Putin scopre il bluff della NATO ed il gioco sporco di Washington con l’Ucraina

di Luciano Lago

Il suono sinistro delle artiglierie in Europa proviene dall’Ucraina, da un conflitto dimenticato che da ultimo rischia di degenerare in una guerra aperta e distruttiva.
Se la NATO vorrà spingere fino in fondo la strategia di provocazione contro la Russia, quello che appare sicuro è che Mosca vuole a sua volta mettere alla prova e scoprire il bluff della NATO. Il fatto che la NATO sostiene e fomenta la voglia dell’Ucraina di partire con una offensiva generale contro le repubbliche del Donbass e contro la Russia è ormai un dato acquisito da tutti gli osservatori. La NATO istiga gli ucraini alla guerra salvo poi coprirsi con vari pretesti per non esporre le proprie forze ad una forte reazione russa.
Vladimir Putin si muove per smascherare il gioco sporco degli USA e della NATO di mandare in avanti l’Ucraina come testa d’ariete per sfondare le difese dei filo russi nel Donbass. Questa è la spiegazione dell’accumulo impressionante di forze militari della Russia vicino alle frontiere ucraine.
Se le forze ucraine, supportate dalla NATO, varcheranno la linea rossa che corrisponde alla linea di demarcazione fra le repubbliche del Donbass e l’Ucraina, così come la frontiera fra Crimea e Ucraina, allora troveranno pane per i loro denti e la reazione russa si prevede che sarà molto dura.

Forze ucraine


La situazione si è fatta incandescente sulla linea di demarcazione con i continui tiri di artiglieria delle forze ucraine su obiettivi civili, con feriti e vittime sul fronte del Donbass, fra gli altri un bambino di sei anni, una scuola colpita e, a questi tiri, è seguita negli ultimi giorni una ritorsione dei separatisti che ha colpito le postazioni ucraine.
Questo il messaggio esplicito di Mosca: non c’è più spazio per trattare con l’Ucraina che ormai ha tutte le caratteristiche di uno stato canaglia e fallito, alle strette dipedenze di Washington.
Un governo quello di Kiev che di fatto, il 24 Marzo, ha dichiarato guerra alla Russia con il decreto legge approvato dalla Duma che impegna le sue forze a riprendere il controllo della Crimea, territorio della Federazione Russa a tutti gli effetti. Un atto formale di dichiarazione di guerra occultato dai media occidentali che spiega il motivo della reazione russa.
Gli esperti miltari danno uno spazio di poche ore all’esercito ucraino prima che questo sia fatto a pezzi dalle difese russe, qualora vogliano varcare la linea fra Ucraina e Crimea.
Gli sguardi sono adesso tutti sull’Ucraina che si muoverà (come si può stare certi) su ordine di Washington.
Fra i due contendenti c’è l’Europa di mezzo e i governi europei che se ne stanno in silenzio e fingono di non vedere e non accorgersi di nulla, salvo accodarsi ad ogni direttiva USA, nel loro abituale ruolo di vassalli dell’Impero, con i governi europei che si dimostrano privi di una propria sovranità politica.
La Russia ha lasciato in chiaro che si schierera’ a difesa delle repubbliche del Donbass e non abbandonerà i cittadini russi (circa 300.000) che vivono in quelle regioni. Moca ha cambiato tattica ed adesso risponde colpo su colpo, difende le sue posizioni e quelle dei suoi alleati e non permette al nemico di procedere con passi in avanti. Nessun dialogo con gli arroganti occidentali.

Forze corazzate russe

Gli statunitensi sono i veri istigatori di una guerra di Kiev contro la Russia e sono loro che stanno sobillando una prossima offensiva .
Non è però facile capire chi siano coloro che hanno in mano il pallino delle decisioni a Washington, non certo Biden ma i personaggi neocon che i muovono dietro di lui e che determinano le decisioni.
Tuttavia non si può escludere che il deep State sia intenzionato anche a provocare un conflitto con la Russia e questo porterebbe ad uno scenario catastrofico con il coinvolgimento di entrambe le super potenze.
D’altra parte è ormai acquisito che Washington utilizza cinicamente gli ucraini per i propri interessi, li considera una sorta di “aborigeni” e non come persone. Le popolazioni per gli strateghi di Washington sono soltanto uno strumento che può essere utilizzato per far avanzare i propri interessi e nulla di più. L’esperienza degli iracheni, dei libici e dei siriani è fin troppo significativa.

Trasferimento forze russe in Crimea


Nel caso dell’Ucraina gli USA si servono di questa crisi per far chiudere il gasdotto Nord Stream 2 e rescindere il collegamenti fra Europa e Russia e per questo obiettivo sono disponibili a giocare con la pelle degli altri, degli ucraini in particolare. La stanca retorica della “democrazia e della giustizia” serve soltanto a coprire questi interessi. L’America combatterà contro i russi fino all’ultimo ucraino.
La strategia degli USA e quella di provocare un conflitto limitato in Europa che possa far saltare il progetto del gasdotto tedesco-russo e far rompere definitivamente i rapporti fra Germania Russia, come anche fra il resto d’Europa e la Russia. Questo il vero obiettivo di Washington: impedire il formarsi di un blocco euroasiatico.

24 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 14:49h, 08 Aprile Rispondi

    Italia e Russia unite nella storia, viva Putin

    • Farouq
      Inserito alle 18:20h, 08 Aprile Rispondi

      Si ma truppe italiane forse sono già in Ucraina per le “esercitazioni”

  • atlas
    Inserito alle 15:05h, 08 Aprile Rispondi

    il portavoce del pentagono Kirby “non capiamo la ragione degli apprestamenti militari russi ai confini con l’ Ucraina”

    il Ministero degli Esteri russo: “sforzatevi”

    • Hannibal7
      Inserito alle 15:52h, 08 Aprile Rispondi

      Ehi ciao Atlas
      Beh,il Ministero degli esteri russo avrebbe potuto rispondere: “noi ci muoviamo come ci pare e piace DENTRO I NOSTRI CONFINI…voi ameri-CANI che cazzo ci fate nel Mar Nero e a ridosso dei NOSTRI confini??? Gite scolastiche???
      Saluti né

      • Daniele Menna
        Inserito alle 23:54h, 08 Aprile Rispondi

        Capitalisti contro capitalisti.
        Imperatori contro imperatori.
        La povera gente, i popoli pagano.
        La solita storia millenaria di sfruttamento.

  • Mario
    Inserito alle 15:11h, 08 Aprile Rispondi

    IIL POPOLO ITALIANO È CON LA
    RUSSIA E CON TUTTI I PAESI LIBERI
    DEL PIANETA. W CINA W RUSSIA

  • Riki
    Inserito alle 15:23h, 08 Aprile Rispondi

    Nella foto si vedono visi di veri uomini. Non faccie usa nato col fondotinta dei burattini dei rothschild

    • Anonimo
      Inserito alle 10:33h, 09 Aprile Rispondi

      Beh sostenere che ci siano paesi liberi in questo mondo é un po’ azzardato… E poi se Cina nn si può sentire…. Se non se ne é accorto siamo tra la morsa americana e la morsa cinese… E in entrambe i casi non é una bella situazione…

    • Luciano stringardi
      Inserito alle 08:46h, 10 Aprile Rispondi

      Cina? È lei che pilota Washington, per la precisione il pcc,gli americani di Trump non sono contro la Russia, ma lo sono quel manipolo di ladri democratici che hanno rubato le elezioni.

  • Riki
    Inserito alle 15:33h, 08 Aprile Rispondi

    E per i troll idioti: ministro degli esteri russo: Lavrov. Ministro degli esteri Italia: un ex bibitaro che di geopolitica ne sa quanto la massaia di Abbiategrasso. Da vomito….

    • giorgio
      Inserito alle 08:20h, 09 Aprile Rispondi

      W le massaie di Abbiategrasso …… Abbasso i ministri degli esteri che non sanno leggere una carta geografica …..
      vogliamo ricordare qualche sua perla ?
      “Dopo l’esplosione al porto di Beirut: solidarietà a Beirut e al popolo libico” ……
      “Pinochet era il dittatore del Venezuela” ……
      “La democrazia in Francia esiste da millenni” ……..
      “La Russia è un paese mediterraneo” ……
      Ahinoi !!!!

    • Ben
      Inserito alle 10:42h, 09 Aprile Rispondi

      A proposito del velato disprezzo verso le massaie, e della presunzione di superiorità verso di esse, dico che se non ti fosse stato permesso di studiare, se ti fosse stato impedito qualsiasi avvio di un’attività lavorativa migliore, se non avessi nessuno a farti le pulizie di casa, anche te avresti fatto parzialmente la massaia, ancorché dotato di qualsivoglia capacità e intelligenza,
      mentre anche gli idioti altrimenti favoriti assurgono al rango di scrittori di idiozie ovunque, e di troll idioti

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 16:00h, 08 Aprile Rispondi

    a riki: il ministro bibitaro rappresenta bene il popppolo che lo ha eletto, popppolo che invase l’urss insieme ai tedeschi e che se lo prese ben benino nel didietro; come dice il detto “errare humanun est perseverare diabolicum”;
    lavrov invece rappresenta un potere lungimirante e saggio col quale si può dialogare e trovare soluzioni; ma se sei in malafede poi sono hazzi acidi.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 16:34h, 08 Aprile Rispondi

      senza l’aiuto degli stati uniti che inviava armi ai sovietici e se i giapponesi infami avessero aperto il fronte orientale altro che prenderla ben benino nel didietro…
      erano alle porte di Mosca dio santo

      ps : nell’articolo si menzionano i neocon dietro il porco pedofilo, sbagliatissimo, dietro biden c’è il partito democratico della cricca pedofila clinton e obama, o vogliamo ancora credere alla favola “partito democratico = buoni / partito repubblicano = neocon guerrafondai” ????

      • Pippo
        Inserito alle 17:58h, 08 Aprile Rispondi

        Se quell’ asino del “Duce”, che non capiva una beata mazza di politica estera se ne stava buono buono a villa Torlonia a giocare a tennis… invece di ubbidire sottobanco come un cagnolino agli ordini di Churchill pensando di essere uno stratega facendo il doppio e triplo gioco…Eh già..già..

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 19:44h, 08 Aprile Rispondi

          meno male che c’è Pippo che capisce tutto di politica estera

          M. ritengo che fece due errori :
          1- invadere l’Etiopia che gli costò le antipatie dei paesi occidentali (devo ricordare come sia il porco inglese che l’assassino americano lo elogiassero?)
          2- non eliminare, come suggerito dai tedeschi, determinati traditori, tra cui Ciano e Badoglio

          per il resto vale quanto sopra, senza l’aiuto degli statunitensi i tedeschi sarebbero arrivati agli Urali

          • Pippo
            Inserito alle 23:03h, 08 Aprile

            Non dimentichi l’idiotissima Campagna di Grecia,(istigata dal solito Churchill per tramite del cognato Ciano dichiaratamente filoinglese) che spezzò le reni al Fascismo e silurò l’Operazione Barbarossa.Meglio che stendiamo un velo pietoso…

          • Pippo
            Inserito alle 23:05h, 08 Aprile

            Pardon, volevo dire il genero Ciano…

      • Riki
        Inserito alle 20:01h, 08 Aprile Rispondi

        Giuseppe Sartori voglio aggiungere che la storia del mov 5 stelle nella politica italiana e internazionale – un inganno cosí non é mai successo nella storia. Questo sistema politico putrefatto può solo stare lì perché in Italia non si può andare a comprare un fucile dall’armaiolo come in america.

      • giorgio
        Inserito alle 08:23h, 09 Aprile Rispondi

        Più che d’accordo Arditi …… infatti la formula giusta sarebbe :
        “partito democratico = guerrafondai / partito repubblicano = guerrafondai” …….

  • eusebio
    Inserito alle 18:55h, 08 Aprile Rispondi

    Gli USA ormai sono un somaro deindustrializzato con 100 milioni di inattivi travestito con una pelle di leone di falsa superpotenza militare, appena i russi hanno mobilitato decine di migliaia di uomini, tra cui pure ex ufficiali e soldati russofoni ucraini scappati dopo Maydan, dotati di armi ultramoderne la NATO invocata dai loro tirapiedi di Kiev ha cominciato a balbettare e se l’è svignata.
    Tra l’altro i russi pare che se la NATO interverrà in Ucraina scatenando il suo proxy ukro la Russia scatenerà i suoi di proxy in Siria, e i soldati NATO presenti nel paese cominceranno a tornare a casa nei sacchi neri.
    In estremo oriente la Cina continua a premere su Taiwan affinchè attivi il principio un paese due sistemi, ovvero torni a casa, e gli USA dopo aver accusato i cinesi di aver inviato ben 200 unità navali del PLA nel Mar Cinese del sud hanno fatto passare per “mostrare la bandiera” uno scalcagnato cacciatorpediniere nello Stretto di Taiwan, a tutta velocità per evitare reazioni cinesi.
    Del resto gli USA cominciano ad essere sempre più deboli sul piano economico, dall’inizio della pandemia alla fine del 2020 la FED ha stampato 4 trilioni di dollari con il risultato che l’aumento della massa monetaria ha fatto svalutare il dollaro del 10% rispetto alla media ponderata della altre valute, segno che la moneta USA non è più richiesta molto sui mercati valutari come moneta rifugio, mentre il deficit commerciale è esploso, e le importazioni devono essere pagate con una cartamoneta che vale sempre meno.
    Se gli USA non fossero governati da una cricca di speculatori sionisti guerrafondai a favore del popolo eletto dovrebbero azzerare le spese militari e ritirare tutte le truppe che hanno in giro, invece cercano solo di trasferire costi ed oneri delle loro aggressioni militari su alleati ridotti pure peggio e molto recalcitranti.
    Speriamo in una gigantesca rivolta antisionista interna.

    • Renato 21
      Inserito alle 19:35h, 08 Aprile Rispondi

      Per Pippo “se quell’ asino del Duce..” gli anglo-sionisti dopo aver “masticato” il Fuhrer avrebbero fatto lo stesso con Benito …. è storia , basta cercare certe notizie .
      Ossequi .

  • Renato 21
    Inserito alle 19:42h, 08 Aprile Rispondi

    “Vogliono guerra . Allora ricordiamo chi ci trascinò nelle altre . ” Di Maurizio Blondet .
    Questo per un assaggio .

  • Rachid ELAÏDI
    Inserito alle 08:45h, 10 Aprile Rispondi

    ce conflit gelé se radicalise de plus en plus. on est dans une logique de guerre et il me semble que si l’armée Algérienne est sérieuse dans cette entreprise , l’État algérien sous commandement du général Chengriha devrait déclarer la guerre au Maroc ,sinon le sempiternel qui n’a aucun sens

    ici ce sont deux États constitués avec une force de frappe russe incontestable. L’OTAN veut engager l’Ukraine dans une guerre incommensurable en donnant l’impression aux ukrainiens que l’OTAN est prête à les défendre et derrière l’OTAN les américains . C’est un subterfuge , un mensonge énorme .

    Maintenant la question qui s’impose pourquoi les ukrainiens tente le diable russe car l’armée ukrainienne et le parlement ukrainien sont conscient de ce jeu d’autruche et ils savent pertinemment que si guerre se déclare l’Ukraine pourrait facilement devenir un territoire colonisé par les russes car une fois l’armée ukrainienne défaite ,le colonisateur ferait ses pas à grand galop vers Kiev …

    il me semble, qu’il s’agit d’un parallèle non vérifié avec la question du Sahara occidental , un conflit qui se dégèle et se radicalise et si l’armée algérienne déclare la guerre au Maroc et si comme condition nécessaire l’armée algérienne est défaite alors le Maroc coloniserait l’Algérie et comme disait le général Kettani en 1963 ce n’est qu’une question de temps ; le temps à l’armée marocaine d’affronter le diable du Makhzen pour s’occuper pleinement du diable d’Alger et donc avec une des conséquences une guerre civile transfrontalière arabes vs berbères de Souss Massa à Tizi Ouzou à Adrar à Tilmim …et l’inverse est aussi probable si l’armée algérienne arrive à avoir le dessus dans cette guerre vue que les deux armées sont au même niveau d’armement, équipées fortement, avec des bases militaires non loin de frontière et qu’une base militaire prè de Melilla ou Ceuta servirait de lance missiles à moyen et longue portée…

    donc si l’Ukraine avance dans cette direction , évidement , l’ours blanc n’arrête pas de provoquer l’armée ukrainienne alors et si le politique ukrainien n’est pas chevronné , une guerre civile en Ukraine serait inévitable ; il ne faut pas oublier que l’Ukraine faisait partie de l’ex-URSS et donc les russes connaissent en profondeur les ukrainiens et vise-versa .

Inserisci un Commento