Quali sono i rischi di una possibile guerra clandestina della CIA contro Russia e Cina?

di Ekaterina Blinova.

Douglas London, un veterano decorato della CIA, ha recentemente chiesto di intensificare la guerra sotterranea contro Russia e Cina, insistendo sul fatto che gli Stati Uniti hanno strumenti sufficienti per avere il sopravvento su Mosca e Pechino. Tuttavia, l’economista Paul Craig Roberts e il veterano della CIA Philip Giraldi hanno evidenziato alcuni apparenti difetti nella dottrina londinese.

Il 5 agosto è stata pubblicata su The Hill una rubrica intitolata “La difesa da sola non ci proteggerà dalla Russia e dalla Cina “, scritta da Douglas London, alto ufficiale in pensione della CIA e professore associato presso il Center for Security Studies della Georgetown University. .

Secondo lui, ” il solo rafforzamento delle difese e l’aumento della potenza di fuoco militare ” non dissuaderanno Russia e Cina “il cui comportamento malevolo non costa loro molto “. Secondo l’esperto, i servizi segreti americani sono ” dotati di tecniche di sabotaggio “, possiedono ” forte capacità di calcolo segreto e palese ” e sanno “come rubare segreti [e] cambiare il corso della storia con azioni segrete “. Tutto quello che serve per contenere Mosca e Pechino è la volontà politica di Washington, ” una strategia di attacco e difesa più agile ed equilibrata ” e ” un pizzico di malizia clandestina”. Sostiene Londra .

” Gli Stati Uniti hanno la maggior parte degli strumenti e delle risorse per vincere contro Russia, Cina e altri rivali autoritari “, scrive. ” Tuttavia, per far dominare l’America occorre maggiore comodità nell’operare nell’ombra, da dove si possono infliggere danni che faranno riflettere qualsiasi nemico prima di agire “.

Il momento scelto da Londra per pubblicare il suo articolo

La pubblicazione dell’articolo coincide con due importanti sviluppi, secondo Philip Giraldi, ex specialista antiterrorismo della CIA e ufficiale dell’intelligence militare: primo, “ il disastroso ritiro dall’Afghanistan e il disimpegno da altri teatri operativi ”; poi, le elezioni legislative di settembre in Russia.

Il complesso militare-industriale statunitense è sempre più preoccupato per il ritiro dall’Afghanistan e dall’Iraq, secondo questo veterano dell’antiterrorismo della CIA. Egli osserva che Israele teme anche che il disimpegno militare degli Stati Uniti incoraggerà Teheran e ” ha già avvertito, in diverse occasioni, che è pronto a colpire l’Iran da solo, se necessario, sebbene la sua lobby stia lavorando duramente per garantire che Washington sia coinvolta in qualsiasi conseguenza ”.

Esercitazioni congiunte Russia e Cina

Allo stesso tempo, Londra ” sembra essere il portavoce di un certo tipo di pensiero, si può presumere che molti membri della comunità della sicurezza nazionale spingeranno la Casa Bianca ad agire per interferire segretamente nelle prossime elezioni”, mentre gli stessi causeranno disordini in Cina ” , secondo Giraldi.

” L’obiettivo di Londra è chiaramente quello di portare un cambio di regime a Mosca e Pechino, e crede che questo possa essere realizzato utilizzando gli strumenti di intelligence che loro stessi hanno raccomandato e che crede possano ‘cambiare il corso della storia “, suggerisce.

Paul Craig Roberts, ex redattore del Wall Street Journal , ex assistente segretario del Tesoro sotto Ronald Reagan ed ex membro del Comitato per la guerra fredda sul pericolo attuale, osserva che l’interferenza nelle elezioni e nelle operazioni di cambio di regime costituisce il modus operandi degli Stati Uniti già un po’ di tempo. Secondo l’economista sarebbe ingenuo per Mosca e Pechino ospitare ONG sostenute da Stati Uniti e UE.

“ È stata Washington a rovesciare il governo ucraino e a istituire un governo antirusso al suo posto. È stato Washington che ha quasi rovesciato il governo della Bielorussia. Le ONG pesanti per il dollaro sono agenti del cambio di regime “, afferma il dott. Roberts, aggiungendo che l’establishment americano è stato persino pronto a infrangere le proprie regole per rovesciare il governo indesiderato del presidente Donald Trump.

Il 1° agosto, il direttore del Foreign Intelligence Service (SVR) della Russia, Sergey Naryshkin, ha avvertito in un’intervista a un giornalista russo che le elezioni parlamentari di settembre potrebbero diventare un punto focale di ingerenza, sottolineando che i servizi di sicurezza russi già conoscono” quali settori saranno colpiti ”.

In precedenza, a maggio, una bozza di proposta preparata dalla commissione per gli affari esteri del Parlamento europeo invitava l’UE a prepararsi a ” non riconoscere il parlamento russo ” dopo il sondaggio di settembre. Il 4 agosto, l’Ufficio per le istituzioni democratiche ei diritti umani (ODIHR) e l’Assemblea parlamentare dell’OSCE hanno annunciato che non avrebbero inviato osservatori elettorali in Russia, per la prima volta in quasi tre decenni. La decisione dell’OSCE è stata approvata dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Quali sono le ramificazioni della guerra sotterranea contro Russia e Cina?
Per convincere i suoi lettori della necessità di lanciare quella che sembra essere una guerra clandestina contro Russia e Cina, Londra ha stilato una lunga lista di “errori” commessi da Mosca e Pechino, tra cui l’ interferenza nelle elezioni , l’ interruzione della fiducia degli Stati Uniti nei suoi propri vaccini e attacchi ransomware , nessuno dei quali è mai stato supportato da prove credibili. È andata anche oltre accusando la Russia di alimentare inimicizie razziali durante i disordini di Black Lives Matter nell’estate del 2020 e le rivolte del 6 gennaio negli Stati Uniti, che, secondo il dottor Roberts, questi afferma che Londra ” ha chiaramente perso ogni senso della realtà ” .

Londra ha anche menzionato la cosiddetta “Dottrina Gerasimov“, un articolo del 26 febbraio 2013 scritto dal generale russo Valery Gerasimov e che descriveva in dettaglio una strategia ibrida che ” offusca il confine tra guerra e pace “. L’ex alto funzionario della CIA sembra non ammettere che il generale in realtà stava solo descrivendo tecniche di guerra ibrida occidentale e metodi per resistervi.

A quanto pare, Londra pensa che una guerra clandestina con Mosca e Pechino sarebbe un’opzione più sicura di un confronto aperto: ” Operare in modo asimmetrico con una smentita plausibile rende più facile ritirarsi o rallentare e offre agli avversari una porta d’uscita che impedisce loro ulteriori rappresaglie ” , ha scritto. Tuttavia, secondo il dottor Roberts e Giraldi, Londra calcola male le reazioni di Mosca e Pechino.

” Le raccomandazioni di Londra sono irresponsabili, perché equivalgono a chiedere a Washington di iniziare una guerra contro la Russia e la Cina ” , afferma il dott. Roberts, aggiungendo che il sabotaggio o gli attacchi informatici sono effettivamente ” atti di guerra “. Secondo l’economista, ” né la Russia né la Cina potrebbero affermare che la fonte degli attacchi sia sconosciuta, soprattutto dopo che un ex alto funzionario della CIA li ha nominati “.

La strategia di Londra per dissuadere i politici russi e cinesi ” ammonterebbe a una guerra semiclandestina contro potenti avversari che potrebbe facilmente degenerare in una guerra armata “, gli fa eco Giraldi.

Il veterano dell’antiterrorismo della CIA si riferisce alle precedenti osservazioni di Londra sull’assassinio del comandante della Quds Force iraniana Qassem Soleimani nel gennaio 2020, secondo cui quando svolgono importanti azioni segrete contro un avversario, ” gli Stati Uniti devono prima decidere cosa è più importante, quale prezzo è disposta a pagare e ad anticipare le conseguenze ”. Tuttavia, ” secondo i propri criteri, questa strategia è deragliata con la sua recente raccomandazione di forti azioni clandestine contro gli avversari che sono Russia e Cina “, sottolinea Giraldi.

” Quello che Londra non sa sono le possibili conseguenze della politica che propone, in particolare una guerra nucleare contro la Russia che ha la capacità di distruggere gli Stati Uniti “, afferma il veterano della CIA. ” Non è nemmeno molto bravo a fornire una buona ragione per impegnarsi nelle azioni terroristi che che caldeggia”.
Londra non dimostra come la Cina o la Russia minaccino davvero il popolo americano, se non affermando che stanno cercando di incoraggiare le divisioni interne per minare la “democrazia e le libertà” americane. I russi o i cinesi non devono essere coinvolti perché questa venga indebolita ”.

Secondo Giraldi, ” Apocalypse Now è una storia avvincente, ma minacciare interi paesi con l’annientamento basato al massimo sul desiderio di cambiare le loro forme di governo non ha senso “. Non crede che questa agenda sarebbe approvata dal popolo americano.

Perché “Russia e Cina non hanno nulla da temere” in questo momento
Mosca e Pechino rimangono ” i nemici necessari per Washington e la NATO “, consentendo “di giustificare il budget annuale di trilioni di dollari del complesso militare-sicurezza americano, e la NATO è il metodo utilizzato da Washington per controllare la politica estera europea ” , sottolinea il dott. Roberts.

Eppure l’ex funzionario di Reagan sostiene che ” militarmente Washington non può competere con la Russia o la Cina, figuriamoci con i due insieme “.
” La forza dell’esercito di un Paese dipende dalla forza dell’economia, dall’unità del popolo e dal morale dei soldati ” , spiega l’economista. “ Gli Stati Uniti hanno passato un quarto di secolo a donare le proprie tecniche di produzione e la propria industria all’Asia. La politica identitaria del Partito Democratico divide la popolazione, mettendo neri contro bianchi, femministe contro uomini, perversione sessuale contro sessualità normale. Il governo degli Stati Uniti afferma che i sostenitori di Trump sono “terroristi interni” e “ribelli” e loro – metà della popolazione o più – sono considerati la “più grande minaccia” che gli Stati Uniti devono affrontare “.

La situazione negli Stati membri europei della NATO non è migliore, secondo il dott. Roberts: ” In tutta l’Europa e nel mondo di lingua inglese, non ci sono nazioni, solo Torri di Babele… che sono divise contro se stesse… [e] non possono resistere a una avversario unificato ”.

In queste condizioni, Russia e Cina per il momento non hanno nulla da temere, ritiene l’economista, che mette in guardia Mosca e Pechino dall’illusione di credere che Stati Uniti e Nato giocheranno secondo le regole.

fonte: https://sputniknews.com

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 17:21h, 23 Agosto Rispondi

    Questo per non dire che hanno già sparato tutte le loro cartucce contro Russia e Cina e niente da fare
    Solo chiacchiere e sogni

    • Birratarelli
      Inserito alle 20:02h, 23 Agosto Rispondi

      per non parlare di Corea ( il generale Mac Arthur diceva ai giornali americani “siamo a casa per Natale” abbiamo visto poi Vietnam
      Somalia Afghanistan quando mettono i cosiddetti boots on the ground lo prendono sempre e perennemente nel…. .tafanario
      saluti7

  • Giorgio
    Inserito alle 18:19h, 23 Agosto Rispondi

    Nessuna operazione segreta tipo film di 007 …….. o esecuzioni mirate come l’omicidio di Soleimani ……
    ingaggio di mercenari a supporto del Guaidò di turno …… potrà fermare il loro tracollo economico, militare, sociale ………
    Hanno fallito a Cuba dal 1959, in Iran dal 1978, in Venezuela dal 1999 e in tante altre occasioni …..
    figurarsi contro avversari come Russia e Cina …..

  • antonio
    Inserito alle 20:00h, 23 Agosto Rispondi

    i rischi sono che la CA faccia la fine degli involtini primavera

    • antonio
      Inserito alle 21:53h, 24 Agosto Rispondi

      CIA

  • Manente
    Inserito alle 23:23h, 23 Agosto Rispondi

    I progetti criminali della cabala anglo-sionista non vanno sottovalutati, dopo l’assassinio a tradimento del generale Soleimani e prima di lui di un numero incredibile di capi di stato e governo in tutto il mondo, compreso il nostro on. Moro, questi criminali stanno dicendo apertamente che hanno gli “strumenti per cambiare il corso della storia”, una affermazione che va interpretata in un solo modo: fare ricorso all’assassinio politico contro i massimi vertici di Russia e Cina. Una vera e propria dichiarazione di guerra alla quale bisogna rispondere con tutti i mezzi necessari ad annientare “manu militari” la Cia e le Ong che la fiancheggiano, a partire dai vertici e fino all’ultimo uomo. .

    • atlas
      Inserito alle 00:25h, 24 Agosto Rispondi

      tutti i gruppi guerriglieri creati, dalle brigate rosse e nere, ai talebani ed hamas, sono di matrice giudaica. Sciiti compresi (che sono antisionisti ma non antiebraici. Io invece sono più totalitarista)

Inserisci un Commento