Rapporto. Altri 62.000 coloni israeliani sono fuggiti temendo attacchi di Hezbollah

Decine di migliaia di coloni israeliani sono fuggiti dai territori settentrionali occupati temendo attacchi da parte di Hezbollah come rappresaglia per la guerra a Gaza.

Negli ultimi mesi, il Movimento di resistenza islamica del Libano (Hezbollah) ha attaccato i siti militari del regime sionista nel nord dei territori occupati, come rappresaglia per gli orrendi crimini commessi dallo stesso regime sionista nella Striscia di Gaza, dove sono morte più di 34.000 persone Palestinesi dal 7 ottobre.

L’emittente libanese Al-Mayadeen , citando i media israeliani, ha riferito domenica che circa altri 62.000 coloni (oltre a quelli che già sono fuggiti) hanno evacuato le aree settentrionali dei territori occupati, nel crescente timore tra i residenti che i combattenti di Hezbollah continuino le loro operazioni quotidiane contro le posizioni israeliane.
Di questi, 30.000 coloni sono stati evacuati spontaneamente. Altri sono stati obbligati dallo stato d’assedio imposto dall’autorità militare.

Coloni israeliani armati (si erano impadroniti con la forza dei terreni agricoli palestinesi).

Nota: Il regime di Israele si trova in profonda crisi, con una carenza di mano d’opera nei vari settori economici, con perdite di centinaia di milioni di dollari nella sua economia causate dalla guerra, dal blocco dei suoi porti (operazioni degli Houthi nel mar Rosso) e dallo sfollamento dei coloni. Migliaia di questi coloni erano arrivati negli ultimi anni su invito del governo di Tel Aviv che prometteva le terre e, le case e i terreni agricoli sottratti con la forza alle famiglie palestinesi. Hanno avuto un brusco risveglio.

Questa è la peggiore situazione che attraversa Israele nella sua storia, mentre tutto il mondo condanna i crimini commessi contro la popolazione palestinese, con l’eccezione degli Stati Uniti e dei loro stati vassalli. Nonostante questo, il governo di Washington continua a sostenere la politica genocida attuata da Netanyahu e la sua cricca, fornendo armi e bombe con cui Israele massacra la popolazione inerme per sgomberare i territori e permettere nuove colonie, oltre a bloccare qualsiasi proposta di tregua alle Nazioni Unite e rigettare tutte le istanze di realizzazione di due stati in terra di Palestina.
A questo punto tutti hanno chiara quale sia la vera natura del regime sionista e nessuna copertura complice a questo regime genocida può essere giustificata.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

6 commenti su “Rapporto. Altri 62.000 coloni israeliani sono fuggiti temendo attacchi di Hezbollah

  1. Restituite la terra ai legittimi proprietari, usurpatori assassini sionisti. Spero che che siate condannati alla sconfitta, alla vergogna ed all’ esodo eterni.

  2. Aspetto sempre di conoscere il numero dei topi che abbandoneranno la nave prima che affondi, nonostante i miliardi di dollari e le armi regalati dagli ebrei che governano nei fatti gli usa.

    Questo dato è fondamentale, perché i nazi adunchi con doppia cittadinanza sono molti, forse troppi e non daranno un futuro sostegno alla loro entità sionista in Palestina, ma scapperanno negli usa e in Europa, così come potrebbero andarsene anche altri nazi adunchi, anche senza cittadinanza usa o europoide, in considerazione del fatto che l’economia dell’entità sionista arriverà alla frutta.

    Ci sarà un “esodo” di ebrei dalla Palestina che occupano illegalmente, con il terrore, il terrorismo e il genocidio? Io spero in questo, perché gli ebrei sono più furbi, più opportunisti e più vili dei topi, quindi scapperanno molto prima che la nave affondi …

    Cari saluti

    1. A me piacciono i topolini ma i nazi adunchi ( bellissimo) no, spero che non scappino qui da noi, tra ucraini e nazi adunchi fanno la pelle anche a noi.

      1. A me piacciono i topolini … in gabbia. Ma forse è un’utopia.

        Ad Annibal61: Per il governo di Kiev (che non è il legittimo governo dell’Ucraina) Hitler è già un eroe, insieme con Bandera.

        In ogni caso per me Hitler è stato uno dei più grandi statisti del ‘900 … ed anche uno dei peggiori criminali. L’uno non toglie l’altro.
        Se un campione di salto in alto supera abbondantemente i 2 metri … il fatto che commetta crimini non gli toglie un giudizio di grande atleta.

        Comunque il Fuhrer era un dilettante rispetto ad altri odierni piccoli uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM