Riparte l’Invasione delle coste italiane con il favore dei venti e dei governi affiliati alla “Open Society”


di Luciano Lago

Grazie al ribaltone di governo in Italia, neutralizzato Salvini, riparte l’invasione dalle coste della Sicilia con il sostegno delle centrali mondialiste, della UE, dell’ONU, dei potentati finanziari, della Open Society di George Soros, del Vaticano e con il plauso di Papa Bergoglio. Dopo gli ultimi numerosi sbarchi a Lampedusa, ormai saturata l’isola e traferiti con ponte aereo qualche centinaio di migranti, si crea spazio per nuove odate di migranti e clandestini e si attrezzano altri porti della Sicilia dove riceverli. Si prevede che verranno a migliaia e bisogna predisporre tutte le attrezzature e procedere ad arruolare volontari, mediatori culturali, assistenti e istruttori per i campi profughi.
Previsto un nuovo mega sbarco di ONG a Messina, dove la ONG “Ocean Viking” sbarcherà fra poco i 182 immigrati irregolari recuperati in tre riprese davanti la Libia. Quello di Messina è stato indicato alla ONG,” Sos Mediterranée” e di “Medici senza frontiere come” porto sicuro” dove sbarcare il carico di africani imbarcati in Libia grazie ai servizi della “Anonima Scafisti”, che di volta in volta segnala alla ONG di turno il barcone da cui trasferire i migranti. Superfluo dire che la stessa organizzazione sta segnalando altri barconi al largo della Libia in modo da favorire altri trasferimenti e nuovi sbarchi.

Questo accade mentre anche dalla Tunisia si incrementa una rotta attraverso il Canale di Sicilia considerata più sicura e più breve per raggiungere le coste italiane e di conseguenza i trafficanti e l’Anonima Scafisti si sono attrezzati per incrementare su tale rotta il traffico di esseri umani.
Il traffico dei nuovi schiavi, come noto, rende enormi profitti milionari e i trafficanti e scafisti stanno lavorando con “offerte a saldi”, del tipo “paghi uno e imbarchi due”, visto il momento favorevole offerto dal cambio di governo in Italia. Questa operazione di maggiori sbarchi consente alle mafie di disporre di mano d’opera a basso costo per i più disparati lavori, oltre ad incrementare le necessità della mafia nigeriana che aveva richiesto altri migranti per sviluppare maggiormente il fiorente racket della prostituzione e quello della droga, che arreca enormi profitti.
Considerando che, soltanto in Libia, l’ONU ha calcolato che ci siano almento 800.000 migranti pronti ad imbarcarsi, visto che dalla Libia alla Sicilia si nega l’esistenza di altri porti sicuri se non quelli italiani, sarà fatale prevedere una mega ondata migratoria a breve sulle coste siciliane.

Sbarco migranti africani in Sicilia


Il governo PD-5 Stelle si è dimostrato sensibile alla necessità di trasferire dalla Libia quanti più migranti possibile e favorire anche le esigenze di questi gruppi di nigeriani ormai stabilmente radicati sul territorio ed ha deciso quindi di aprire i porti e consentire l’arrivo di nuovi migranti. Questa favorevole predisposizione si verifica anche perchè i Di Maio e gli Zingaretti ormai sanno che questa gente che arriva dal continente africano sarà prima o poi la nuova base elettorale del PD e dei 5 Stelle, visto che sarà difficile trovare italiani che votino ancora per tali partiti, mentre la gratitudine spingerà i nuovi migranti, una volta ottenuto lo “Ius Soli” e la cittadinanza, a votare per coloro che hanno favorito l’invasione. Non è escluso che anche scafisti e mafie parteciperanno alle prossime campagne elettorali come sponsor dei partiti per le migrazioni e, assieme a Soros, assicureranno un deciso appoggio finanziario a PD ed ai 5 Stelle.

Gentiloni tranquillizza Soros: i porti sono aperti


Si stanno avverando le profezie di quanti prevedevano una prossima “africanizzazione” dell’Italia e dell’Europa, fra questi la compianta antropologa Ida Magli e, più di recente, lo scrittore di origine americano, Stephen Smith, il quale nel suo recente libro, ” La Ruée Vers l’Europe” (The Rush for Europa), aveva previsto che :
” Un quarto degli abitanti dell’Europa – oltre la metà di loro di età inferiore ai 30 anni – saranno” africani “nel 2050 “. Questa è la sorprendente conclusione che Stephen Smith annuncia nel suo libro.
Smith, citando numerose fonti, afferma che almeno 150 milioni di africani verranno in Europa nel prossimo quarto di secolo. Sottolinea che il loro alto tasso di natalità e il loro comunitarismo cambieranno per sempre il volto dell’Europa.
La causa numero uno di questa migrazione illegale, scrive Smith, è la pressione demografica: “Il 40% della popolazione africana ha meno di 15 anni … mentre nel sud del Sahara l’80% ha meno di 30 anni “. Smith sottolinea che, anche se non vi fosse corruzione e il sistema dovesse funzionare correttamente, non c’è modo che la crescita economica possa tenere il passo con la popolazione.
Coloro che arrivano, scrive Smith, sono per lo più maschi non istruiti e spesso analfabeti in età da combattimento. ” L’ovvio abuso del diritto di asilo “, afferma Smith, sta diventando il sistema per entrare in Europa. ” Nel 2016 … l’80% delle richieste di asilo sono state respinte ” che Smith usa per dimostrare che si tratta di migranti economici che sfruttano le leggi europee.
Una volta in Europa, è facile ordinare loro di andarsene; è quasi impossibile farli andare via o rimpatriarli. Stephen Smith è un sociologo, esperto africanista ed ha lavorato come analista per conto delle Nazioni Unite. Non è quindi uno sprovveduto che spara cifre e previsioni senza fondamento.
D’altra parte, per quanto riguarda l’Italia e i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, si sa che il giro d’affari delle migrazioni nel Mediterraneo è stato calcolato in circa 150 miliardi e, poichè appare in forte crescita, sarà una fonte finanziaria che avrà il suo peso nel panorama politico italiano. Anche le mafie e gli scafisti vorranno avere i propri candidati di riferimento. Questo è il bello della democrazia.
Il futuro è ormai dietro l’angolo e molti ancora non se ne sono accorti. I tempi cambiano cantava Bob Dylan
(“The Times They Are A-Changin’ ..”) .

14 Commenti

  • Alfonso
    23 Settembre 2019

    Vi seguo sempre.. Ma non sono d’accordo on quanto scrivete. Salvini l’ha fatto da solo il ribaltone.. E voi che siete gente in gamba dovete sempre rimarcarlo..

  • MDA
    23 Settembre 2019

    mi viene da ridere quando leggo che nel 2018 ci sono 5.225.000 stranieri.
    Nel 1998 eran solo 1.000.000.
    Peccato che dopo 10anni quel 1milione sono diventati italiani. E ne frattempo hanno figliato in italia e i loro figli dopo 18anni, al compimento della maggiore età, diventano italiani. Tanto è vero che balotelli e kean nati tra il 1990 e il 2000 sono italiani.
    Facendo una stima prudente direi che gli “italiani” balotellizzati sono 15milioni…ma temo 20.

    digitate
    http://demo.istat.it/strasa2003/index.html
    cliccate su tavola
    poi cambiate anno 2004,2005,2006,ecc…fino al 2018 e divertitevi…..ah naturalmente dati pre 2000 non ci sono +…..

    • Paolo
      24 Settembre 2019

      Il trasformista è il vostro sponsor salvini che in 48 ore, ubriaco di mojito è di cubiste Credendosi un dio ha sfiduciato il governo convinto che con il suo misero 17% gli avrebbe consentito di andare ad elezioni, pure il suo datore di lavoro, il Berlusca, gli ha consigliato di smettere di bere mojito,

  • MDA
    23 Settembre 2019

    notate ad esempio:
    http://demo.istat.it/strasa2003/index.html
    e
    http://demo.istat.it/strasa2004/index.html
    da 1,milione549
    a
    1milione 990
    non solo 450mila stranieri in più (poi ci sarebbe da fare considerazioni sui centenari e su come inps controlla esistenza in vita….ma vabbè stendiamo velo pietoso).
    ma notate che i 29.000bambini di 1anno del 2003 diventano 32.000 bambini di 2anni.
    E così per ogni fascia di età.
    Il tutto senza considerare che i maggiorenni arrivati nel 1993, nel 2003 escono dalla condizione di stranieri ed entrano in quella ufficiale di italiani.
    Insomma i 5.000.000 o 6.000.000 numero kabbalihstico per eccellenza di cui si raglia ogni volta che si affronta questione, diventano farlocchi….

    • robyt
      24 Settembre 2019

      questo commento è da incorniciare. Queste statistiche sono farlocche, i dati che ci danno sono totalmente fuorvianti. Il vero problema non sono gli illegali (che certo sono quelli più pericolosi nel breve periodo), ma le nuove cittadinanze (l’italia ha fatto record mondiale nella storia come numero assoluto di cittadinanze date a stranieri in un solo anno nel 2017).

  • Alvise
    23 Settembre 2019

    Bene, bene.
    Un popolo di cretini sottomessi si merita anche di peggio.

  • Cagliostro
    24 Settembre 2019

    Ahahalhahahahh
    Redazione, siete patetici, cancellate i commenti che vi sputtanano,
    Il capiton coniglio lo ha fatto da solo il ribaltone e adesso accusa gli altri, e voi lo sostenete pure, alla faccia di proclami di obiettività,
    Non avrei mai creduto che vi vendete x così poco,

  • Eugenio Orso
    24 Settembre 2019

    Cosa ci si aspettava? Che gli assisini elitisti, muovendo i loro servi sub-politici locali rinunciassero al piano di sostituzione della popolazione (italiana, nella fattispecie)?
    Dopo aver permesso l’insediamento del governicchi giallo-verde falso rivoluzionario, per “stemperare” un’eventuale protesta di massa, lo hanno deposto e sostituito con il governicchio dei loro cocchi – l’immondo piddì e frattagliesinistroidi varie – tenendosi il 5stalle in rapido declino per avere i numeri.
    Chiaro che le ondate di immigrati arriveranno copiose!
    Ormai gli assassini elitisti (mi verrebbe da scrivere ebrei, ma non solo ….) hanno l’Italia in pugno e raggiungeranno tutti i loro obbiettivi stragisti:
    1) Distruzione del manifatturiero italiano e nuove privatizzazioni
    2) Predare il risparmio privato nazionale.
    3) Mettere le mani sulle parti pregiate del patrimonio immobiliare.
    4) Sostituire progressivamente la popolazione autoctona per comprimere ancor di più il costo del lavoro e controllarla meglio.
    Di più: non esiste opposizione vera al loro piano criminale!

    Cari saluti

  • MDA
    24 Settembre 2019

    Caro RobyT.
    Ringraziamo anche il signor tremaglia e la sua intelligentissima legge su cittadinanza e voto a italiani all’estero. Ora l austria la prendera’ a pretesto x cittadinanza ad altoatesini.
    Ah mi raccomando. Quando tremagla3 si candidera’ in fratelli massoni, votarlo in massa!

  • Monk
    24 Settembre 2019

    Una zingara ruba scarpine da bimbo del valore di 300,00 € e i poliziotti dopo averla fermata fanno una colletta per lasciargliele; una tizia si becca un cazzottone in un sottopasso da un negrone e poi dichiara che la follia non conosce razze; un’attricetta viene picchiata da un magrebino e in ospedale dice che ha bisogno di amore; molti buonisti accolgono a braccia aperte gli invasori poi si lamentano che sono troppi o gli mangiano cani e gatti.
    Meritiamo il peggio, la bibbia della mafia nigeriana parla chiaro: violenza senza pietà, nulla di personale quando si uccide, è la normalità per consolidare il potere in un territorio pieno vili autoctoni. Fossi al posto loro inizierei subito a sgozzare gli italioti, tanto non faremmo nulla, scommettiamo? Poi ci sono dissidenti radical chic che credono alle votazioni politiche dei massoni ebrei, siamo a posto, cari futuri cadaveri

  • Sandro
    25 Settembre 2019

    Non sono esperto in questioni miserevoli come quelle organizzate dalla comunità europea – sbarchi non sbarchi – , però, spero di sbagliare, se tanto mi da tanto, credo di aver capito che si vuol africanizzare l’Italia.

    Uno dei motivi è dovuto al fatto che stanno obbligando gli italiani più promettenti ad abbandonare la propria terra, insieme alle industrie di maggior pregio (a queste ultime la manovalanza dei neri non serve). L’altro è che gli italiani, meno promettenti – di certo non per colpa ma e mancanze di risorse economiche ed altro – devono soggiornare, per ragioni di salute, meno possibile nella terra nativa.

    Qualche esempio? La somatostatina, prima che il prof. Di Bella la scoprisse come medicamento primario per la cura dei tumori, era disponibile in farmacia a chiunque per pochi euro. Ora che se ne è accertata l’efficacia, ha un prezzo proibitivo e non mutuabile. Altro esempio. La melatonina , in dose appropriata , prima che il prof. Di Bella ne scoprisse l’efficacia multifattoriale per lo stato di salute dell’essere umano, era venduta a chiunque, anche nei supermercati e nelle erboristerie come integratori, per facilitare – questo si diceva – il riposo notturno.

    Nulla di più falso. Da quando è stato accertato che la melatonina – da non confondersi con la melanina – in dosaggio di 3/5 mg.* regolarizza i ritmi circadiani (bioritmi* e, dunque, anche il sonno/veglia) che se ben modulati garantirebbero un’aspettativa di vita di tutto rispetto e in salute , tale medicamento è ora sparito dalle farmacie e concesso solo in compresse innocue da 1 mg. Tale dosaggio, non solo non ha alcun effetto ma risulta costosissimo al prezzo medio di 11/13 euro a confezione se si considera che la melatonina ha un prezzo alla produzione di euro 55 al kg. Pertanto 3mg. hanno un costo all’origine pari a 0.000165 euro a compressa.

    *Tale dosaggio si può ottenere solo su preparazione galenica (composto preparato dal farmacista su richiesta specifica) ed esclusivamente su ricetta medica. Inoltre – e questo fa riflettere – è necessario che il medico apponga , cosa che non risulti sia obbligatorio su altre prescrizioni, l’assunzione di responsabilità per iperdosaggio. Dunque quei medici disposti a emettere una ricetta per un prodotto che in precedenza veniva elargito nei supermercati, tra bibite e merendine, devono avere l’ardire di farlo.

    * talmente essenziali per mantenersi in salute, al punto di aver indotto la nuova generazione di giovani ad alterarli drammaticamente, con il divertirsi soprattutto in notte inoltrata (movidia) perdendo sonno.

Inserisci un Commento

*

code