“Putin deve andare via”, gli Stati Uniti stanno pianificando un altro colpo di stato?

John Bolton, ex consigliere della Casa Bianca, chiede agli Stati Uniti di aiutare l’opposizione russa a compiere un colpo di stato che cambierà non solo Putin ma l’intero “regime”.

Bolton, ex consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti durante la presidenza di Donald Trump (2017-2021), ha assicurato che solo un “cambio di regime” in Russia può raggiungere obiettivi statunitensi a lungo termine in Europa.

“Non c’è prospettiva a lungo termine per la pace e la sicurezza in Europa senza un cambio di regime in Russia”, ha dichiarato l’ex funzionario statunitense in un articolo intitolato “Putin Must Go” e pubblicato mercoledì sul sito online 19FortyFive.

In questo senso, Bolton ha proposto all’amministrazione del presidente Joe Biden di finanziare gli oppositori russi per compiere un colpo di stato nel paese eurasiatico, poiché, a suo avviso, il cambiamento in Russia dovrebbe essere molto più che la semplice sostituzione del presidente russo Vladimir Putin.
Le dichiarazioni di Bolton sono arrivate dopo che Putin ha siglato venerdì gli accordi di incorporazione delle repubbliche di Donetsk e Lugansk e delle province di Kherson e Zaporizhia alla Russia, dopo i referendum che questi territori hanno tenuto dal 23 al 27 settembre.

Golpe pilotato dagli USA in Bolivia

USA e il suo ruolo in vari colpi di stato
Gli Stati Uniti hanno svolto un ruolo di primo piano in dozzine di colpi di stato in tutto il mondo attraverso stratagemmi che concretizzano i loro interessi. Il coinvolgimento di Washington nel cambio di governo si è concretizzato attraverso azioni palesi e segrete, volte ad alterare la struttura politica dei paesi.

Operazioni significative della Casa Bianca includevano il colpo di stato del 1953 in Iran, orchestrato da Stati Uniti e Regno Unito; l’invasione della Baia dei Porci a Cuba nel 1961 e il sostegno al rovesciamento di Sukarno da parte del generale Suharto in Indonesia, in Cile nel 1973.
Questi alcuni dei più noti ma di recente la longa manus degli USA nel “Regime Change” si è vista in Venezuela (fallito golpe), in Honduras, in Bolivia e in paesi dell’ex URSS. Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Fonte: Hispantv

traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM