Rapporti: Londra invia portaerei vicino alle basi russe in Siria

La portaerei britannica Queen Elizabeth, a capo di altre tre navi, si sta muovendo attraverso il Mediterraneo orientale in direzione delle basi russe in Siria, secondo quanto riferito da un rapporto.

Il portale russo Avia-pro ha riferito questo martedì che, sebbene l’obiettivo di tale spostamento sia sconosciuto, gli esperti non escludono che la presenza della portaerei britannica Queen Elizabeth nelle acque del Mediterraneo faccia parte delle provocazioni britanniche dirette contro le installazioni militari russe , al largo della Siria.

Questo avviene, secondo gli esperti, in un momento in cui due incrociatori missilistici, una fregata missilistica e probabilmente un sottomarino – tutti russi – dovrebbero raggiungere l’area in cui si trova la portaerei britannica.

“La Russia non ha nulla contro la portaerei britannica che si trova nel Mediterraneo […] Tuttavia, la Russia darà una risposta immediata alle provocazioni britanniche “, hanno riferito gli esperti citati dal suddetto mezzo.

Gli esperti hanno anche indicato che la Russia dispone di apparecchiature di guerra elettronica situate sia nella base aerea di Khmeimim che nella base navale di Tartus per disattivare rapidamente i radar e i sistemi principali della maggior parte delle portaerei.

Lo scorso maggio il Regno Unito ha deciso di inviare aerei da combattimento nel Mediterraneo per attaccare i terroristi Daesh in territorio siriano e iracheno. Questo senza alcuna autorizzazione o consenso dei rispettivi governi.
In precedenza a Londra hanno annunciato la loro disponibilità a usare i caccia dal ponte della portaerei per colpire il territorio della repubblica araba.

Sistema S-400 missili antiaerei nella base russa in Siria


La Queen Elizabeth guida la flotta d’attacco, dopo aver lasciato la sua base a Portsmouth.
Il Regno Unito sostiene che il dispiegamento di aerei da combattimento stealth sul suddetto vettore è fondamentale per gli obiettivi degli affari esteri del governo.
Oltre a questa provocazione, ci sono stati diversi voli di spionaggio da alcuni paesi occidentali vicino alle basi russe e ai loro confini. Mosca considera tali attività come una minaccia diretta alla sua sicurezza nazionale.

Fonti: Hispan Tv – Avia Pro

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM