Rapporto: la BBC utilizza video d’archivio per riaccendere il caos in Iran


La BBC, dove alcuni dei suoi giornalisti hanno collegamenti al servizio di spionaggio britannico MI6, utilizza i video d’archivio appena ricevuti, rivela un rapporto.

In un rapporto pubblicato lunedì, l’agenzia di stampa iraniana Tasnim esamina il ruolo dell’agenzia di stampa britannica BBC Persian nell’alimentare le rivolte e gli atti di vandalismo in Iran.

Dall’inizio dei disordini di strada a Teheran (la capitale) e in alcune altre città iraniane, BBC Persian , attraverso il suo canale TV e il canale Telegram, pubblicando notizie citando le sue fonti, ha invitato i rivoltosi a provocare caos e violenza e ha chiesto loro di inviargli video di distruzione di beni pubblici e scontri con la polizia tramite un numero di contatto WhatsApp.

Allo stesso modo, dopo aver ricevuto i video e le immagini, gli agenti dei media li hanno contattati tramite il messenger WhatsApp e hanno cercato di condurre l’ambiente verso una situazione più violenta e distruttiva.

Per raggiungere questo obiettivo, l’outlet britannico ha anche utilizzato immagini e filmati per tre giorni per riaccendere i disordini.

La Repubblica Islamica dell’Iran si trova ad affrontare una situazione difficile – non sarà la prima né l’ultima – durante i suoi 43 anni dal trionfo della Rivoluzione Islamica e che in questi giorni hanno significato mobilitazioni, saccheggi, distruzione e morte, come parte della strategia di guerra ibrida contro la nazione persiana.

In questo senso, ha pubblicato questo lunedì un video dell’incendio di una procura e di un’auto in una strada della capitale, dichiarando che si tratta di “video ricevuti di recente”. Tuttavia, questi sono stati pubblicati cinque giorni fa sul canale Telegram dello stesso media.

Il rapporto di Tasnim evidenzia che alcune delle persone che sono in contatto con i rivoltosi attraverso la BBC Persian come giornalisti sono imparentate con agenti del servizio di spionaggio britannico, l’MI6, e che la loro presenza alla BBC è una copertura.

Il ministero degli Esteri iraniano ha riferito sabato che l’ambasciatore del Regno Unito a Teheran, Simon Shercliff, è stato convocato per esprimere la protesta dell’Iran contro “l’atmosfera ostile creata dai media in lingua persiana con sede a Londra” per aver continuato a istigare disordini scoppiati in diversi iraniani città dopo la morte di Mahsa Amini.

Quello che i media ti vendono sulla morte di Mahsa Amini
Nei giorni scorsi i media occidentali sono ricorsi a una guerra mediatica, dedicando speciali news al caos in Iran. In questo quadro, manipolano le realtà del paese come una tattica importante per distorcere la realtà.

Nonostante il caso di Mahsa Amini sia ancora sotto inchiesta, i media occidentali cercano di incolpare gli agenti di polizia iraniani per la sua morte e ricorrono alla manipolazione delle informazioni e alla realizzazione di montaggi video, cercando di esacerbare il pubblico per far uscire in strada, per protestare contro il sistema della Repubblica islamica.

Chiare impronte di Stati Uniti e Israele rilevate nei disordini in Iran

Nei giorni scorsi violente proteste hanno portato ad attacchi contro agenti di sicurezza e atti vandalici contro proprietà pubbliche, comprese ambulanze e veicoli della polizia, provocando almeno 42 morti, tra cui sei agenti di polizia e membri delle Forze di Sicurezza. e un gran numero di danni materiali in diverse parti del paese persiano.

Nota: I disordini avvenuti in Iran sono parte di un strategia di sobillazione messa in atto attraverso agenti provocatori affiliati ai servizi di intelligence di USA e Regno Unito e accompagnati da una opera di istigazione dei media britannici ed occidentali. L’obiettivo è quello di provocare una “rivoluzione colorata” in Iran ed un cambio di regime.

Fonte: HispanTv

Traduzione e nota: Luciano Lago

10 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 07:14h, 27 Settembre Rispondi

    paese canagla GB e Izrahell

  • Nicolass
    Inserito alle 08:05h, 27 Settembre Rispondi

    Non si capisce perché l’Iran faccia l’errore madornale di lasciare che le ONG al soldo delle potenze straniere agiscano liberamente nel loro paese sobillando rivolte e proteste dall’esterno…. Per me è davvero incomprensibile perché la prima cosa da fare per mettere in sicurezza il parse sarebbe chiudere tutte queste ONG e bandire dal paese tutti coloro che sono al soldo delle potenze straniere nemiche

    • EnriqueLosRoques
      Inserito alle 08:23h, 27 Settembre Rispondi

      Eh già! La Russia l’ha già fatto tempo fa!!

  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 08:23h, 27 Settembre Rispondi

    Dovrebbero spiegare queste tecniche in tv, per avvertire le popolazioni di ciò che il diavolo occidentale fa

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 10:47h, 27 Settembre Rispondi

    Non credete che parte della colpa è da attribuire al regime Iraniano che fa vivere la gente, la propria popolazione in condizioni non ottimali impedendo le più elementari esigenze di libertà, qui avete brontolato e lottato contro le mascherine ed il green pass con ragione, perchè lì le donne non dovrebbero ribellarsi al velo a tutti i divieti che devono subire, i diritti umani e la libertà non possono essere a senso unico, vale a dire in certi paesi si può protestare in altri no, non è così

    • nicolass
      Inserito alle 15:46h, 27 Settembre Rispondi

      Sei talmente idiota che non varrebbe nemmeno la pena di risponderti, ma oggi sarò buono e farò uno sforzo. Dopo aver assistito ai risultati strabilianti dell’esportazione della democrazia a stelle e strisce in paesi sovrani come Iraq, Libia, Afghanistan, Siria e ora Ucraina hai ancora il coraggio di parlare?.. la tattica dei satinasti occidentali è sempre la stessa … prendere a pretesto singoli episodi di presunta violenza contro le donne o una minoranza etnica per inscenare proteste di piazza sponsorizzate dalle ONG presenti in loco al fine di avallare un intervento militare occidentale per esportare a suon di bombe i propri valori di democrazia e tolleranza. Quegli idioti che protestano in Iran per un singolo presunto episodio di violenza contro una donna ancora tutto da dimostrare scommetto che sarebbero felici di veder morire i loro figli o i loro genitori sotto le bombe occidentali come già successo il Libia, Iraq, Siria, Afghanistan. Come se agli americani o agli europei potesse fregare di meno che le donne in Iran debbano portare il velo … è solo un pretesto per alimentare odio contro un regime inviso alle potenze occidentali che vorrebbero piegare a suon di bombe con la scusa di esportare i loro valori e la loro presunta democrazia del menga.

      • Giorgio
        Inserito alle 07:42h, 28 Settembre Rispondi

        Spiegazione più che perfetta ….. caro NICOLASS …

    • Giuliano
      Inserito alle 18:26h, 27 Settembre Rispondi

      Sarabanda 82 ho capito sei filo-usa e sei a favore delle guerre USA & C !
      Ma non ti vergogni di scrivere sempre le stesse idiozie propagandistiche da persona ignorante ?
      Vivi in Italia paese dittatoriale cattolico-fascista-mafioso dove ai cittadini italiani è stato VIETATO di uscire di casa sono stati OBBLIGATI dal regime ITALIANO con ad INDOSSARE LA MASCHERINA che equivale al velo Iraniano !
      Qui in Italia il regime italiano ha VIETATO ai cittadini italiani SANI anche COVID19 ASSOLTO ( GUARITI perciò immuni al Covid19 ) che si erano RIFIUTATI DI FARE DA CAVIE UMANE AI VACCINI SPERIMENTALI USA-UK-UE INUTILI E MORTALI DI POTER PROTESTARE-LAVORARE E CIRCOLARE !
      Alcuni cittadini italiani NO-VAX per aver osato protestare pacificamente sono stati pestati a sangue dalla DEMOCRATICA POLIZIA ITALIANA ED ARRESTATI !
      Se qualche NO -VAX si fosse difeso dall’aggressione della Polizia Italiana fatta senza un motivo oppure li avesse sbeffeggiati avrebbe fatto la stessa fine delle due donne stronze iraniane che hanno esagerato con le loro sfide ed offese alla polizia iraniana !
      Come sempre si usano qui in Italia sistemi di misura differenziati !
      Era giusto arrestare -pestar a sangue -confinare-Multare -Far Licenziare un cittadino italiano pacifico NO-VAX -No-Green Pass PERFETTAMENTE SANO che non aveva fatto nulla di male !
      In Italia è anche giusto inseguire fermare arrestare e multare un cittadino italiano che non indossa il velo Chirurgico oppure FFPP2 !
      Non è giusto che la polizia Iraniana obblighi in taluni luoghi le donne iraniane ad indossare il velo !
      La polizia Iraniana dovrebbe lasciarsi pure oltraggiare senza reagire !
      Chissà il perché qualcosa non mi quadra !!!

  • antonio
    Inserito alle 18:32h, 27 Settembre Rispondi

    i Nasoni della City – i famosii Zavi di Zion

  • Cesare . C
    Inserito alle 15:57h, 28 Settembre Rispondi

    Perché l” Iran che da 4 decenni viene definito regime dittatoriale religioso non blocca la diffusione di NOTIZIE FALSE provenienti dai paesi : USA-UK-UE-ISRAELE ?
    Perché l” Iran non blocca la rete internet Filo-USA che diffonde MENZOGNE ?
    Qui in Italia tutti i mass-media stranieri e tutti i siti internet stranieri che diffondo notizie vere che danno fastidio al regime italiano vengono CENSURATI O SABOTATI .
    Perché l” Iran non fa lo stesso cosi eviterebbe di subire sommosse popolari provocate da USA-UK-UE -ISRAELE ?

Inserisci un Commento