Putin ha spiegato quello che l’Occidente non capisce nei negoziati con la Russia

L’Alleanza Nord Atlantica “ha tradito” la Russia quando ha promesso di non consentire il movimento verso est (della NATO) negli anni ’90 del XX secolo, ha detto il presidente Vladimir Putin in una conferenza stampa, rispondendo a una domanda di un giornalista di Sky News.

Non un pollice verso est, ci era stato detto negli anni ’90. E allora? Ci hanno imbrogliato! Hanno solo tradito la parola insolentemente. Cinque ondate di allargamento della NATO. E ora sei il benvenuto: in Romania ora, in Polonia, ci sono basi e sistemi militari corrispondenti “, ha affermato il capo dello stato.

Ha ricordato che l’Alleanza del Nord Atlantico è avanzata fino ai confini russi, e ora si parla del fatto che anche l’Ucraina entrerà a far parte della NATO.

“Dovete darci garanzie. Voi. E subito, adesso. E non parlarne per decenni, e sotto un discorso così morbido sulla necessità di garantire a tutti la sicurezza di fare ciò che si pianifica “, ha affermato il presidente.

Ha spiegato che le azioni della Russia dipenderanno “non dal corso dei negoziati, ma dalla fornitura incondizionata della sicurezza della Russia oggi e nella prospettiva storica”.

“A questo proposito, abbiamo chiarito che l’ulteriore movimento della NATO verso est è inaccettabile. Ebbene, cosa c’è di incomprensibile? Stiamo piantando noi missili vicino ai confini degli Stati Uniti? No, questo lo fanno gli Stati Uniti con i loro missili che arrivano sotto casa nostra. Sulla soglia di casa nostra ci sono già. Bene, questa è per voi una sorta di richiesta eccessiva – non mettere più sistemi di shock a casa nostra? ” – ha detto Putin.

Ha chiesto come avrebbero reagito gli americani al fatto se la Russia avesse piazzato missili al confine tra Canada e Stati Uniti o al confine con il Messico. Ha ricordato che anche il Messico e gli Stati Uniti hanno avuto dispute territoriali – in Texas e in California.
Allo stesso tempo, il Presidente ha affermato che recentemente c’è stata una reazione positiva da parte dell’Occidente sulle idee di un sistema di garanzia della sicurezza.

“Vorrei sottolineare che nel complesso vediamo finora una reazione positiva. E i nostri partner americani ci dicono che sono pronti per iniziare questa discussione “, ha detto.
La parte americana parla della sua disponibilità ad avviare una discussione con la Russia sulla NATO.

“I partner americani ci dicono che sono pronti ad avviare questa discussione, questi negoziati, proprio all’inizio dell’anno a Ginevra. Sono stati nominati rappresentanti di entrambe le parti, mi auguro che lo sviluppo della situazione segua questo percorso (costruttivo) ”, ha aggiunto il presidente.

Putin risponde ai giornalisti occidentali

In precedenza, il ministero degli Esteri ha pubblicato progetti di accordi tra Russia e Stati Uniti e la NATO sulle garanzie di sicurezza. L’accordo prevedeva la fine dell’ulteriore espansione della NATO e l’adesione dell’Ucraina all’alleanza. Mosca invita l’alleanza ad abbandonare qualsiasi attività militare al di fuori dei suoi confini, in Ucraina e in altri territori dell’Europa orientale, della Transcaucasia e dell’Asia centrale.

All’Alleanza è stato chiesto di non dispiegare ulteriori armi e nuovi contingenti militari al di fuori dei paesi in cui erano di stanza a partire dal maggio 1997 (prima dell’inclusione dei paesi dell’Europa orientale nella NATO).
In caso contrario la Russia sarà costretta a prendere misure di tipo tecnico militare per contrastare la minaccia della NATO ai suoi confini.

Fonte: https://vz.ru/news/2021/12/23/1135712.html

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus