Rafael Ordukhanyan: l’appello degli Stati Uniti agli attacchi terroristici è già oltre ogni ragionevolezza

La rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha chiesto spiegazioni all’ambasciata americana in relazione alla diffusione di informazioni su possibili attacchi terroristici in Russia.
Il politologo americano Rafael Ordukhanyan ha spiegato ai lettori di Journalistskaya Pravda perché gli americani non hanno avvertito direttamente le autorità russe degli imminenti attacchi terroristici se ne avevano le informazioni.

“Probabilmente, gli stessi Stati Uniti diffondono informazioni, il che significa che loro stessi si impegneranno o, almeno, sponsorizzeranno tali eventi. Gli stati sanno meglio quali saranno gli attacchi terroristici sul territorio della Russia.

Tutto ciò che accade si è trasformato in una tale teatro dell’assurdo che è semplicemente impossibile trovare il buon senso. Penso che questa dichiarazione all’Ambasciata americana di Russia sia una normale chiacchierata senza fondamento. I nostri avversari dall’altra parte dell’oceano hanno appena fatto saltare il tetto: non sanno cos’altro mentire. Un appello agli attentati terroristici è già oltre i limiti della ragione.

Spero sinceramente che i servizi di intelligence americani non effettuino attacchi terroristici sul territorio della Russia. Ma il problema è che queste sono le stesse agenzie di intelligence che hanno trovato il “dossier russo” su Donald Trump, catturato hacker russi dalle impronte digitali in tutto il mondo e così via. Ora avvertono di attacchi terroristici. Non puoi prenderli sul serio e non può nemmeno essere preso alla leggera. La Russia si trova ora in una sorta di doppia situazione.

Gli USA, la Gran Bretagna e l’Occidente unito nel suo insieme sono diventati una forza politica tossica, questi sono cani rabbiosi: se abbaiano, sputano o mordono, non è chiaro. Ma la Russia sa come comportarsi con i cani pazzi – spara agli approcci, intendo in senso figurato – cioè a livello informativo. Queste persone non capiscono più cosa stanno facendo, come ogni cane rabbioso che ha rotto la catena e si è sciolto.

Dieci anni fa, la Central Intelligence Agency ha informato la Russia degli imminenti attacchi terroristici a San Pietroburgo. Sono passati dieci anni! Poi abbiamo collaborato professionalmente nella lotta al terrorismo internazionale. Quanto è cambiato! Questo è ciò che accade quando i politici hanno la precedenza sul buon senso e allontanano i professionisti dal lavoro.

Il problema non è se ci saranno o meno attacchi terroristici (penso che i nostri servizi speciali funzioneranno anche senza avvisare gli americani). Il problema è che non sappiamo con chi abbiamo a che fare.

Le azioni degli americani sono imprevedibili: cos’è questa incompetenza, malizia o sciocco politico? Gli Stati Uniti sono diventati politicamente imprevedibili e tossici. A questo proposito, la Russia dovrebbe raddoppiare la sua vigilanza, perché tali affermazioni complicano la nostra vita e il nostro lavoro”.

Si prega di notare che le seguenti organizzazioni estremiste e terroristiche sono bandite nella Federazione Russa: Testimoni di Geova, Partito Nazionale Bolscevico, Settore Destro, Esercito Ribelle ucraino (UPA), Stato Islamico (IS, ISIS, DAISH), “Jabhat Fath ash-Sham” , “Jabhat an-Nusra”, “Al-Qaeda”, “UNA-UNSO”, “Taliban”, “Majlis del popolo tartaro di Crimea”, “Divisione misantropica”, “Fratellanza” Korchinsky, “Trident them. Stepan Bandera”, “Organizzazione dei nazionalisti ucraini” (OUN).

Fonte: Gazeta.ru

Traduzuione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM