"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Putin: gli sforzi per isolare la Russia sono falliti

“Penso che vediate anche voi che questi sforzi hanno fallito e che non avrebbero mai avuto successo”, ha detto Putin in una lunga conversazione con il giornalista di Fox News, Chris Wallace, con il quale ha commentato l’incontro con il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump , concentrandosi principalmente sulla politica e sulla sicurezza.

Secondo il leader russo, il suo paese è interessato a sviluppare sicurezza, stabilità strategica e relazioni economiche con gli Stati Uniti , nonostante i numerosi equivoci tra le due potenze.

Uno di questi disaccordi nel settore militare riguarda la crescente presenza dell’Organizzazione del Trattato Nord Atlantico (NATO) nell’Europa orientale, qualcosa che, se si traducesse in un’espansione del blocco nella regione, con l’eventuale inclusione di paesi come l’ Ucraina e Georgia, sarebbe considerata estremamente negativa per Mosca.

“Spostare questa infrastruttura della NATO più vicina ai nostri confini sarebbe una minaccia, e la reazione sarebbe estremamente negativa”, ha detto, sottolineando che l’attuale sviluppo della Russia di armi più potenti è solo una risposta al ritiro di gli Stati Uniti dal Trattato anti-balistico dei missili (ABM).

Nonostante le recenti tensioni tra il Cremlino e la Casa Bianca in campo militare, Putin ha rivelato che uno dei temi affrontati in precedenza riguardava la preparazione della Russia ad estendere il Nuovo START, il Trattato di riduzione delle armi strategiche, con gli Stati Uniti.

“Nel 2021, il nuovo Trattato START sta per scadere, quindi cosa faremo dopo?” Putin ha messo in questione. “Ho assicurato al presidente Trump che la Russia è pronta ad estendere questo trattato, ma dobbiamo prima concordare le specifiche, perché abbiamo alcune domande per i nostri partner americani”.

Sempre nell’ambito della sicurezza, il presidente della Russia ha anche commentato nell’intervista uno dei temi più importanti degli ultimi tempi, la denuclearizzazione della Corea del Nord , una questione direttamente collegata agli Stati Uniti.

Puti e Xi Jimping alla riunione dello SCO nella pausa pranzo

“Sottolineerò nuovamente che ritengo che il presidente Trump abbia contribuito molto, ha fatto parecchio per risolvere questo problema, ma per ottenere la completa denuclearizzazione della penisola saranno necessarie garanzie internazionali e la Russia è pronta a dare il suo contributo se necessario ,” Egli ha detto.

Per quanto riguarda la politica russo-americana, Putin ha respinto ancora una volta la possibilità che il governo russo abbia interferito negli affari interni degli Stati Uniti , come nelle elezioni presidenziali del 2016, che i funzionari statunitensi sostengono sarebbero state l’obiettivo degli attacchi informatici ordinati dal Cremlino.

“Credete davvero che qualcuno che agisce in territorio russo possa aver influenzato gli Stati Uniti e determinato la scelta di milioni di americani?”, Ha chiesto. “Questo è cosa assolutamente ridicola.”

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. atlas 4 settimane fa

    MAI fidarsi e credere ai giudeo ameriCANI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luca 4 settimane fa

      Mai neanche dei musulmani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 settimane fa

        hai ragione, neanch’io mi fido; l’Islam è perfetto, i musulmani non lo sono.

        Ma ti assicuro che da un Napolitano Siciliano come me ti accorgi dell’avere la sorella sverginata non dal sangue fuoriuscito dalla vagina, ma solo dopo aver raccolto il preservativo che le ho relegato nell’ano, mai prima

        Rispondi Mi piace Non mi piace