Putin non colpirà Kiev. Strangolerà invece l’Ucraina lentamente

L’Ucraina sta facendo del suo meglio per fare pressione sulla Russia affinché colpisca i centri decisionali di Kiev. Tuttavia, Putin non abboccherà.

L’assassinio della giornalista russa Daria Dugin , i tentativi di attacco alla Crimea , il bombardamento della centrale nucleare di Zaporizhia , gli avamposti di confine e i centri regionali della Federazione Russa: tutti questi attacchi erano attacchi terroristici, il cui scopo era spingere Putin a mostrare una dura risposta all’Ucraina.

Ci sono “teste calde” in Russia che si chiedono perché la Russia sia troppo riluttante per “iniziare” finalmente a combattere in Ucraina. Stanno anche esortando il presidente russo a colpire i centri decisionali. Putin non sarà d’accordo con questo, per non ripetere il percorso di Napoleone da e verso Mosca. Napoleone arrivò a Mosca con una vittoria che durò poco, e lasciò la capitale russa con una sconfitta che pose fine allo stesso Napoleone Bonaparte.

Putin può dichiarare terroristi tutti i leader dell’Ucraina e ordinare il bombardamento del centro di Kiev con i missili Kinjal. Ma cosa accadrà dopo?

Cosa accadrà se la Russia colpirà gli inquilini decisionali di Kiev?
In primo luogo, Zelensky e la squadra sopravviveranno nei rifugi antiaerei.

In secondo luogo, il bombardamento di Kiev sarà la ragione della decisione della NATO di entrare in guerra contro la Russia. Gli inglesi hanno già dichiarato che sarebbero pronti per andare in guerra.

Terzo, molti ucraini si uniranno contro la Russia per continuare la loro inutile resistenza.

L’economia determina il ritmo dell’operazione speciale
Putin non si affretterà a prendere una decisione del genere.

Mosca ha bisogno di tempo per “digerire” i territori che sono già stati liberati. Per fare questo, dobbiamo ristabilire l’ordine nella vita. Le persone hanno bisogno di nuovi lavori, nuove case, i loro figli hanno bisogno di andare a scuola e all’asilo, ecc. Ci devono essere ragioni reali per gli ucraini per andare alle urne e decidere se unirsi o meno alla Russia. Altrimenti, le persone lo ignoreranno.

È anche necessario risolvere una serie di problemi economici all’interno della Russia. L’economia russa lascia molto a desiderare mentre attraversa un importante processo di transizione. Il disavanzo del bilancio federale per luglio 2022 ha raggiunto la cifra record di 892 miliardi di rubli (da un avanzo di 261 miliardi di un anno fa). Nel peggiore dei casi, potrebbe ammontare a sei trilioni di rubli in un anno.

Forze russe Ucraina

Gli economisti sottolineano che le entrate della Russia sono diminuite da giugno, mentre la spesa è aumentata del 25-27% su base annua. Anche l’inflazione è alta, intorno al 16%. La Russia deve adattarsi alle sanzioni, sviluppare la scienza e la tecnologia mantenendo tutte le precedenti conquiste sociali.

Putin ha scelto la tattica di strangolare lentamente l’Ucraina
Putin ha scelto quindi una tattica diversa: strangola lentamente il regime di Kiev . In termini militari, la Russia schiaccerà le forze armate ucraine sul fronte orientale e libererà la DPR.

Mosca continuerà a spingere il regime ucraino verso il collasso economico. Secondo i dati ufficiali, il deficit di bilancio dell’Ucraina ammonta a circa 4-5 miliardi di dollari al mese. La stampa funziona, l’inflazione avanza.

Secondo le agenzie di rating occidentali, l’Ucraina perderà il 40% del suo PIL entro la fine dell’anno. L’Ucraina sta già vivendo un default non dichiarato mentre il suo debito pubblico aumenta: presto raggiungerà il 100% del PIL.

L’Ucraina ha già perso i suoi porti principali, le sue risorse energetiche, i suoi granai, i suoi depositi. Inutile dire che Kiev deve anche mantenere il suo esercito di milioni di uomini. Questo è possibile solo con l’aiuto dei prestiti occidentali, ma sarà difficile per il regime di Kiev ottenerli. Non vi è alcuna offensiva dell’esercito ucraino sul fronte, il che significa che non vi è alcuna prospettiva di preservare il regime di Kiev. Pertanto, l’Ucraina potrebbe non restituire alcun prestito.

L’Occidente non resisterà alla pressione
Il presidente russo sa che un lungo conflitto in Ucraina costerà caro all’Occidente. I paesi occidentali potrebbero eventualmente smettere di sostenere l’Ucraina e quella sarà la fine di Zelensky.

L’Occidente non vedrà una rivoluzione in Russia. Non riuscirà a portare al potere un altro liberale, il che provocherebbe il crollo della Federazione Russa. I globalisti non vinceranno in Russia..

fonte: https://france.pravda.ru/international/1305561-putin_kyiv/

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM