Putin accusa gli Stati Uniti di mentire al suo popolo sull’aumento dei prezzi

Il presidente russo Vladimir Putin afferma che le esportazioni di energia della Russia continuano, anche attraverso l’Ucraina.

Hanno annunciato che stanno chiudendo l’importazione di petrolio russo nel mercato statunitense. I prezzi sono alti, l’inflazione non ha precedenti, ha raggiunto i massimi storici. Stanno cercando di incolparci per i risultati dei loro stessi errori. Non abbiamo assolutamente nulla a che fare con questo “, ha detto Putin giovedì.

Ha anche affermato che il governo degli Stati Uniti cerca di mentire al suo popolo sul fatto che la Russia sta causando l’aumento del prezzo di diversi alimenti e petrolio, affermando che la Russia ha fornito solo il 3% del petrolio statunitense prima dell’imposizione delle sanzioni.

La Russia avverte che il petrolio potrebbe raggiungere i 300 dollari al barile
In un’altra parte delle sue dichiarazioni, dopo aver definito illegittime le sanzioni economiche anti-russe, ha chiarito che il suo Paese risolverà con calma i problemi causati da tali embarghi.

Inoltre, ha avvertito che la guerra economica imposta dall’Occidente contro la Russia avrà conseguenze per il resto del mondo e provocherà inflazione alimentare, dal momento che il Paese eurasiatico è uno dei principali produttori di fertilizzanti agricoli.

La Casa Bianca sta valutando la possibilità di vietare l’importazione di petrolio russo, come misura punitiva, di fronte all’operazione militare russa in Ucraina.

Presidente Biden

Martedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato un divieto alle importazioni di petrolio russo . Secondo l’annuncio di Biden, il provvedimento mira a “fare pressione” sulla Russia per la sua operazione militare in Ucraina.

A sua volta, l’ Unione Europea (UE) ha deciso mercoledì di estendere le sanzioni contro la Russia che includono la parziale disconnessione della Russia dal sistema chiamato Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications (SWIFT), il congelamento delle riserve internazionali della sua Banca centrale, così come il divieto di importazione del suo petrolio da parte degli Stati Uniti e del Regno Unito.

Dopo che la Russia ha lanciato un’operazione militare contro l’Ucraina il 24 febbraio, Washington, l’UE e altri stati occidentali hanno imposto diversi round di sanzioni finanziarie e commerciali contro Mosca, misure considerate dalla Russia come “una dichiarazione di guerra” .

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus