Putin augura buona festa del “Giorno della Russia”

Mosca, 12 giugno – RIA Novosti.
Vladimir Putin ha augurato ai russi e ai connazionali che vivono all’estero buon “Giorno della Russia”:
“Per ognuno di noi, la Patria è una famiglia, la casa paterna, la terra natale – da Kaliningrad alla Kamchatka e alle Isole Curili, dal nord, dai mari artici a Sebastopoli e alla Crimea. <…> In questa sconfinata distesa si è forgiata la nostra storia millenaria piena di pagine di grande gloria e orgoglio, l’impareggiabile coraggio degli antenati, la loro fede e il loro amore per la Patria”.

Il capo dello stato ha ricordato che il “penetrante sentimento della madrepatria” ha sempre aiutato il popolo russo ad attraversare le avversità e a preservarsi “nelle prove più difficili, a rispondere a qualsiasi sfida”.

Russia Festa di popolo 12 Giugno

Il presidente ha preso parte alla cerimonia d’innalzamento della bandiera russa sulla collina Poklonnaya a Mosca e in seguito ha assegnato i premi agli Eroi del Lavoro. All’evento hanno partecipato il capo della Camera Nazionale di Medicina Leonid Roshal’ e il direttore artistico del Teatro Maly Jurij Solomin.

Il presidente Vladimir Putin celebra il girno della Festa Nazionale della Federazione Russa

Il “Giorno della Russia” è una festa nazionale, che viene celebrata ogni anno il 12 giugno.

In questo giorno, nel 1990, il primo Congresso dei deputati del popolo della RSFSR (Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa) adottò la Dichiarazione sulla sovranità statale della Russia, che affermava uguali diritti di tutti i cittadini, dei partiti politici e delle organizzazioni pubbliche; il principio di separazione dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario; la necessità di un sostanziale ampliamento dei diritti delle repubbliche autonome, delle regioni, dei distretti e dei territori.

Mosca Celebrazione festa nazionale


Inoltre, il 12 giugno 1991, si tennero le prime elezioni presidenziali dirette a livello nazionale, nella storia russa, a seguito delle quali Boris Eltsin divenne presidente.

Fonte: Ria.ru
Tradotto da Eliseo Bertolasi

4 Commenti

  • Mosin
    12 Giugno 2020

    Mosca terza Roma. Non ce ne sarà un altra.

  • eusebio
    12 Giugno 2020

    Per la prima volta nella sua storia almeno dal 1650 con Putin la Russia è uno stato nazionale, essendo per oltre l’80% popolato da russi, nei secoli precedenti è stato un “impero”, normale che siano così attaccati alla loro identità nazionale.
    Anche la Cina per oltre il 90% Han è orgogliosamente nazionalista, e per questo molto determinata ad opporsi agli attacchi dello sgangherato stato multietnico statunitense.
    Tra l’altro la Cina sta tenendo in vita l’economia USA con la sua quota di 1,1 trilioni di dollari del debito pubblico americano, se vuole mandare il suo nemico a gambe all’aria non deve fare altro che vendere 100 miliardi di treasuries al mese, saturando il mercato.

  • Teoclimeno
    12 Giugno 2020

    Invece noi in Italia il 2 Giugno festeggiamo la Repubblica delle Banane.

    • atlas
      13 Giugno 2020

      io ogni giorno festeggio Il Regno delle Due Sicilie

Inserisci un Commento

*

code