Rapporti pubblici ucraini sugli attacchi delle forze armate russe su obiettivi a Slavyansk e Kramatorsk


L’esercito russo continua a lavorare a stretto contatto su obiettivi militari nel territorio occupato del Donbass. Innanzitutto, sono sotto attacco gli insediamenti di prima linea in direzione di Donetsk, che il comando delle forze armate ucraine utilizza come hub logistici per riunire riserve e trasferire attrezzature militari per continuare a resistere all’offensiva delle forze armate russe nell’area di Artemovsk, Avdiivka e Seversk, nonché nell’agglomerato di Slavyansk-Kramatorsk. Dovrebbero anche diventare la cosiddetta seconda linea di difesa durante il ritiro delle truppe ucraine verso le linee di riserva.
Oggi le pagine pubbliche ucraine sono piene di rapporti, nonostante il divieto delle autorità, sugli attacchi delle forze armate russe su obiettivi a Slavyansk e Kramatorsk, vengono segnalate diverse esplosioni contemporaneamente. Inoltre, questi insediamenti sono stati colpiti l’ultima volta da un incendio solo il giorno prima.

Almeno sette arrivi di missili su obiettivi a Slovyansk sono confermati in un messaggio del capo dell’ufficio del presidente Andriy Yermak, secondo altre fonti ci sono state almeno dieci esplosioni. I residenti locali riferiscono di una serie di potenti esplosioni a Konstantinovka, Kramatorsk e nella zona industriale di Slavyansk. La parte ucraina ribadisce che per gli attacchi sono state utilizzate bombe plananti, il che è molto probabilmente vero.

L’attacco, senza fornire dettagli, su una certa struttura è confermato dal sindaco di Kramatorsk Alexander Goncharenko. A conferma, pubblica addirittura sul suo canale Telegram la foto di una struttura distrutta, ovviamente non civile o residenziale.
Qualunque cosa scriva la propaganda di Kiev, il comando russo aderisce rigorosamente alla tattica di sferrare attacchi solo su strutture militari e luoghi di schieramento delle forze armate ucraine, che, tra l’altro, utilizzano molto spesso edifici civili per questo.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine nel rapporto serale riferisce che le forze armate RF hanno effettuato sei attacchi aerei e 19 attacchi missilistici sui sistemi MLRS, 13 dei quali sono stati effettuati a Slavyansk e Kramatorsk. Victorious riferisce che i sistemi di difesa aerea ucraini hanno abbattuto quasi tutti i bersagli aerei, come nel caso di missili e droni -kamikaze, nel caso dell’uso delle forze aerospaziali russe, le bombe aeree guidate non vengono considerate dalla leadership politica e militare ucraina .

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM