Putin si è stancato di aspettare una risposta dagli USA. Il momento della verità si sta avvicinando

di Luciano Lago

Il presidente Vladi Putin ha dato ad intendere di essersi stancato di aspettare le rassicurazioni da parte degli USA e della NATO che la Russia veva richiesto.
Volevano una risposta e avranno la risposta: il Cremlino è stufo delle azioni ostili e degli attacchi dissimuati degli USA e della NATO ai confini della Russia. Mosca ha avvertito che qualsiasi ulteriore provocazione dell’Occidente contro la Russia avrà le sue conseguenze, visto che queste azioni stanno violando la sua sovranità e mettendo in pericolo la sua sicurezza
Lo aveva segnalato il vice ministro degli esteri, Sergei Ryabkov, il quale vev espresso preoccupazione per la possibile dislocazione alle frontiere russe di armamenti in precedenza vietati dal Trattato INF, ormai non più in vigore da alcuni anni.
Il percorso alternativo richiesto dai russi era quello di un dialogo e di un negoziato tra Mosca e Washington oltre a quello fra l’Ucraina e il Donbass (previsto dagli accordi di Minsk), questo non è avvenuto per l’ostinazione degli USA ad istigare l’Ucraina nella guerra con la Russia ed a rifornire questo paese di armi letali.

Riguardo alle argomentazioni fornite da parte americana, i russi hanno risposto: sono osservazioni artificiali e prive di credibilità, ha commentato Mosca, mentre continua il trasferimento di armi e di istruttori militari e truppe occidentali sul territorio dell’Ucraina alle frontiere della Russia. Oltre 10.000 i consiglieri militari della NATO presenti in Ucraina ha indicato la portavoce del Ministero degli Esteri russo.
L’Amministrazione Biden sta cercando di incrementare l’isteria antirussa con i falsi allarmi di una invasione da parte della Russia, dimenticando di menzionare l’accumulo di forze della Nato alle frontiere russe e la mobilitazione massiccia dell’esercito ucraino che si appresta ad una offensiva lungo il fronte del Donbass.

Se Kiev si propone di lanciare un attacco contro il Donbass, dove risiedono centinaia di migliaia di cittadini russi, in quel caso la Russia dovrà intervenire non lo permetterà, lo ha detto esplicitamente il vice ministro degli esteri.
Il fanatismo dei falchi di Washington per incorporare l’Ucraina nella NATO e provocare la Russia è ormai sotto gli occhi di tutti e da ultimo la NATO sta rifornendo la Polonia di armi letali sotto il pretesto di difendere questo paese da una supposta invasione russa.
Biden ha dichiarato che non dubiterà nell’inviare truppe ed attrezzature militari nei paesi dell’Est Europa sfidando gli avvertimenti lanciati dalla Russia. Una chiara sfida a Mosca.
Il viceministro degli Esteri ha dichiarato che il suo paese ha cercato di lanciare la via diplomatica per risolvere le questioni a non ha ricevuto alcuna risposta.
Al contrario Washington ha dichiarato che l’espansione della NATO verso Est continuerà e che si sta predisponendo ad incorporare altri due paesi dell’Est Europa nella NATO, Kosovo e Macedonia. Verrà poi la volta di Ucraina e Georgia.

Sistemi difesa aerea S-400 vicino a Rostov

La Russia ha fatto capire che non rimarrà con le braccia conserte ad aspettare che gli USA e la NATO installino basi missilistiche ai confini della Russia. Questo è considerato inammissibile da Mosca ed è una chiara violazione della linea rossa delineata da Putin nel suo incontro con Biden.
I discorsi vuoti di Biden si dimostrano del tutto inaffidabili visto che l’anziano presidente parla e poi si contraddice da solo quando smentisce le sue stesse affermazioni. Si è capito che a Washington ci sono due diverse linee di condotta all’interno dell’Amministrazione USA ma entrambe sono ostili alla Russia e premono per mettere il paese euroasiatico sotto pressione militare ed economica.
In questa situazione basta un incidente o una mossa sbagliata per provocare l’incendio e il fronte dell’Est è sempre più caldo.

7 Commenti
  • Enriquelosroques
    Inserito alle 13:46h, 17 Dicembre Rispondi

    vabbé mica solo bidet è contraddittorio. Tutti sono stati contraddittori… in faccia dicono una cosa e poi ne fanno altre. Vedi obama & co.

  • FRANCO
    Inserito alle 14:54h, 17 Dicembre Rispondi

    Se uno è sicuro dei propri mezzi gli sbruffoni prima si affrontano e meglio è, gli si da una lezione così prima di rifarlo ci pensano non una, ma 10 volte

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:38h, 17 Dicembre Rispondi

    Zio Putin prepara i botti di fine anno???…..
    ….o magari già a Natale…..
    Prima o poi la pazienza finisce
    Dasvidania gente

  • luther
    Inserito alle 18:03h, 17 Dicembre Rispondi

    Difficile prevedere quando tutto esploderà, facile dire al momento che così sarà. E lo sarà perché è previsto, necessario per il disegno elitario complessivo. Noi sappiamo poco di quel che succede segretamente “lassù” ma, possiamo tenere spietatamente d’occhio i fatti. Al netto di tutte le idiozie che quotidianamente ci racconta il mainstream l’evidenza è che tutti gli avvenimenti spiacevoli, a partire da questa bizzarra pandemia, fanno parte di una gigantesca, perversa, oserei dire, manovra che può essere riassunta in due parole:zampata finale. Pensano che sia il momento, le elite, e si venderanno la camicia per portare a termine il disegno. Lo faranno con tutti i mezzi violenza fisica compresa. Qualcuno ha dei dubbi che sarà cosi? Penso di no ormai. L’accuirsi della tensione Ucraina fa parte di tutto questo e quel pugno di prepotenti che dettano legge sul pianeta adesso, pensano, anzi sono certi di vincere, e questo è quanto. Dio in persona, a loro dire, li ha incaricati di devastare le società e ricostruirle a loro piacimento. La faccenda è di una gravità straordinaria ecco perché penso, e credo, e sono certo, che la guerra scoppierà… e scoppierà di colpo e senza preavviso, perché semplicemente, non c’è un’altra soluzione…. Chi non si è piegato fino ad ora non lo farà da adesso in poi.

    • rossi
      Inserito alle 20:19h, 17 Dicembre Rispondi

      Concordo, l’operazione terroristica covid ( finora più mediatica che cinetica), implementata dall’occidente ( alla quale le altre civilà hanno dovuto giocoforza aderire per questioni strategiche ) è il prodromo dell’assalto disperato del decadente impero tallasocratico all’araba fenicia risorta dalle sue stesse ceneri e ai suoi alleati ( i satanassi non sono riusciti a portare la Cina dalla loro parte ). Dato che i satanassi hanno calato la maschera, imponendola però ai popoli, e si sono resi più che visibili per quello che rappresentano ( l’anticristo ) non potranno che andare imperterriti avanti promuovendo la guerra agli avversari, la dittatura biosecuritaria ai propri cittadini fino alll’oppressione militaresca, mi sa che fra un po tanti rimpiangeranno i lockdown tutti a casa in pantofole a guardare la tv, la dittatura con la legge marziale accompagnerà la deflagrazione del conflitto! A quel punto potrebbero anche rilasciare agenti biologici da guerra ben più pericolosi del minchiacoronavirus!

    • nicholas
      Inserito alle 20:36h, 17 Dicembre Rispondi

      Spero che sta guerra scoppi al più presto, non se ne può più di questa agonia.
      Almeno, non avremo più il problema di sto caxxo di virus e vaxxinos.
      Inoltre, si sfoltirà la società ormai corrotta e debole.

  • Giorgio
    Inserito alle 17:11h, 18 Dicembre Rispondi

    Pienamente d’accordo con tutti i commenti precedenti ……..
    Le decadenti società occidentali basate su individualismo, profitto, democrazia, mercantilismo, globalismo ………..
    prive di ogni principio morale, politico, etico, religioso, ideologico, che non sia il tornaconto immediato ……
    non possono che naufragare nella miseria generale e nella guerra ………
    perchè queste sono condizioni indispensabili per la sopravvivenza delle èlite politico finanziarie a guida anglo sionista ……..
    non più in grado di prosperare pacificamente e quindi costrette ad usare le maniere forti con i loro stessi popoli ……….
    con terrorismo mediatico, dittatura aperta finanziaria e sanitaria e militarizzazione, virus falsi e anche veri …….
    guerra diretta contro i paesi a loro ostili ……….. Nonostante tutto questo, anzi proprio per questo, la loro fine è segnata …….

Inserisci un Commento