"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Risposta russo siriana alle minacce del comando USA: ponti flottanti per attraversare il fiume Eufrate

Pochi giorni addietro, una fonte collegata con il comando USA delle truppe statunitensi che si trovano in Siria, in appoggio delle Forze Democratiche Siriane (FDS) composte da curdi e arabi, aveva dichiarato che i militari statunitensi non avrebbero permesso all’Esercito siriano di avanzare attraversando il fiume Eufrate nei pressi della città di Deir Ezzor, da poco conquistata dall’Esecito siriano. 

La fonte, citata in forma anonima, aveva indicato che il comandante aggiunto della coalizione, Robert Jones, aveva anche minacciato di bombardare l’Esercito sriano se questi avesse oltrepasssato il fiume fino alle foci orientali di questo.

In realtà l’offensiva iniziata dall’Esercito siriano ed i suoi alleati contro i gruppi terroristi dell’ISIS nella città di Deir Ezzor e dintorni, aveva spiazzato le forze del FDS, spalleggiate dagli USA che puntavano da Nord Est per raggiungere la stessa zona, con il pericolo di scontrarsi con le forze governative di Damasco. La coalizione diretta dagli USA aveva dichiarato di appoggiare l’avanzata di queste forze curdo siriane ed aveva fornito a queste ogni genere di armamenti.

La risposta delle forze Siriane e russe non ha tardato ad arrivare: sono comparsi da ieri sulle rive dell’Eufrate, nei pressi di Deir Ezzor,  i ponti flottanti forniti dal genio militare Russo per consentire l’attraversamento del fiume Eufrate, visto che i ponti esistenti erano stati tutti bombardati dall’aviazione USA per impedire il passaggio dei reparti dell’Esercito siriano.

Sono comparse le foto dei materiali logistici posizionati sulle rive occidentale del fiume e questo potrà significare una rapida avanzata dei reparti dell’Esercito siriano per completare la conquista della  provincia di Deir Ezzor. Nella parte nord  occidentale di detta provincia sono ancora impantanate le milizie curde che non riescono ancora ad avere ragione delle forze dell’ISIS trincerate nella città di Raqqa, dove i grupi terroristi continuano ad opporre una forte resistenza, mantenedo la popolazione civile in ostaggio.

Il giornale siriano Al Watan sostiene che i primi reparti dell’Esercito siriano sono già riusciti ad attraversare il fiume con gli automezzi ed i blindati, grazie ai ponti flottanti russi e sono arrivati alle foci orientali del fiume Eufrate dove continua la rapida avanzata e l’offensiva delle forze siriane.

Missili Kalibr dal mare sulle posizioni dell’ISIS

Nello stesso tempo, dai sommergibili della Flotta Russa nel mediterraneo orientale, sono stati sparati missili da crociera Kalibr contro le postazioni dell’ISIS presenti nella zona sud est di Deir Ezzor, con obiettivo i posti di comando dei terroristi, i centri di comunicazione, i depositi di armi e munizioni di cui  le bande terroriste disponevano in diverse zone. I missili hanno percorso una distanza di 500/670 Kilometri, colpendo con precisione gli obiettivi, facendoli esplodere i depositi e distruggendo completamente le postazioni, secondo il comunicato trasmesso dal comando militare russo.

Postazioni antiaeree SS-400

I sommergibili alla fine di agosto si erano uniti alle unità navali russe che incrociano nel Mediterraneo orientale in appoggio alla campagna militare antiterrorista che le forze russe stanno conducendo, su richiesta del Governo di Damasco, per liberare il paese dai gruppi terroristi armati sponsorizzati dalle  potenze esterne (USA ed Arabia Saudita).

Nota: Questa azione congiunta delle forze siriane e russe, accompagnata dall’appoggio dell’aviazione di Mosca e di Damasco, dimostra la determinazione del Comado russo nel  perseguire l’obiettivo di liberazione totale del territorio siriano dalla presenza dei terroristi, anche a costo di contrastare e far arretrare i reparti dell’FDS appoggiati dagli USA che cercano di  prendere il controllo di una parte del territorio a nord est della Siria per costituire una entità curda autonoma.

Mosca ha messo in campo tutte le sue migliori forze, inclusi i sistemi antiaerei SS-300 e SS-400 , per non consentitre alle forze di altri paesi di attuare il loro progetto di smembramento della Siria, progetto già fallito visto che ormai circa l’85/90 % del territorio siriano, inclusa la zona di frontiera tra Siria-Iraq e Giordania, di trova sotto il controllo delle forze siriane e dei loro alleati.

Fonte: Al Manar

Traduzione: L.Lago

*

code

  1. Anonimo 3 mesi fa

    Ottima altra notizia, che riempie di gioia, oltre a quella, gia’ arrivata della conquista di Deir Ezzor !
    Mandare a cagare americojons con i loro lacche’, e continuare l’eliminazione dei ratti di fogna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MauriZIO 3 mesi fa

    Tutto OK !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Joseph** 3 mesi fa

    Ora aspettiamoci, Dio non voglia, una forte risposta militare da parte degli americani, con gli israeliani, i sauditi e i lacchè europei, pieni di sacro furore verso i russi-siriani. Il deludente Trump, senza più forza per portare avanti con convinzione le sue originali idee e azioni politiche, sarà costretto a combinare un altro casino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Annibale55 3 mesi fa

      Uhm…credo che il grande problema delle forze occidentali è che bisogna andare sul campo e schivare le pallottole nemiche…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Stefano 3 mesi fa

    Non sapouamo quante forze russe vi siano sul campo dietro le linee siriane. Forse poche na molto specializzate. Il profilo basso. Questo rappresenta il potenziale effettivo dei Russi. Che ha sorpreso tutti. Probabilmedovra’ Putin dovra’ aumentare il potenziale militare e farsi vedere in prima linea. Israele senza usanon pyo fate nulla, pochi uomini per un campo di battaglia cosi ampio. Molti vedevano i rusdi come secondi, oggi devono stare attenti. Voi cosa ne pensate. Probabilmente il spetznaz e uno dei piu micidiali corpi militari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Annibale55 3 mesi fa

    FORZA SIRIA !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lister 3 mesi fa

      Forza VLAD!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace