Rileggi gli avvertimenti di John Pilger sull’atteggiamento guerrafondaio degli Stati Uniti contro Russia e Cina

di Caitlin Johnstone

Nel marzo 2016, il famoso giornalista e regista australiano John Pilger ha pubblicato un articolo intitolato “ È iniziata una guerra mondiale ”. Questo articolo metteva in guardia contro l’escalation aggressiva dell’impero americano contro Russia e Cina. Rileggere parti di questo articolo nel 2023 è come guardare qualcuno posizionare bandiere accanto a semi appena piantati che alla fine diventerebbero i giganteschi problemi che il nostro mondo oggi deve affrontare.

È come ascoltare un viaggiatore del tempo che avverte le persone del passato di un grosso errore che stanno per commettere. Pilger discute delle provocazioni statunitensi in Ucraina, del militarismo della NATO e dell’accerchiamento della Cina, e mette in guardia dal crescente rischio di una guerra nucleare, sottolineando che la spesa per le testate nucleari “è aumentata più bruscamente sotto Obama che sotto qualsiasi altro presidente americano .

Negli ultimi diciotto mesi, lungo il confine occidentale della Russia ha avuto luogo il più grande ammassamento di forze militari dalla seconda guerra mondiale – guidato dagli Stati Uniti”, scrive Pilger . “ Non era dai tempi dell’invasione dell’Unione Sovietica da parte di Hitler che le truppe straniere rappresentassero una minaccia così evidente per la Russia.

L’Ucraina, una volta parte dell’Unione Sovietica, è diventata un parco a tema della CIA ”, scrive Pilger. “ Dopo aver orchestrato un colpo di stato a Kiev, Washington controlla di fatto un regime vicino ostile alla Russia: un regime marcio dalla presenza di nazisti, letteralmente. Eminenti parlamentari ucraini sono i discendenti politici dei famosi fascisti dell’OUN e dell’UPA. Lodano apertamente Hitler e chiedono la persecuzione e l’espulsione della minoranza di lingua russa ”.

“ In Lettonia, Lituania ed Estonia, paesi confinanti con la Russia, l’esercito americano schiera truppe da combattimento, carri armati e armi pesanti. Questa provocazione estrema da parte della seconda potenza nucleare del mondo incontra il silenzio del resto dell’Occidente ”.

“ Ciò che rende la prospettiva di una guerra nucleare ancora più pericolosa è una campagna parallela contro la Cina”, continua Pilger. “ Gli Stati Uniti circondano la Cina con una rete di basi, missili balistici, gruppi d’attacco e bombardieri nucleari. Questo arco mortale si estende dall’Australia alle Isole del Pacifico, alle Marianne, alle Marshall e a Guam, alle Filippine, alla Tailandia, a Okinawa, alla Corea e, attraverso l’Eurasia, all’Afghanistan e all’India.
L’America ha messo il cappio attorno al collo della Cina. Questa non è una novità. Il silenzio dei media, corrisponde alla guerra attraverso i media ”.

Pilger ha sottolineato come il suo paese natale, l’Australia, sia stato coinvolto nei preparativi di guerra di Washington contro la Cina, una tendenza che da allora si è intensificata drammaticamente mentre i tamburi di guerra diventavano più forti.

“ Nel 2015, in completa segretezza, gli Stati Uniti e l’Australia hanno organizzato la più grande esercitazione militare aria-mare della storia recente, nota come Talisman Sabre”, ha scritto . “ Il suo scopo era provare un piano di battaglia aria-mare, bloccando le rotte marittime, come gli stretti di Malacca e Lombok, che tagliavano l’accesso della Cina al petrolio, al gas e ad altre materie prime vitali dal Medio Oriente e dall’Africa .

Pilger ha scritto tutto questo mentre si preparava all’uscita del suo eccellente film “ The Coming War on China ”, che sarebbe uscito entro la fine dell’anno. Mostra come gli Stati Uniti abbiano circondato la Cina con macchine da guerra in un modo che sarebbe considerato un atto di guerra se avesse avuto luogo vicino alle coste americane, e sottolinea la gravità della prospettiva di un conflitto nucleare.

Tutto ciò di cui Pilger aveva messo in guardia si è rivelato realtà. Una guerra in Ucraina è scoppiata in seguito al colpo di stato sostenuto dagli Stati Uniti nel 2014 e al timore della Russia di una NATO sempre più espansionistica e militarista, mentre l’accerchiamento militare della Cina da parte degli Stati Uniti è cresciuto rapidamente mentre le ostilità tra le due superpotenze acceleravano verso un punto di rottura, in gran parte facilitato dalla base militare delle dimensioni di un continente conosciuta come Australia. Quello che nel 2016 era solo un problema sostanziale sta ora facendo notizia.
Sollevo questa domanda perché penso che sia utile dimostrare che da anni siamo sulla strada del conflitto globale tra le grandi potenze e che si sta svolgendo in un modo che alcuni hanno visto arrivare a chilometri. Gran parte del lavoro di Pilger potrebbe essere definito profetico, ma Pilger non è un profeta: è solo un reporter pratico che ha esaminato criticamente il comportamento dell’impero per decenni. È stato in grado di individuare la traiettoria su cui si trovava il nostro mondo prima di molti altri, e da allora quella traiettoria è continuata con una velocità spaventosa.

Se riesci a vedere il percorso di un oggetto, puoi determinare dove posizionarti per ostacolarne il percorso. Il fatto che in tutti questi anni siamo stati su una traiettoria lineare verso il conflitto globale tra stati dotati di armi nucleari dimostra che opporsi a quella traiettoria è di importanza esistenziale per ogni organismo vivente su questo pianeta. Eppure i media vogliono ancora che ci concentriamo sui pettegolezzi sulle celebrità, sulla politica infima e su Donald Trump.

La guerra mondiale è sempre più vicina a noi. Dobbiamo rompere il silenzio e opporci. I nostri leader ci guidano in questa direzione ormai da molto tempo e non se ne allontaneranno finché non li costringeremo a farlo.

fonte: Caitlin Johnstone

Traduzione: Gerard Trousson

5 commenti su “Rileggi gli avvertimenti di John Pilger sull’atteggiamento guerrafondaio degli Stati Uniti contro Russia e Cina

  1. Mi sembra logico che gli Usa che in genere detengono il potere mondiale lottino e facciano del tutto per mantenerlo, sicuramente non lo abbandoneranno senza lottare per sopraffare quelli che loro reputano i loro nemici, ci riusciranno forse si forse no dipende dalla determinazione con cui lo fanno, sanno benissimo che quanto più tempo passa e più la Cina si rafforza ed il gap tecnologico fra i 2 contendenti diminuisce fino ad invertirsi, per cui sanno benissimo che devono fare in fretta o non avranno più possibilità le comunità cinesi sono sparse per tutto il mondo, cinesi sono oltre 2 miliardi di persone gli Usa circa 360.000 che speranza hanno di sopraffarli a parità di armamenti. NESSUNA

  2. Russia e Cina devono ad costo portare la guerra in casa negli USA !
    Devono fare un colpo di Stato in Mexico e mettere al governo un Messicano Nazionalista che vuole riavere indietro ad ogni costo le terre Messicane che gli USA invasero e rubarono nel 1840 al Messico naturalmente Russia e Cina devono finanziare ed armare il povero Messico fino ai denti perché possa difendersi da una probabile azione militare o terroristica USA e dei suoi paesi satelliti UK-UE-NATO noti aggressori ed invasori di paesi indifesi e piccoli !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM