Raad: Washington e “Tel Aviv” si coordinano per sabotare i paesi che non si sottomettono a loro

Il capo del blocco “Lealtà alla Resistenza” nel parlamento libanese, il deputato Muhammad Raad, ha affermato che l’America “ha incaricato gli israeliani di lavorare per attirare paesi come gli Emirati Arabi Uniti, la Turchia e altri, e nello stesso tempo si è impegnata nel progettare la rovina del paese che non si sottomette” demolendo il suo sistema bancario.

E ha proseguito: Nel suo discorso di oggi nel Libano meridionale, “allo Stato che vuole proteggere la propria sovranità con il sangue dei suoi figli è vietato alzare la testa, e questo stato è tenuto a essere umiliato e sottomesso nel mettersi in fila, dichiarando fedeltà, sottomissione, subalternità e adesione a tutte le istruzioni dell’amministrazione americana , mentre dietro di essa c’è il nemico sionista “.

Raad ha sottolineato che il Libano sta vivendo una “crisi e uno stato di angoscia, di pressione e assedio, in cui ci viene negato il sostentamento”, considerando che le istituzioni del Paese sono “distrutte” e “l’obiettivo non è solo quello di far morire di fame… ma ciò che occorre è che la fame ci schiacci per privarci della nostra dignità, così per farci cadere e arrendere davanti alla volontà del nemico”. Di conseguenza chi può resistere a questo confronto è “colui che si identifica con la causa, con l’impegno , onore e dignità”.

Forze della Resistenza in Libano, Hezbollah

Il rappresentante Raad ha ritenuto che “ciò che ha fatto disperare il nemico nel nostro paese, il Libano, è il fatto che gran parte della sua gente è costituita da persone d’onore, orgoglio, resistenza e lealtà.

Ha aggiunto: “Perché non dovremmo essere pazienti? Mentre dormiamo con il nemico, nonostante tutti i tentativi che fa per abbatterci. Quando lo abbiamo sconfitto, eravamo soli in questa zona e ora siamo diventati un asse di resistenza che si estende lungo quest’area. Ora dobbiamo imporre le nostre condizioni”.

Raad ha aggiunto: “Se vogliono distruggere il sistema bancario in Libano, lascia che lo distruggano. Questo sistema non è stato creato da noi, ma è stato creato da volontà straniere e monitorato dal Tesoro degli Stati Uniti, poiché nessun centesimo entra in una delle nostre banche tranne che sotto la supervisione del Tesoro degli Stati Uniti”.

Fonte: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus