RAPPRESAGLIA RUSSA: MASSICCIO ATTACCO CONTRO L’UCRAINA IN CORSO

Il ministero della Difesa russo ha informato di un massiccio attacco effettuato da questa notte contro strutture militari e concentrazioni di truppe dell’AFU.

Questo attacco missilistico è atipico. La scala è maggiore di qualsiasi cosa abbiamo visto negli ultimi mesi.

Missili, bombe e droni stanno prendendo di mira dozzine di postazioni e strutture dell’AFU in varie direzioni.
l ministero della Difesa russo ha utilizzato in maniera massiccia droni Geran-2, missili X-22/32 e altre munizioni. Almeno sette vettori missilistici strategici Tu-22M3 hanno effettuato attacchi.

Vengono lanciati i missili da crociera X-101 e Kalibr. Le navi della flotta russa del Mar Nero hanno effettuato un lancio di gruppo di missili da crociera Kalibr.

È già noto di numerose esplosioni nella regione di Odessa. È stato riferito che sono stati registrati almeno 7 colpi su strutture dell’AFU. Ci sono anche rapporti secondo cui un attacco missilistico ha danneggiato il ponte di Zatoka, attraverso il quale l’AFU stava portando riserve, carburante e attrezzature dalla Romania a Kherson e Mykolaiv.
I depositi di munizioni vicino a Zatoka, Odessa Oblast, così come le attrezzature occidentali in arrivo in Ucraina, compresi i carri leopardi tedeschi vicino all’aeroporto locale, erano probabili obiettivi degli attacchi.

Inoltre, ci sono segnalazioni di incursioni con uso di munizioni di sbarramento dal nord dell’Ucraina. Kiev, Chernihiv, Sumy, Odessa, Ugledar e Bakhmut sono colpite da missili e attacchi aerei. Ora ci sono esplosioni a Kiev.
Un rapporto notturno di analisti militari ucraini diceva:
– La situazione nei quartieri occidentali della città è molto difficile.
– Il nemico ha incorso un’avanzata, finora non possiamo fermarlo.

L’aviazione russa ha effettuato attacchi contro gli accumuli di truppe e mezzi dell’AFU nell’area di Chasov Yar. I media locali riferiscono dell’inizio dell’utilizzo di bombe aeree plananti in quella zona.

L’opinione pubblica locale riferisce anche di attacchi contro postazioni dell’AFU nella regione di Zaporizhzhia e vicino a Slavyansk con bombe plananti.

Sono stati dichiarati allarmi aerei in tutte le regioni meridionali e centrali dell’Ucraina.
Si parla di una attcco massiccio di rappresaglia, voluto dal comando russo, che rappresenta una risposta agli attacchi ucraini sul territorio russo degli ultimi giorni.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM