"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Putin: l’Industria militare russa deve essere pronta per la guerra

di  Louis Heyward

La capacità dell’economia per aumentare rapidamente le produzioni destinate alla Difesa….è uno dei pilastri più importanti per assicurare a sicurezza strategica del paese.

Così è come si comporta un paese quando si sente minacciato.

Questa è una informativa molto rivelatrice delle notizie trasmesse dalla TV russa. La trascrizione completa viene di seguito.


Soltanto dalla forma di chi parla uno può capire quello che lui pensa ed è molto importante. E’ la prima storia nella prima parte dell’ora.

I russi sono disponibili a realizzare maggiore capacità produttiva in molte delle loro imprese industriali, che non servono ad alcuna finalità commerciale, ma questo gli permetterebbe di aumentare rapidamente la produzione militare se necessario. In particolare quelle che producono autoveicoli e aereomobili come anche quelle che producono medicinali e fornitura di alimenti.

L’obiettivo è quello di modernizzare gli impianti di produzione e creare una riserva di risorse materiali e tecniche, una specie di riserve inviolabili.
Putin non vuole correre alcun rischio con una NATO chiaramente aggressiva e ostile e con l’establishment statunitense che incentiva guerre in ogni continente.

Vedi: Youtube.com/Watch

Questo è stato dichiarato da Putin a Sochi dove si è celebrata una terza riunione esecutiva con rappresentanti del Ministero della Difesa e dell’industria militare. Sono state discussi i risultati delle manovre “Zapad-2017”, che si sono realizzate a fine Settembre.

Dmitriy Petrov spiega le conclusioni della discussione

Corrispondente:
Il presidente ha dedicato il terzo giorno delle discussioni in agenda sulla difesa ad una verifica delle manovre strategiche joint “West-2017. Queste si sono svolte in settembre nel territorio di varie regioni e oggi i rispettivi governatori, così come i capi di alcuni ministeri si sono uniti alla discussione.

Nove tipi di prove sono state utilizzate in Russia e Bielorussia. Il concetto delle manovre è quello dell’ipotesi di una invasione estremista dall’estero, su Kalingrad ed in Bielorrussia. L’aggressore incontra una resistenza organizzata.

I militari russi hanno provato con successo il nuovo veicolo armored Fighting Vehicle “Terminator” ed il carro armato T90S1. 20 navi della flotta del baltico hanno creato un blocco del territorio dal mare. Le unità e le squadre delle truppe regionali sono stati trasportati sul luogo dell’invasione per isolare il nemico.

I servizi civili avevano un importante ruolo da svolgere.

Forze speciali russe in Siria

Putin: un numero di compiti essenziali sono stati solti con successo nel corso delle manovre. E’ stata verificata la capacità di mobilitazione e la capacità di soddisfare le necessità dell’Esercito a livello locale.
Sono stati convocati cittadini della riserva per l’addestramento militare. E’ stato messo in pratica il sistenma di trasferimenti ai veicoli da trasporto militare come gli equipaggiamenti per la produzione civile e la copertura tecnca delle rotte di trasporto.

Corrispondente: sono stati rivelati certi punti deboli come la fornitura di provviste e medicamenti e un rapido aumento delle produzioni per la Difesa in caso di una escalation militare…….

Questi punti deboli devono essere eliminati , secondo il presidente.

Devono essere attentamente studiate e prese misure per migliorare  le capacità produttive e di mobilitazione.

Voglio segnalare la capacità dell’economia per aumentare rapidamente le capacità delle risorse destinate alla  difesa quando sia necessario ed è questo uno dei pilastri più importanti per assicurare la difesa strategica del paese. Qualsiasi stratega o grande impresa dovrebbe essere preparato per questo, indipendentemente dal suo ruolo.

Fonte: Russia Insider

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. Mardunolbo 3 settimane fa

    Queste osservazioni importanti in caso di guerra, indicano come Putin senta importante dedicare alla Difesa molta attenzione. Infatti non è la passività , tipica italiana, la strategia vincente nella Storia, ma essere preparati ad ogni conflitto.
    Lo spirito mussoliniano tendenzialmente fu questo, ma peccò nel proiettare le capacità italiane in un conflitto, nonostante gli avvertimenti di generali di Stato Maggiore.
    Pensava che le capacità germaniche fossero superiori alla potenza industriale anglosassone e pensava pure che la guerra sarebbe terminata presto, confidando nel buonsenso di tutti.
    Non aveva tenuto in conto l’ostinazione sionista di distruggere quanto possibiie quel che in Europa era rimasto di nazioni cristiane !
    http://www.agerecontra.it/public/press40/?p=30233 (ed articoli precedenti)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. michele michy 3 settimane fa

    difficile dire cosa pensasse realmente mussolini……..o che consiglieri degni di fiducia avesse……….la storia la fa chi vince…………

    la passività italiana odierna è ormai radicata da 70 anni di stretto controllo straniero………….

    Rispondi Mi piace Non mi piace