Putin: L’Occidente sta cercando di incatenarci … Stiamo affrontando “la politica di contenimento della Russia”

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato oggi che gli sforzi degli USA e della UE sono volti a “provocare la destabilizzazione interna per minare i valori che uniscono la società russa e, in ultima analisi, indebolire la Russia e metterla sotto controllo esterno”.

l presidente russo Vladimir Putin ha esortato, oggi, mercoledì, l’agenzia di intelligence interna a stare all’erta in previsione di tentativi di “incatenare” il Paese, dopo che l’Unione Europea ha annunciato nuove sanzioni contro Mosca.

Rivolgendosi al Servizio di sicurezza federale (FSB) nel suo discorso annuale all’agenzia di intelligence nazionale, Putin ha affermato che l’Occidente sta “cercando di incatenarci con sanzioni economiche e di altro tipo”, aggiungendo: “Stiamo affrontando quella che viene chiamata la politica di contenimento della Russia. . “

Putin ha sottolineato che “la questione non è legata alla concorrenza … piuttosto, è una linea coerente e aggressiva volta a ostacolare il nostro sviluppo, rallentandolo e creando problemi lungo i nostri confini”, considerando che l’Occidente sta utilizzando strumenti tratti “dall’arsenale dei servizi di intelligence. “
Putin ha anche affermato che gli sforzi dell’occidente mirano a ” provocare la destabilizzazione interna per minare i valori che uniscono la società russa e alla fine indebolire la Russia, ponendola sotto controllo esterno”.

I commenti di Putin arrivano in un momento in cui le relazioni tra Russia e Occidente hanno raggiunto i livelli più bassi dalla Guerra Fredda, mentre le nuove sanzioni europee e americane hanno pesato su Mosca per l’arresto di Alexei Navalny (il presunto dissidente legato ai servizi di intelligence occidentali)..
All’inizio di questo mese, Putin ha accusato l’Occidente di usare Navalny per contenere la Russia, una frase che si riferisce alla vecchia strategia degli Stati Uniti verso l’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda.

Reparti russi del FSB vigilano contro agenti provocatori sostenuti dall’occidente

Lavrov: Le capitali occidentali vogliono approfittare della pandemia per punire i governi indesiderati

Da parte sua, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha diretto un’accusa contro i paesi occidentali, che ha definito “egoisti” e che lavorano per “beneficiare politicamente” della pandemia di Coronavirus.

“Sfortunatamente, nonostante l’epidemia e l’apparente necessità di unire i nostri sforzi, alcuni dei nostri partner occidentali rifiutano di riconsiderare la loro posizione egoistica e non abbandonano i loro metodi coercitivi e illegali di intimidazione e pressione”, ha detto Lavrov.
Lavrov ha aggiunto che le capitali occidentali hanno “il desiderio di approfittare dell’epidemia per punire i governi indesiderati”, soprattutto “rifiutandosi di sospendere le sanzioni economiche come parte della lotta contro il Covid-19”.

Maria Zakharova

All’inizio della giornata, la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha denunciato le misure punitive europee contro il suo paese, descrivendo la decisione europea come un “mutuo” per gli Stati Uniti .

È interessante notare che le posizioni della Russia sono state in conflitto con i paesi occidentali per diversi anni su molte questioni, dall’Ucraina alla guerra in Siria. Il presunto avvelenamento dell’avversario Alexei Navalny e la sua prigionia dopo il suo ritorno in Russia hanno ulteriormente esacerbato queste divisioni.

Mosca, in particolare, denuncia le sanzioni occidentali che hanno preso di mira la Russia dalla sua annessione della penisola ucraina di Crimea e quelle che colpiscono altri paesi come il Venezuela, la Siria o l’Iran.

Questa settimana l’Unione Europea ha annunciato l’ imposizione di sanzioni contro quattro funzionari russi sulla prigione di Navalny, da aggiungere a una serie di sanzioni a cui la Russia è stata sottoposta, soprattutto a causa del conflitto in Ucraina.

Fonte: Al-Mayadeen Net

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM