Ritorna la tensione ai confini Ucraina Russia

Come segnalano varie fonti, fra cui l’agenzia russa Avia.pro, è in corso un enorme spiegamento di forze ucraine ai confini della Crimea che ha provveduto a trasferire in questi ultimi giorni attrezzature militari, truppe e carri armati. Sono stati visti diversi treni e camion militari e le fonti ripotano il trasferimento di sistemi missilistici operativi e artiglieria, tutte attrezzature che vengono collocate in prossimità dei confini con la Crimea, la penisola che è parte integrante del territorio russo dal 2014.
L’agenzia di informazione e stampa Avia.pro ha appreso che le apparecchiature vengono trasferite al confine con la Crimea da varie regioni dell’Ucraina, comprese le parti meridionali, occidentali e orientali del paese.
Restano sconosciute le circostanze del dispiegamento delle forze ucraine al confine russo, mentre alcuni utenti della comunità di Telegram hanno ipotizzato che si tratti di un probabile svolgimento di manovre militari, ma non ci sono state dichiarazioni ufficiali in merito da parte del Ministero della Difesa dell’Ucraina finora, il che causa una preoccupazione abbastanza seria nel contesto di minacce da Kiev alla Russia.

Ucraina, militari NATO fotografati al confine del Donbass

Minacce della NATO sul Donbass

Nel frattempo circa un centinaio di militari della NATO sono stati trasferiti sulla line di confine del Donbass da parte dell’Alleanza. Secondo i dati preliminari, stiamo parlando delle unità militari di Danimarca e Gran Bretagna, inoltre, l’esercito di istruttori stranieri si trova relativamente vicino alla linea del fronte, il che non esclude possibili provocazioni da parte dell’Alleanza, che consentiranno ai paesi della NATO di “collegare eventuali provocazioni all’avvio di un’operazione militare contro gli indipendentisti del Donbass.

Secondo le informazioni fornite dalle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, stiamo parlando di specialisti militari che, presumibilmente, dovrebbero essere impegnati nell’addestramento del personale militare delle forze armate dell’Ucraina. Non si sa fino a quando è prevista la permanenza di questo contingente della NATO ma è certo che questi militari si incaricheranno di addestrare io colleghi ucraini nell’utilizzo delle nuove attrezzature che ultimamente sono state trasferite a disposizione dell’esercito ucraino tramite numerosi voli cargo degli aerei USA.

Va notato che in precedenza è stata ripetutamente segnalata l’apparizione nella zona di demarcazione del Donbass di mercenari stranieri provenienti da paesi della NATO che sono stati direttamente coinvolti nelle ostilità contro DPR e LPR, il che non esclude la possibilità che, sotto le spoglie di una missione per addestrare i militari ucraini, i paesi della NATO potrebbero trasferire mercenari nel Donbass.
Fonti: Avia.pro.ru – Isoka

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM