Ritorna la tensione ai confini Ucraina Russia

Come segnalano varie fonti, fra cui l’agenzia russa Avia.pro, è in corso un enorme spiegamento di forze ucraine ai confini della Crimea che ha provveduto a trasferire in questi ultimi giorni attrezzature militari, truppe e carri armati. Sono stati visti diversi treni e camion militari e le fonti ripotano il trasferimento di sistemi missilistici operativi e artiglieria, tutte attrezzature che vengono collocate in prossimità dei confini con la Crimea, la penisola che è parte integrante del territorio russo dal 2014.
L’agenzia di informazione e stampa Avia.pro ha appreso che le apparecchiature vengono trasferite al confine con la Crimea da varie regioni dell’Ucraina, comprese le parti meridionali, occidentali e orientali del paese.
Restano sconosciute le circostanze del dispiegamento delle forze ucraine al confine russo, mentre alcuni utenti della comunità di Telegram hanno ipotizzato che si tratti di un probabile svolgimento di manovre militari, ma non ci sono state dichiarazioni ufficiali in merito da parte del Ministero della Difesa dell’Ucraina finora, il che causa una preoccupazione abbastanza seria nel contesto di minacce da Kiev alla Russia.

Ucraina, militari NATO fotografati al confine del Donbass

Minacce della NATO sul Donbass

Nel frattempo circa un centinaio di militari della NATO sono stati trasferiti sulla line di confine del Donbass da parte dell’Alleanza. Secondo i dati preliminari, stiamo parlando delle unità militari di Danimarca e Gran Bretagna, inoltre, l’esercito di istruttori stranieri si trova relativamente vicino alla linea del fronte, il che non esclude possibili provocazioni da parte dell’Alleanza, che consentiranno ai paesi della NATO di “collegare eventuali provocazioni all’avvio di un’operazione militare contro gli indipendentisti del Donbass.

Secondo le informazioni fornite dalle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, stiamo parlando di specialisti militari che, presumibilmente, dovrebbero essere impegnati nell’addestramento del personale militare delle forze armate dell’Ucraina. Non si sa fino a quando è prevista la permanenza di questo contingente della NATO ma è certo che questi militari si incaricheranno di addestrare io colleghi ucraini nell’utilizzo delle nuove attrezzature che ultimamente sono state trasferite a disposizione dell’esercito ucraino tramite numerosi voli cargo degli aerei USA.

Va notato che in precedenza è stata ripetutamente segnalata l’apparizione nella zona di demarcazione del Donbass di mercenari stranieri provenienti da paesi della NATO che sono stati direttamente coinvolti nelle ostilità contro DPR e LPR, il che non esclude la possibilità che, sotto le spoglie di una missione per addestrare i militari ucraini, i paesi della NATO potrebbero trasferire mercenari nel Donbass.
Fonti: Avia.pro.ru – Isoka

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

15 Commenti
  • Monk
    Inserito alle 13:16h, 06 Giugno Rispondi

    Vi prego, basta, oramai non ci crede più manco il più assiduo giocatore di Risiko. Una regola non scritta di strada dice che le chiacchiere stanno a zero e quando parte una testata te ne accorgi solo quando hai il naso rotto.

  • Niko
    Inserito alle 14:21h, 06 Giugno Rispondi

    In questo sito web, scoppia una guerra ogni settimana….. e cosi’ cresce l’odiens..tanto hanno capito tutti che gli italiani siamo un popolo di beoti e ci beviamo sempre tutto…come ci beviamo il Vairus, da questo sito ci fanno bere la paura COSTANTEMENTE della GUERRA …Alla fin fine non e’ che cambia niente con gli atri manipolatori, che ci inculcano sempre la paura del Vairus..

    • atlas
      Inserito alle 15:05h, 06 Giugno Rispondi

      ma è normale che si ricorra all’intelligenza artificiale … con tutti gli STRONZI che ci sono in giro

    • Hannibal7
      Inserito alle 18:32h, 06 Giugno Rispondi

      Sinceramente io non vivo costantemente con la paura della guerra anzi….
      Le notizie bisogna leggerle si….ma ognuno poi è libero di interpretarle a modo suo….
      Non ho mai letto su Controinformazione un titolo del tipo CORRETE A FARE SCORTE CHE DOMANI SCOPPIA LA GUERRA
      Io me la vivo tranquillamente tanto,anche se fosse, un missile russo non lo potrò fermare

      • Monk
        Inserito alle 20:53h, 06 Giugno Rispondi

        “Non ho mai letto su Controinformazione un titolo del tipo CORRETE A FARE SCORTE CHE DOMANI SCOPPIA LA GUERRA”

        Mah! Più o meno.

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 10:21h, 07 Giugno Rispondi

        veramente qui sembra che ogni mese ne scoppi una…

    • Giorgio
      Inserito alle 19:28h, 06 Giugno Rispondi

      Ma nessuno si beve niente …… le guerre ci sono sempre state …… ma dalla rivoluzione industriale in poi sono proprio nella natura del sistema sociale chiamato libero mercato, capitalismo, liberal democrazia ……
      E poi l’assenza totale di conflitti non è nella natura dell’umanità …… ci sarà, e deve esserci, conflitto aperto tra colonialisti e colonizzati, tra predoni e derubati, tra schiavisti e schiavi, tra miliardari e gente ridotta alla fame, tra idee politiche sbagliate, criminali e genocide, e idee politiche “giuste” che contrastano tutto ciò …….

  • Alberto
    Inserito alle 14:39h, 06 Giugno Rispondi

    Beh, no: l’ansia da guerra e’ un sentimento naturale ed e’ ovvio che la tensione puo’ trasformarsi in episodi o in guerra continua! Io noto che la nato e’ “contenta” di facilitare le ansie naziste e non mi convincerebbe la tesi che cosi’ le terrebbe sotto il proprio controllo visto che anche loro sanno che la guerra e’ cosa seria….se pero’ c’e’ un po’ di carne da cannone……

  • ARMIN
    Inserito alle 15:05h, 06 Giugno Rispondi

    Le cosiddette élite occidentali, JELLATE e rapinatrici, vorrebbero scatenare tutte le guerre che sognano, MA TANTO LE PRENDONO DI SANTA RAGIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Esse sono JELLATE, e TUTTE LE LORO IDEE E INIZIATIVE VANNO IN ROVINA.
    Tu chiamali, se vuoi, fallimenti.
    Auguri.

  • Monk
    Inserito alle 20:51h, 06 Giugno Rispondi

    Sei sicuro sicuro? Ok, attacco con tre armate la Siberia.

    • atlas
      Inserito alle 06:54h, 07 Giugno Rispondi

      te le ricordi queste ? Soprattutto la biondina a sinistra con quei capelli corti che non disturbano sono la mia passione. Almeno finchè potrò permetterlo. Altri facciano guerre pasionarie. Io le farò solo per difendermi da chi mi aggredisce (difficile cmq che scriva ciò che penso realmente, ma non impossibile) https://www.youtube.com/watch?v=li91c3DVBrQ

  • Vecchio storico
    Inserito alle 14:19h, 07 Giugno Rispondi

    Le provocazioni non mancheranno, come nel Golfo del Tonchino, come per le armi di distruzione di massa in Iraq.
    Sarà il battaglione Azov a condurre la provocazione.
    A questo punto Putin non potrà più tirarsi indietro e vi saranno massicci lanci missilistici, aerei e d’artiglieria sulle posizioni ucraine.
    Con danni incalcolabili.
    Seguirà una crisi politica a Kiev, sollevazioni popolari ed operazione di peace-keeping russa tra Don-Bass, Crimea e restante ucraina.

  • antonio
    Inserito alle 14:49h, 07 Giugno Rispondi

    gli yankees-jewish pagano le guerre di invasione, ma il sangue non lo mettono mai

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:01h, 07 Giugno Rispondi

    Accipicchia quanti veggenti…
    Qualche numero buono da giocare???
    Almeno chiudo col lavorare e me ne vado in Salento

    • Giorgio
      Inserito alle 18:53h, 07 Giugno Rispondi

      Eh si Hannibal7 ……. non tutto quello che è probabile o possibile si realizza poi effettivamente …..

Inserisci un Commento