APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Richiesta una visita psichiatrica per Benjamin Netanyahu, vista la sua ultima “sceneggiata” all’ONU

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ancora una volta fatto il proprio ingresso alle Nazioni Unite per recitare nuovi episodi teatrali contro l’Iran, ripetendo la sua confusa sceneggiata per affermare che l’Iran sta lavorando per sviluppare armi nucleari in siti “segreti”.

Come già previsto, Netanyahu ha usato una mappa e fotografie di un edificio che sosteneva essere un “deposito segreto di armi atomiche” nella capitale iraniana, Teheran, questo per giustificare le sue false accuse durante il suo discorso di giovedì alla 73a sessione annuale delle Nazioni Unite. Assemblea a New York.

“A maggio abbiamo esposto il sito dell’archivio atomico segreto dell’Iran, oggi sto rivelando il sito di una seconda struttura, il magazzino atomico segreto dell’Iran”, ha affermato il primo ministro israeliano, che ha aggiunto: “L’Iran non ha abbandonato il suo obiettivo di sviluppare il Armi nucleari .”

Netanyahu si riferiva al suo precedente discutibile spettacolo contro l’Iran, durante il quale era andato in diretta in televisione e aveva messo in mostra quello che ha chiamato documenti da un magazzino segreto a Teheran.
Le affermazioni arrivano mentre l’Iran è stato già elogiato dalla comunità mondiale per essersi pienamente impegnato  nel suo accordo nucleare del 2015 con le potenze mondiali, nonostante il tanto criticato ritiro unilaterale di Washington dall”accordo internazionale.

Il rispetto da parte dell’Iran dell’accordo è stato verificato in numerose relazioni dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’organismo di controllo nucleare delle Nazioni Unite, che utilizza meccanismi rigorosi per monitorare l’aspetto tecnico dell’attuazione dell’accordo.

Durante il suo sfogo anti-Iran, Netanyahu ha ulteriormente criticato l’Unione Europea per aver sostenuto con fermezza l’accordo nucleare dopo che Washington, influenzata dall’intensa attività di lobbying israeliana, ha demolito il trattato internazionale.

“Mentre gli Stati Uniti stanno affrontando l’Iran con nuove sanzioni, l’Europa e altri stanno placando l’Iran cercando di aiutarlo a scavalcare le nuove sanzioni”, ha detto Netanyahu, riferendosi agli sforzi dell’UE per compensare l’assenza di Washington e mantenere l’Iran nell’accordo.
La nuova sceneggiata di Netanyahu all’ONU non era una novità. Gli osservatori dicono che il premier israeliano si concede abitualmente la teatralità come metodo per influenzare l’opinione pubblica, senza fornire alcuna prova a sostegno delle sue affermazioni.

Durante la sua drammatica performance all’inizio di maggio – ampiamente ridicolizzata in Iran e all’estero – Netanyahu ha affermato che agenti con l’agenzia di spionaggio del Mossad israeliano sono riusciti a entrare nel magazzino in un’operazione durante la notte e riportare “mezza tonnellata di materiale” che consiste di 55.000 pagine e altri 55.000 file su 183 CD. Un racconto degno di un film di spionaggio fatto a Hollywood.
In quell’occasione, il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha definito il premier israeliano “il ragazzo che non può smettere di piangere contro lupo che è di nuovo alla sua porta”, ricordando un discorso anti-Iran di Netanyahu all’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2012, durante il quale ha usato una bomba a fumetti nel tentativo di ritrarre la Repubblica islamica come una minaccia.

Tranne che negli Stati Uniti, le affermazioni di Netanyahu, tuttavia, sono cadute nel vuoto, con la stessa Federica Mogherini, capo della politica estera dell’Unione europea, che ha dichiarato che la presentazione non incrina la conformità dell’Iran all’accordo nucleare.

Incoraggiato dal sostegno acritico degli Stati Uniti sotto il presidente Donald Trump, Netanyahu ha persino minacciato l’Iran di un attacco nucleare durante un discorso dalla segreta struttura del regime nucleare di Dimona.

In risposta, Teheran ha scritto alle Nazioni Unite , invitando l’organismo mondiale a condannare Israele per la minaccia dell’attacco nucleare e portare sotto la sua supervisione il programma di armi atomiche del regime di Israele.
La risposta del ministro iraniano Zarif: “Netanyahu deve spiegare come Israele, in quanto unico detentore di armi nucleari nella regione del Medio Oriente, possa essere nella condizione di inscenare accuse così sfrontate contro un paese il cui programma [nucleare] è stato più volte dichiarato pacifico dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) “, ha detto Zarif all’IRNA giovedì.

Zarif ha detto che la mossa di Netanyahu mira solo a distogliere l’attenzione dal fatto che il regime israeliano è “la più grande minaccia per il Medio Oriente” dato che si trova vicino a un impianto di armi nucleari e minaccia altri stati con annientamento atomico.

“Il regime di Tel Aviv non riuscirà mai a realizzare nulla giocando con queste sceneggiate patetiche”, ha aggiunto il ministro degli esteri iraniano.

“Abbiamo visto negli ultimi giorni la portata dell’isolamento degli Stati Uniti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e al Consiglio di sicurezza come risultato delle politiche che Netanyahu ha imposto a Washington. Ora possiamo immaginare quanto siano isolati gli israeliani stessi che sono riusciti a trascinare gli Stati Uniti in una tale situazione di isolamento “, ha affermato Zarif.

I commenti al Palazzo di Vetro fra i delegati delle Nazioni presenti sono stati in stragrande maggioranza di commiserazione per Netanyhau e alcuni dei delegati hanno richiesto con urgenza che lo stesso premier israeliano si sottoponga quanto prima ad una visita pscichiatrica, visto il suo evidente stato di psicosi ossessiva contro l’Iran.
Benjamin Netanyahu.

Fonti:   Press TV      RT News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. redfifer 3 settimane fa

    Solo per Netanyahu la perizia psichiatrica? Se la rendessero obbligatoria per tutti gli ebrei sionisti non se ne salverebbe uno! Liberman sta forze meglio di Netanyahu?

    E vogliamo parlare della popolazione che va con le sdraio sulla collina a vedere come al cinema i bombardamenti dal vivo, secondo voi stanno bene?

    Rispondi Mi piace Non mi piace