche le agenzie giornalistiche di USA-UK-UE hanno fonti di informazione attendibili però hanno ricevuto l” ordine dai loro governi di diffondere solo BUFALE E FALSE NOTIZIE !
      Purtroppo se vuoi avere notizie vere sulla guerra in Ucraina senza faticare e senza far funzionare il tuo cervello resterai solo deluso !

  • mondo falso
    Inserito alle 09:27h, 06 Novembre Rispondi

    bell articolo

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:37h, 06 Novembre Rispondi

    In breve more solito… più di moschetto poté la panza!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 09:55h, 06 Novembre Rispondi

    Questo è il globalismo che ci hanno imposto. Ogni nazione occidentale è dipendente da altre nazioni. Quasi nessuno è autonomo. Ecco la genialada degli psicopatici occidentali che ci porteranno al collasso. Per questo bisogna investire nell’autosufficienza alimentare ed energetica. Una volta raggiunta possono sferrare tutti gli attacchi finanziari che vogliono….

  • mondo falso
    Inserito alle 14:08h, 06 Novembre Rispondi

    Se sono messi d’accordo come lo spieghi che il Gret reset lo vuole solo il potere in occidente mentre in Oriente il potere vuole sempre più lavoro, fabbriche, economia….

  • Renato 21
    Inserito alle 14:55h, 06 Novembre Rispondi

    Su quali basi di attesta questa affermazione ?

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 15:48h, 06 Novembre Rispondi

    In Ucraina preso finirà l’impero della finanza anglosassone, avremo un mondo con più poli in concorrenza tra loro. L’avidità dei privati soccomba davanti all’interese colletivo.Perdano i Mario Draghi.

  • Giorgio
    Inserito alle 15:48h, 06 Novembre Rispondi

    Non si può essere equidistanti …. Perchè se per ipotesi Russia-Usa-Cina fossero d’accordo, intanto noi ci subiamo l’occupazione USA-NATO ed è questa che dobbiamo combattere, senza contare che la flotta Usa scorrazza nel mediterraneo, nel mar nero, nel golfo persico, davanti alle coste cinesi ….. mentre quelle russe o cinesi purtroppo non sono davanti al golfo del messico o in sud america, in australia ecc. …. non contiamo nemmeno quante basi all’estero hanno gli USA e quante il resto del mondo messo insieme. … Non parliamo poi del fatto che da 80 anni subiamo un modello di società “hollywoodiano” … non certo confuciano o ortodosso …
    In conclusione …. Morte all’america e alla sua liberal democrazia …..e lunga vita ai paesi e popoli resistenti … Russia, Cina, Iran, Nord Corea, Siria, Cuba, Venezuela, Nicaragua, Yemen ecc. ecc.

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 17:38h, 06 Novembre Rispondi

    Probabilmente c’è del vero in quello che scrivi se non si capisce come la Russia si sia impantanata in questa impresa e non reagisca a tuttii gli smacchi subiti sia in mare che sui territori. Probabilmente chi vina vinca a noi gente comune andrà sempre peggio certo non migliorerà.

  • natalino
    Inserito alle 18:14h, 06 Novembre Rispondi

    In effetti la sfida é proprio come é descritta nell’articolo.
    E a niente valgono le sanzioni finaziarie contro la Russia. Tra poco l’occidentale medio capirá che i titoli e derivati finaziari non sono idonei da metterein pentola e tantomeno per l’alimentazione. Il pescivendolo nonché ex presidente della BCE ed ex presidente del consiglio dei ministri all’nagrafe “mario daghi” credo che abbia bisogno di ‘MASTER” alla Gigino a bibitaro il quale sta ancora cercando di capire la diferenza tra bibite fresche e bibite a temperatura ambiente.
    Non per niente grida ai quattro venti assieme agli albionici che la Russia sta affamando il mondo perché sta ostaccolando la consegna di cereali ai paesi poveri che peró spudorattamente vengono dirottati verso l’itaglia, l’inghilterra e paesi europei in genere.
    In questo contesto l’occidente sta alimentando la narrativa sulla prospettiva di un conflitto nucleare per tentare una soluzione rapida anche se dolorosa che peró, secondo lui, non distruggerá completamente la “BISCA” su cui si regge il potere occidentale ben sapendo che la guerra di logoramento impostata dalla Russia alla fine determinerá la sua sudditanza occidentale e la fine della sua supremazia.

Inserisci un Commento