Putin: se qualcuno interviene nella situazione in Ucraina dall’esterno, la risposta sarà “fulminea”


Se qualcuno interviene nella situazione in Ucraina dall’estero, la risposta sarà “veloce”, ha detto mercoledì il presidente Vladimir Putin, in un incontro con i membri del Consiglio legislativo del parlamento del Paese.

” La nostra risposta ai contrattacchi sarà fulminea . Abbiamo strumenti che nessun altro ha. Li useremo”, ha assicurato, aggiungendo che “tutte le decisioni sono già state prese al riguardo”.

Il presidente russo ha anche riflettuto sul fatto che l’Occidente considera un paese grande come la Russia un pericolo.

“Un Paese così indipendente, grande e immenso […] non è necessario, credono che sia semplicemente un pericolo per loro per la loro stessa esistenza”, ha detto Putin, sottolineando che è proprio l’Occidente che “rappresenta il pericolo per la mondo intero.” .
In questo contesto, il capo di Stato ha ricordato come i paesi occidentali abbiano incoraggiato i terroristi nel Caucaso settentrionale negli anni ’90 a “favorire i movimenti separatisti” e, infine, a “distruggere” il paese. Come altro esempio, Putin ha fatto riferimento ai “piani barbarici dei nazisti per il popolo sovietico” cercando di “sottoporre” le persone “a condizioni di schiavitù” ed eliminare coloro che non possono lavorare.

Affrontando la questione dell’Ucraina, il presidente ha sottolineato che in questo conflitto “il popolo ucraino è destinato a essere sacrificabile” e che la gente se ne sta rendendo conto a poco a poco. Allo stesso tempo, ha espresso che l’Ucraina è stata spinta dall’estero ad affrontare la Russia.

Parallelamente, ha dichiarato che saranno raggiunti tutti gli obiettivi dell’operazione militare speciale , che garantirà la sicurezza del Donbass, della Crimea e di tutta la Russia.

“I nostri soldati e ufficiali hanno impedito il vero pericolo che si stava già diffondendo sulla nostra patria. Con il loro coraggio, determinazione ed eroismo, hanno impedito un grande conflitto che si sarebbe svolto sul nostro territorio, ma secondo scenari stranieri [sotto il controllo dell’Occidente ]”, ha sottolineato il presidente.

Forze russe

Allo stesso modo, Putin ha lamentato che la “scommessa” su neonazisti e russofobi è ” una nuova arma geopolitica” dell’Occidente. “Hanno scommesso sulla russofobia e sui neonazisti, anno dopo anno senza vergogna, trasformando sfacciatamente il nostro vicino paese, l’Ucraina, in ‘anti-russo'”, ha aggiunto.

In precedenza, l’ufficio stampa del Cremlino aveva riferito che l’incontro affronterà questioni sull’attuazione del piano per garantire lo sviluppo dell’economia russa sotto la pressione delle sanzioni estere, nonché misure per garantire la sostenibilità finanziaria delle regioni .
L’incontro si tiene a San Pietroburgo e coincide con la Giornata del Parlamento russo.
Il Consiglio legislativo fa parte dell’Assemblea federale russa, cioè il Parlamento, ed è stato creato nel maggio 2012 per organizzare la cooperazione tra le camere dell’Assemblea federale e gli organi legislativi del potere statale dei sudditi federali della nazione nel processo legislativo e scambio di esperienze nelle attività parlamentari.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM