Putin avverte: la Russia difenderà “fermamente” i suoi interessi geopolitici

Durante la tradizionale parata per il trionfo sovietico sui nazisti, il presidente ha criticato la “russofobia” che ha tentato di “riscrivere la storia”.
Durante il suo discorso in occasione del 76 ° anniversario della vittoria dell’Unione Sovietica sulla Germania nazista, il presidente Vladimir Putin ha avvertito questa domenica (09.05.2021) che la Russia difenderà fermamente i suoi interessi geopolitici e la sua sicurezza, e si è scagliato contro coloro che cercare di rilanciare l’ideologia nazista e la “russofobia”, oltre a criticare coloro che escono di nuovo con “piani aggressivi”.

“La Russia difende incessantemente il diritto internazionale. Allo stesso tempo, difenderemo con fermezza i nostri interessi nazionali e garantiremo la sicurezza del nostro popolo”, ha detto Putin parlando a centinaia di soldati in uniforme riuniti nella Piazza Rossa. Ha anche assicurato che le idee nate dal nazismo “vengono aggiornate” e che c’è un ritorno di “discorsi razzisti, superiorità nazionale, antisemitismo e russofobia”.

La seconda guerra mondiale “ha portato prove, dolore e lacrime insopportabili impossibili da dimenticare, e non c’è perdono o giustificazione per chi sviluppa nuovamente piani aggressivi”, ha detto il presidente, i cui avvertimenti sono arrivati quando i rapporti con gli Stati che sono parte dell’Europa sono al loro punto più basso da anni.

Putin con i veterani

Saremo sempre orgogliosi”

Accompagnato solo da un leader straniero, il presidente del Tagikistan, Emomali Rajmon, Putin ha affermato che solo decenni “ci separano da quei tempi in cui la peste nazista si stava formando nell’Europa centrale. Il leader russo ha aggiunto che è necessario trarre lezioni dalla storia e si è rammaricato del fatto che “coloro che erano ossessionati dalla teoria delirante della superiorità stanno ancora cercando di metterla in pratica”, aggiungendo che questo si riferisce “non solo a tutti i tipi di radicali e gruppi terroristici internazionali ”.

Il presidente ha detto che oggi ci sono “tentativi di riscrivere la storia”, ricordando che è stato “il popolo sovietico che ha realizzato l’impresa” di sconfiggere la Germania nazista. “Ogni famiglia conserva la sacra memoria di coloro che hanno difeso la vittoria. E saremo sempre orgogliosi della loro impresa”, ha detto. Una garanzia per questo, ha detto, sono le forze armate della Russia, “eredi dei soldati della vittoria. “

Più di 12.000 uomini, 190 veicoli, 76 elicotteri e sistemi di aerei e armi hanno iniziato a sfilare dopo il discorso davanti al capo dello stato e una platea di ufficiali e veterani. Le celebrazioni del 9 maggio sono un momento di comunione patriottica dedicato ai quasi 20 milioni di sovietici uccisi durante il conflitto.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus