Recentissime: Saif Gheddafi correrà per la presidenza libica

BEIRUT, LIBANO (15:45) – Il figlio del defunto Mu’ammar Gheddafi, , ha in programma di candidarsi alla presidenza libica dopo aver trascorso sei anni in prigione, secondo quanto riportato da Egypt Today.

Bassem al-Hashimi al-Soul, portavoce della famiglia Gheddafi, ha confermato il rapporto in un’intervista rilasciata a RIA Novosti:

“Saif al-Islam annuncerà la sua candidatura alla presidenza nel prossimo futuro – questo è un problema già deciso, non è più in discussione. Annuncerà la sua decisione dagli schermi televisivi e dai mass media. Fisserà la data concreta uno di questi giorni “, ha detto al-Soul.

“Saif al-Islam Gheddafi, figlio dell’ex presidente libico, gode del sostegno delle tribù maggiori in Libia, così da poter correre per le prossime elezioni presidenziali previste per il 2018”, ha osservato Al-Soul.

Le simpatie pro Gheddafi sono aumentate in molta parte della poolazione libica, soprattutto dopo l’insuccesso della manifestazione indetta dall’imprenditore libico-svizzero Igtet.

Le fonti locali dicono che Saif al-Islam si trova attualmente libero ma sotto protezione in quanto è noto che l’intelligence occidentale (CIA ed M16 ) lo ricerca per eliminarlo, essendo questi al corente di molti segreti del precedente regime libico e dei rapporti finanziari di Gheddafi con esponenti politici occidentali.

Fonte: AL Masdar News

8 Commenti

  • PieroValleregia
    18 dicembre 2017

    Le fonti locali dicono che Saif al-Islam si trova attualmente libero ma sotto protezione in quanto è noto che l’intelligence occidentale (CIA ed M16 ) lo ricerca per eliminarlo, essendo questi al corente di molti segreti del precedente regime libico e dei rapporti finanziari di Gheddafi con esponenti politici occidentali.
    cit articolo
    in pratica è un (quasi) morto che cammina …
    E poi, avrà le stesse capacità del padre ? … e, se anche le avesse, letto quanto sopra che fine farebbe ?
    un saluto
    Piero e famiglia

  • Manente
    18 dicembre 2017

    Auguriamo a Said Gheddafi di vincere le elezioni e di riportare il proprio Paese alla pace ed alla prosperità in cui viveva prima che suo padre venisse assassinato dagli anglo-sionisti, dal nano giudeo Sarkozy e dall’orrido Napolitano padre di tutti i traditori. Quanto ai sicari della cia-mossad-m16 che vorrebbero fargli fare la fine di suo padre, è segno che i criminali che hanno assassinato Gheddafi hanno molto da temere dal fatto che suo figlio possa di nuovo arrivare al potere !

    • lister
      18 dicembre 2017

      Mi associo al suo augurio: una sua vittoria sarebbe una sonora pernacchia agli assassini del padre ed alla mandante Killary Clinton.

  • atlas
    19 dicembre 2017

    Piero: e allora facciamo tutti quanti una vita da topi e non se ne parli più…invece credo che questi apparati, come la cia, il mossad, l’aisi, fanno si terrore, ma è vero anche che non possono eliminarci tutti. E poi c’è il controspionaggio. Se la Russia si attivasse con gli italici le loro operazioni si potrebbero prevenire e vincerle. Se no è inutile che poi si reclama per un sistema di ingiustizie sociali quando lo si accetta supinamente. Credo che sia all’altezza del padre, forse anche di più

    • PieroValleregia
      19 dicembre 2017

      … hai ragione Atlas; ieri ho scritto così perchè ero un po alterato per altri fatti ma, ragionando con freddezza, non posso che darti ragione.
      Estendo anche io i miei auguri al figlio di Gheddafi e che, la sua possibile elezione, sia l’inizio di un risveglio generale
      un saluto
      Piero e famiglia

      • Citodacal
        19 dicembre 2017

        Tuttavia ho letto le sue precedenti considerazioni non come una calata di brache, bensì come un’analisi dei “dubia” che si presentano alla possibile opera di Gheddafi figlio; in questo senso non rappresentano un contrasto all’auspicarne il successo, quanto piuttosto un primo sviscerare le possibili difficoltà che potrebbero opporglisi.

  • GRAF
    19 dicembre 2017

    “Anche I bambini di 14 anni SANNO queste cose”. Dicendo cosi Atlas lei dimostra o di non girare e viaggiare oppure e’IN malafede ,xche’ di TUTTE le persons che incontro olandesi tedeschi francesi australiani ecc e italiani nessuno sa sullo SULLO STRAPOTERE EBRAICO SUL MONOPOLIO DELLE BANCHE DELL’INFORMAZIONE ECC ,percio’ stia attento alle belinate che dice xche’ non tutti dormono poi da me anzi ci sveglia a quest’ora

Inserisci un Commento

*

code