Rapporto: Le Forze Saudite Uccidono 21 Donne Yemenite e vari Bambini – L’Iran Denuncia “L’attacco Selvaggio”


Continuano i crimini della coalizione Saudita-USA contro la popolazione dello Yemen, nel silenzio dei media occidentali.

TEHRAN – Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Bahram Qassemi ha condannato fermamente la coalizione guidata dai sauditi per un recente attacco che ha ucciso almeno 21 donne e bambini yemeniti, descrivendolo come un attacco “selvaggio”.

In una dichiarazione rilasciata lunedì, Qassemi ha deplorato il continuo silenzio delle organizzazioni internazionali e dei gruppi per i “diritti umani” sostenuti dall’Occidente sui crimini disumani della coalizione a guida saudita nello Yemen.

“La voce di donne innocenti e bambini dello Yemen, che dopo anni di sofferenza per la fame e gli impatti della tragedia umana nel paese sono vittime ogni giorno nel modo più brutale possibile con le armi donate e vendute da alcuni paesi occidentali agli invasori , non si sente finché sono vivi “, ha detto.

Tuttavia, le morti dei civili yemeniti dimostrano quanto siano false e ipocrite le dichiarazioni degli autoproclamati “difensori dei diritti umani” che si dimostrano complici dei crimini commessi nel paese, ha aggiunto il portavoce. Si riferisce all’intero complesso dei paesi della Lega araba, succubi dei finanziamenti sauditi, e delle ONG occidentali che promuovono i diritti umani soltanto nell’attivismo e nelle notizie commercializzate presso il pubblico occidentale, ma che hanno quasi sempre ignorato i crimini dell’Arabia Saudita contro il popolo yemenita.

Assedio e colera nello Yemen

Domenica scorsa, aerei da guerra sauditi hanno attaccato e distrutto una casa piena di civili nascosti nella provincia nordoccidentale di Hajjah dello Yemen, uccidendo almeno 21 civili all’interno. La gente del posto dice che le vittime erano 20 donne e un bambino.

I membri della tribù che hanno familiarità con la situazione hanno detto che la casa, nel villaggio di Tallan, era comunemente usata dalle donne nel villaggio per nascondersi durante gli scontri nella zona.

La popolazione indifesa dello Yemen è stata oggetto di massicci attacchi da parte della coalizione saudita-USA per circa quattro anni, ma Riyadh non ha raggiunto nessuno dei suoi obiettivi militari perseguiti fino ad ora nello Yemen.

Da marzo 2015, l’Arabia Saudita e alcuni dei suoi alleati arabi hanno compiuto attacchi aerei mortali indiscriminati su obiettivi civili, scuole, case, ospedali, mercati, diretti anche contro il movimento Houthi Ansarullah nel tentativo di ripristinare il potere al fuggitivo ex presidente Abd Rabbuh Mansour Hadi, uno stretto alleato di Riyadh.

Il 25 marzo il Ministero dei diritti umani yemenita ha annunciato che la guerra aveva lasciato 600.000 civili morti e feriti fino a quel momento.
La guerra e il blocco aeronavale decretato contro il paese hanno anche causato forti carestie e malattie diffuse (come il colera) nello Yemen. Il tutto avviene nel silenzio quasi totale dei media occidentali che continuano a fornire l’Arabia Saudita massicciamente di armi, in primis gli Stati Uniti, seguiti da Regno Unito e dalla Francia di Emanule Macron, i cui governi si proclamano “difensori dei diritti umani e delle democrazie”.

Fonte: FRN

Traduzione: Lisandro ALvarado

Inserisci un Commento

*

code