Rapporto: Le autorità britanniche hanno finanziato programmi segreti per indebolire la Russia

Sono trapelati documenti del Ministero degli Esteri e dello Sviluppo Internazionale della Gran Bretagna che affermano che l’agenzia ha sponsorizzato Reuters e la BBC per una serie di programmi segreti volti a promuovere il cambio di regime in Russia e minare il suo governo nell’Europa orientale e in Asia centrale.

Il finanziamento è passato attraverso un dipartimento ombra all’interno dell’FCO del Regno Unito noto come “Counter Disinformation & Media Development” (CDMD) (le cifre del budget per il dipartimento non sono state ufficialmente rivelate per motivi di sicurezza nazionale).

Secondo i documenti trapelati, l’organizzazione dei media operava a fianco di un gruppo di funzionari dell’intelligence in un’organizzazione segreta nota semplicemente come “Consorzio”. I programmi FCO, secondo i documenti, sono stati eseguiti in collaborazione con Bellingcat, Meduza e Mediazona.

Il marchio dei servizi britannici sempre attivi contro la Russia

In particolare, la portavoce della “Thomson Reuters Foundation”, Jenny Wereker, ha confermato indirettamente l’autenticità dei documenti. Rispondendo alle domande di Grayzone via e-mail, Wereker ha dichiarato: “La conclusione che la Thomson Reuters Foundation si è impegnata in” attività segrete “è inaccurata e travisa il nostro lavoro nell’interesse pubblico. Per decenni abbiamo sostenuto apertamente una stampa libera e aiutato i giornalisti di tutto il mondo a sviluppare le competenze necessarie per fare reportage in modo indipendente “.

Inoltre, le stesse fonti (il gruppo di hacker Anonymous) hanno fatto trapelare online documenti FCO nell’ottobre 2020 che parlavano degli sforzi del Regno Unito per il cambio di regime in Siria. La loro autenticità è stata confermata dal ministero.

Il ministero degli Esteri russo è già riuscito a reagire ai documenti trapelati. La portavoce del ministero Maria Zakharova ha scritto sulla sua Facebook: “Lo stiamo leggendo e aspettiamo la reazione di Londra. E se niente fosse vero? Dovremo parlare apertamente: milioni di sterline sono state sprecate in campagne informative segrete ”.


Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti

  • Eugenio Orso
    24 Febbraio 2021

    La gran bretagna post brexit rappresenta una stella in più nella bandiera usa, anche se ancora ufficialmente non compare.
    Brexit non ha voluto dire indipendenza assoluta per i britannici, come forse sperava il UK Indipendence Party, ma semplicemente la stella in più nella bandiera usa.

    Cari saluti

    • atlas
      25 Febbraio 2021

      e il Canada ? E l’Australia ? Loro hanno combattuto Adolf Hitler ma non hanno potuto fare a meno di riconoscere che il vincolo razziale, nel loro caso anglosassone, è quello che gli permette di imperare. Ancora per poco. La Russia è molto ben armata, le armi nucleari ci libereranno da questa situazione di merda; in modo totale e definitivo. Per tutti, anche per quei giudei che occupano ancora impunemente la Palestina e il mondo intero. Col concorso dei giudeizzati, la maggior parte dei porci che ci circondano

      li vedi dappertutto, in metro, sul treno, al caffè, in divise. La merda è un’ossessione dal maleodore soffocante tipico della democrazia

      passeggiate in riva al mare, musica, Famiglia, amicizie selezionate, zero TV e belle donne la medicina che tiene alla larga dalle infezioni

  • antonio
    24 Febbraio 2021

    i satanici storici, usa gb vaticano coordinati dai Savi di Sion ?

Inserisci un Commento