Riepilogando i fatti e le versioni: Israel-Siria (Iran) Escalation Ultima Notte

Beirut: La scorsa notte, almeno 20 missili sono stati lanciati dalla Siria meridionale su posizioni dell’esercito israeliano nelle alture del Golan. Secondo quanto riferito, il razzo mirava ai seguenti obiettivi israeliani:

Un quartier generale della brigata di confine 9900
Un quartier generale della brigata di frontiera 810
Una struttura di indagine tecnica ed elettronica
Un quartier generale dell’impianto di disturbo EW
Una struttura di comunicazione e trasmissione
Un campo d’aviazione di elicotteri
Un avamposto a Hermon Mount
HQ di unità di montagna

La parte israeliana ha accusato l’Iran di condurre questo attacco, che alcuni esperti hanno considerato come la risposta di Teheran ai recenti attacchi israeliani alla base aerea T4 in Siria, dove alcuni militari iraniani sono stati uccisi.

Alcuni canali Telegram pro-russi diffondono  immagini false come esempio del danno causato dal bombardamento del razzo.
In risposta, l’esercito israeliano ha bombardato le posizioni dell’esercito arabo siriano e delle forze di difesa nazionali vicino ad Hadar e Khan Arnabah nel governatorato della Siria meridionale di al-Quneitra.

Più tardi Israele ha effettuato bombardamenti su 35 obiettivi in ​​tutta la Siria, comprese aree nella parte meridionale del paese, la campagna di Damasco e la provincia di Homs.
Secondo l’agenzia di stampa siriana SANA, le forze di difesa aerea siriane hanno intercettato decine di missili israeliani “impedendo a molti di loro di raggiungere i loro obiettivi”. Tuttavia, una parte dei missili ha colpito “un certo numero di battaglioni di difesa aerea, radar e un deposito di munizioni”.

L’esercito libanese ha detto che 4 aerei da guerra israeliani hanno violato lo spazio aereo libanese nello stesso arco di tempo  in cui Israele stava portando avanti attacchi sulla Siria.

Il ministro della Difesa israeliano Avigdor Liberman ha affermato che quasi tutte le infrastrutture iraniane in Siria sono state distrutte.

“Non permetteremo all’Iran di trasformare la Siria in una base di partenza per attività contro Israele. Questa è la nostra politica chiara e la seguiamo “, ha affermato. “Se abbiamo [di missili] pioggia, loro avranno un’alluvione”, ha detto Sid. “Gli iraniani hanno tentato di attaccare il territorio israeliano, ma non un singolo missile ha colpito Israele. Alcuni sono caduti  in Siria e alcuni sono stati  abbattuti dalla Cupola di Ferro. Abbiamo colpito quasi tutte le infrastrutture iraniane in Siria “.

Gli Stati Uniti hanno sostenuto pubblicamente le azioni israeliane.

“Questo dimostra solo che non ci si può fidare del regime iraniano. Israele ha assolutamente il diritto sovrano di difendersi e noi li appoggiamo in ogni sforzo che hanno per difendersi “, ha detto alla Fox News la segretaria della stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders. “Ancora una volta, penso che questa attività e questa azione siano solo un’ulteriore dimostrazione del fatto che il regime iraniano non può essere considerato attendibile e un altro buon ricordo che il presidente ha preso la decisione giusta per uscire dall’accordo con l’Iran”.

L’attuale escalation è avvenuta dopo l’annuncio dell’8 maggio da parte del presidente Donald Trump che gli Stati Uniti si stanno ritirando dall’accordo nucleare iraniano.

Fonte: South Front

Traduzione: L.Lago

Truppe siriane e parti del missile intercettato:

Siriani mostrano missile distrutto

 

Font

11 Commenti

  • Animaligebbia
    10 maggio 2018

    Ci siamo.

    • Walter
      10 maggio 2018

      Ne sei proprio sicuro? Secondo me resterà una sorta di “guerra a bassa intensità” ancora a lungo.

  • Max
    10 maggio 2018

    Quando i primi missili raggiungeranno il suolo idi Israele, allora partirà in maniera pesante la terza guerra mondiale!

  • Walter
    10 maggio 2018

    Se qualcuno non l’avesse capito, l’Iran le ha prese da Israele in territorio siriano. E la Russia, avvisata in anticipo dei raid israeliani, è stata a guardare. La Russia, del resto, ha interesse a mantenere la PROPRIA presenza militare in Siria (e in Iran), non quella della Repubblica islamica. Gli stati e le nazioni non sono 4 amici al bar che si vogliono bene, fanno ognuno i propri interessi. E un Iran troppo ricco, stabile, militarmente indipendente e in espansione sul territorio siriano non è nell’interesse della Russia che, invece, preferisce avere a che fare con un alleato che ha qualche difficoltà e, quindi, ha bisogno del suo appoggio e della sua protezione. L’Iran ha circa 160 miliardi di barili di riserve petrolifere e ne estrae circa 3 milioni e mezzo al giorno; la Russia ha riserve per circa 80 miliardi di barili, la metà dell’Iran, ed estre il suo petrolio ad un ritmo di tre volte circa quello iraniano… è difficile guardare al futuro e fare 2+2?

    • Idea3online
      10 maggio 2018

      Israele se non fosse per la misericordia di Dio che lo tiene in piedi sarebbe già scomparso millenni fa, è solo per la promessa fatta ad Abraamo, ma nei prossimi anni, nei prossimi decenni, solo un piccolo rimanente si salverà come sempre, Israele ha subito più disciplina da parte di Dio che dai suoi nemici, molti dei suoi problemi sono dovuti proprio a questa relazione che ha con la Profezia.

      • Walter
        10 maggio 2018

        Se lo dici tu… a me sembra che si possa spiegare il tutto anche in termini umani, senza scomodare Dio.

      • Woland
        10 maggio 2018

        Questo di oggi è il falso Israele, che non ha niente a che vedere con i piani di Dio.

        • Idea3online
          10 maggio 2018

          Anche Erode era un Re che non rappresentava Israele, ma era Re di Israele, e Gesù si presentò in quel periodo quando c’era un falso Re, ed Israele non era il vero Israele anche in quel periodo. La Storia si ripete, Terza Guerra Mondiale e Terzo Tempio vanno a braccetto…

        • Walter
          11 maggio 2018

          Quindi Dio ha fallito i suoi piani? Non ci fa una gran bella figura… ma non doveva essere onnipotente e infallibile?

          • Idea3online
            11 maggio 2018

            Se consideriamo 6000 anni come 6 giorni, non ha fallito ma in meno di una settimana ha ripristinato il programma, tutto accadde circa 6 giorni fa, ed il periodo di 6 giorni o 6000 anni sta per chiudersi…secondo il calendario ebraico siamo al 5778 anno….

  • Mardunolbo
    10 maggio 2018

    Notizia di qualche giorno fa , ma importante per capire “cosa bolle in pentola” !

Inserisci un Commento

*

code