Riconciliazione russa: gruppi terroristici pianificano di attaccare le basi siriane e russe


Il Centro di riconciliazione in Russia conferma che gruppi terroristici attivi a Idlib, Aleppo e Latakia si stanno preparando a lanciare attacchi contro siti militari affiliati a Mosca e Damasco.

Il vice capo del Centro di riconciliazione russo in Siria, ammiraglio Vadim Collet, ha riferito che “gruppi terroristici si stanno preparando a lanciare attacchi contro siti militari appartenenti sia a Mosca che a Damasco”.

Secondo Collet, questi gruppi sono attivi nelle province di Idlib, Aleppo e Latakia.
Collet ha spiegato che i dati ricevuti dal centro dalle agenzie di intelligence siriane mostrano che i gruppi “Partito islamico del Turkistan” e “Ansar al-Tawhid” si stavano preparando a effettuare “attacchi alle basi militari russe e siriane utilizzando droni di fabbricazione locale”.
I due gruppi utilizzeranno “sistemi di lancio missilistico multiplo a lungo raggio”, secondo Collett.

Forze russe all’interno della base Hmeimim in Siria

Il vice capo del Centro di riconciliazione russo ha aggiunto che la leadership del gruppo russo e le forze armate siriane “adotteranno le necessarie misure proattive per prevenire provocazioni armate da parte dei terroristi”.

L’annuncio del centro arriva dopo le dichiarazioni del capo dell’intelligence estera russa, Sergei Naryshkin, secondo cui gli Stati Uniti d’America “si stanno preparando ad aiutare i militanti a compiere attacchi terroristici in Siria”.

Secondo Naryshkin, questi attacchi colpiscono “luoghi pubblici affollati e istituzioni governative siriane”.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

3 commenti su “Riconciliazione russa: gruppi terroristici pianificano di attaccare le basi siriane e russe

  1. cercano in tutto il mondo chi aizzare per mantenere la situazione di emergenza che tanto bene fa alla loro (e nostra) economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM